Operazione U.N.C.L.E.

film del 2015 diretto da Guy Ritchie
Operazione U.N.C.L.E.
Operazione U.N.C.L.E. (2015) - Kuryakin, Teller, Solo.png
Una scena del film
Titolo originaleThe Man from U.N.C.L.E.
Lingua originaleinglese, italiano, russo, tedesco
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Regno Unito
Anno2015
Durata116 min
Rapporto2,39:1
Genereazione, avventura, commedia, spionaggio
RegiaGuy Ritchie
Soggettodalla serie creata da Sam Rolfe
storia di Jeff Kleeman, David C. Wilson, Guy Ritchie, Lionel Wigram
SceneggiaturaGuy Ritchie, Lionel Wigram
ProduttoreSteve Clark-Hall, John Davis, Jeff Kleeman, Lionel Wigram
Produttore esecutivoDavid Dobkin
Casa di produzioneWarner Bros., Davis Entertainment
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaJohn Mathieson
MontaggioJames Herbert
Effetti specialiFranco Simeone
MusicheDaniel Pemberton
ScenografiaOliver Scholl
CostumiJoanna Johnston
TruccoCamilla Kirk-Reynolds
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Operazione U.N.C.L.E. (The Man from U.N.C.L.E.) è un film del 2015 diretto da Guy Ritchie.

Con protagonisti Henry Cavill e Armie Hammer, la pellicola è l'adattamento cinematografico della serie televisiva Organizzazione U.N.C.L.E. (The Man from U.N.C.L.E.), andata in onda dal 1964 al 1968.

TramaModifica

Nel 1963, in piena guerra fredda, l'ex ladro d'arte e agente della CIA Napoleon Solo fa fuggire da Berlino Est Gaby Teller, figlia dell'ex scienziato nazista, poi messosi al servizio degli Stati Uniti, Udo Teller, scomparso da lungo tempo e avvistato a Roma. I due riescono a sfuggire rocambolescamente a Illya Kuryakin, agente del KGB dall'infanzia tormentata, segnata dalla deportazione del padre in un gulag.

Ritornato a Berlino Ovest, Napoleon viene informato che lo zio di Gaby, Rudi, lavora per la compagnia di navigazione gestita da Alexander Vinciguerra, figlio di un gerarca fascista ed amico di Mussolini, che si era impegnato a nascondere l'oro nazista in Sudamerica, e da sua moglie Victoria, entrambi a capo ora di un'industria aerospaziale. I due intendono sfruttare le conoscenze di Rudi per costruire una propria bomba atomica. Intuendo le proporzioni mondiali di questa minaccia, la CIA e il KGB non possono fare altro che unire le forze, per cui Napoleon deve collaborare proprio con Illya con il compito di fermare i Vinciguerra e, segretamente, di recuperare un nastro magnetico contenente le ricerche di Udo, anche a costo di uccidere il proprio compagno di squadra.

Illya, Gaby e Napoleon giungono a Roma, fingendosi rispettivamente una coppia di fidanzati e un commerciante d'arte, conoscendo a una festa i coniugi Vinciguerra e lo zio Rudi. Grazie a uno speciale sviluppo delle foto, Ilya scopre che i due hanno avuto a che fare con elementi radioattivi, quali l'uranio impoverito. Insieme a Napoleon, si infiltra nella sede della compagnia, dove i due trovano tracce di uranio, ma fanno scattare l'allarme, riuscendo poi a fuggire in maniera rocambolesca.

Il giorno dopo a villa Vinciguerra, durante un pranzo con Alexander e lo zio Rudi, Gaby inaspettatamente tradisce Illya e Napoleon, rivelando le loro vere identità e ottenendo in cambio di poter vedere il padre, tenuto in realtà prigioniero dagli stessi Vinciguerra su un'isola fortificata. Illya ascolta tutto da una trasmittente che Gaby ha addosso e riesce a fuggire, ma Napoleon viene narcotizzato da Victoria e portato in un magazzino, dove viene torturato da Rudi, in realtà un folle e sadico criminale di guerra nazista. Napoleon viene salvato da Illya, che lo rintraccia appena in tempo grazie a una microspia inseritagli - a sua insaputa - nelle scarpe.

Interrogando Rudi, che in seguito morirà fulminato per colpa di un malfunzionamento delle sue macchine di tortura, i due scoprono che la bomba è nascosta sulla stessa isola in cui è tenuto prigioniero il padre di Gaby. Quest'ultima, nel frattempo, tenta di far fuggire il padre e di sabotare la costruzione della bomba, ma viene scoperta da Victoria, che la imprigiona e uccide il padre Udo.

Napoleon e Illya vengono avvicinati da Waverly, un pezzo grosso dell'MI6, il servizio segreto britannico, che rivela loro che Gaby è in realtà un agente al suo servizio. Grazie a Waverly e ai suoi uomini, i due irrompono nell'isola-fortezza dei Vinciguerra, sgominandone i mercenari che la difendono. Alexander fugge con la testata nucleare, portandosi dietro Gaby come ostaggio, ma viene raggiunto e ucciso da Illya, mentre Napoleon poi recupera il nastro contenente le ricerche di Udo. Tuttavia la testata trasportata da Alexander è solamente uno specchietto per le allodole, trattandosi di una bomba non nucleare.

Napoleon riesce a mettersi in contatto telefonico con Victoria, che, a bordo di un peschereccio assieme alla vera testata, si sta per imbarcare in un sottomarino. Solo riesce a far leva sulla rabbia di Victoria per la morte del marito, facendo durare la chiamata abbastanza a lungo da poterla rintracciare e lanciarle contro il "falso" missile che, programmato per agganciarsi a quello originale, distrugge la testata nucleare e la nave che la trasporta, uccidendo anche Victoria.

La missione è finita e tutti si preparano a tornare alle loro rispettive vite, ma il governo sovietico ordina a Illya di recuperare il nastro e di uccidere Napoleon, pena la disonorevole fine già subita dal padre, vale a dire l'internamento in Siberia. Tuttavia, colpito da un gesto gentile di Napoleon, che gli restituisce l'orologio del padre (precedentemente rubatogli da uno degli uomini dei Vinciguerra), Illya rinuncia alla sua missione. I due decidono allora di bruciare il nastro, affinché nessuno ne entri in possesso. Successivamente vengono raggiunti da Waverly, che informa i due e Gaby di averli arruolati in uno speciale corpo di spionaggio indipendente, dando loro una nuova missione e un nuovo nome in codice, ossia U.N.C.L.E.

ProduzioneModifica

Il progetto prende vita nel 2011 quando la Warner Bros. annuncia l'adattamento della serie televisiva e conferma sia il regista Steven Soderbergh che lo sceneggiatore Scott Z. Burns, fissando il budget del film a 60 milioni di dollari e l'inizio della produzione nel marzo 2012. Proprio per il basso budget messo a disposizione, il regista Soderbergh si dichiara dubbioso circa la ricostruzione degli anni sessanta richiesta nel film[1]. Il 18 novembre 2011 viene confermato che Soderbergh non è più parte del progetto[2].

Il 18 marzo 2013 viene annunciato Guy Ritchie come nuovo regista del film[3] ed il budget viene aumentato a 75 milioni di dollari[4].

CastModifica

 
Armie Hammer (Ilya Kuryakin), Henry Cavill (Napoleon Solo), Alicia Vikander (Gaby Teller) ed Elizabeth Debicki (Victoria Vinciguerra) nel 2015 al San Diego Comic-Con.

Nel novembre 2010 l'attore George Clooney si dichiara interessato al progetto e discute la propria partecipazione[5], ma nel settembre 2011 è costretto ad abbandonare il progetto a causa di un infortunio[6]. Dopo Clooney, vengono considerati svariati attori per il ruolo del protagonista: Joseph Gordon-Levitt, Ryan Gosling, Channing Tatum, Alexander Skarsgård, Ewan McGregor, Matt Damon, Christian Bale, Michael Fassbender, Bradley Cooper, Leonardo DiCaprio, Joel Kinnaman, Russell Crowe, Chris Pine, Ryan Reynolds e Jon Hamm[7].

Nel marzo 2013 anche Tom Cruise inizia le trattative per partecipare al film[3]. Cruise viene confermato nel cast insieme ad Armie Hammer il 24 aprile 2013[8]. Successivamente Cruise abbandona il progetto per partecipare alle riprese del film Mission: Impossible 5[9] e viene sostituito da Henry Cavill[10].

Nel film ha un cameo David Beckham.

RipreseModifica

Le riprese del film cominciano il 9 settembre 2013[11]. Le riprese si svolgono nel Regno Unito, la maggior parte delle quali a Londra e nel circuito di Goodwood, e in Italia, tra il Lazio: Roma e Caprarola e la Campania: Pozzuoli, Baia (al Castello Aragonese) e Napoli (al castel dell'Ovo).

Colonna sonoraModifica

Il 17 luglio 2014 viene confermato il compositore Daniel Pemberton per la colonna sonora del film[12].

Nella scena dell'intrusione notturna alla sede dei Vinciguerra, Solo entra in un camion mentre Kuryakin è alle prese con una motovedetta. Quando accende la radio è possibile sentire per un breve istante la sigla della serie tv originale.[13]

PromozioneModifica

Il primo trailer viene diffuso il 12 febbraio 2015[14].

DistribuzioneModifica

La pellicola, inizialmente programmata per uscire il 16 gennaio[15], viene poi rimandata e distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 14 agosto 2015[16], ed in quelle italiane dal 2 settembre[14].

DivietiModifica

Il film viene vietato negli Stati Uniti d'America ai minori di 13 anni per la presenza di "azione violenta, nudità parziale e contenuti suggestivi"[17].

RiconoscimentiModifica

  • 2016 - Central Ohio Film Critics Association Awards
  • 2016 - Georgia Film Critics Association
    • Miglior rivelazione ad Alicia Vikander
  • 2016 - Golden Trailer Awards
    • Miglior grafica di titoli
    • Miglior grafica in uno spot Tv
    • Candidatura per il miglior trailer d'azione
  • 2016 - International Film Music Critics Association
    • Candidatura per la miglior colonna sonora per un film d'azione / avventura / thriller
  • 2015 - San Diego Film Critics Society Awards
    • Miglior Body of Work ad Alicia Vikander
    • Candidatura per la miglior artista emergente ad Alicia Vikander
  • 2016 - World Soundtrack Awards
    • Candidatura per la miglior colonna sonora preferita dal pubblico a Daniel Pemberton
    • Candidatura per il miglior compositore dell'anno a Daniel Pemberton
  • 2015 - Time top ten[18]
    • Nono miglior film dell'anno

NoteModifica

  1. ^ (EN) Exclusive: Steven Soderbergh Spies Other Plans, Won't Direct 'The Man From U.N.C.L.E.', su blogs.indiewire.com, indiewire.com, 18 novembre 2011. URL consultato il 12 febbraio 2015 (archiviato dall'url originale il 12 febbraio 2015).
  2. ^ (EN) Borys Kit, Steven Soderbergh Exits Warner Bros.' 'Man From U.N.C.L.E.', su hollywoodreporter.com, The Hollywood Reporter, 18 novembre 2011. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  3. ^ a b (EN) Mike Fleming Jr, Tom Cruise Eyeing ‘The Man From U.N.C.L.E.’ With Guy Ritchie At Warner Bros., su deadline.com. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  4. ^ (EN) Guy Ritchie, Henry Cavill, Armie Hammer Try to Crack ‘U.N.C.L.E.’ Movie Challenge, su variety.com, Variety. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  5. ^ (EN) Germain Lussier, George Clooney Interested in Steven Soderbergh’s ‘Man From U.N.C.L.E.’ Remake, su slashfilm.com. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  6. ^ (EN) Justin Harp, George Clooney back injury forced 'Man From U.N.C.L.E.' exit, says writer, su digitalspy.co.uk. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  7. ^ (EN) Angie Han, Bradley Cooper Will Not Be Steven Soderbergh’s ‘Man From U.N.C.L.E.’, su slashfilm.com. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  8. ^ (EN) Mike Fleming Jr, ‘Lone Ranger’ Armie Hammer To Star With Tom Cruise In ‘Man From U.N.C.L.E.’, su deadline.com. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  9. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Tom Cruise Exits ‘Man From U.N.C.L.E.;’ Warner Bros. Recasting For Fall Start, su deadline.com. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  10. ^ (EN) Dominic Patten, Henry Cavill In Talks For ‘Man From U.N.C.L.E.’ Lead, su deadline.com. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  11. ^ (EN) Production begins on 'The Man From U.N.C.L.E.', su gmanetwork.com. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  12. ^ (EN) Daniel Pemberton to Score Guy Ritchie’s ‘The Man from U.N.C.L.E.’, su filmmusicreporter.com. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  13. ^   Theme from The Man From U.N.C.L.E., youtube.com. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  14. ^ a b   Warner Bros. Italia, Operazione U.N.C.L.E. - Trailer Italiano Ufficiale, su YouTube, 12 febbraio 2015. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  15. ^ (EN) Warner Bros. Sets 2015 Release Dates For ‘Run All Night’, ‘Man From U.N.C.L.E.’ And ‘Focus’, su deadline.com. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  16. ^ (EN) Warner Bros. Dates ‘American Sniper’; Moves ‘Point Break’, ‘Man From U.N.C.L.E’, su deadline.com. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  17. ^ (EN) Parents Guide for Operazione U.N.C.L.E., su imdb.com, Internet Movie Database. URL consultato il 12 febbraio 2015.
  18. ^ Patrizio Marino, I film del 2015: i migliori e i peggiori secondo il Time, su movieplayer.it, Movieplayer.it, 9 dicembre 2015. URL consultato il 10 dicembre 2015.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN10146284395615332096 · BNE (ESXX5598239 (data)
  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema