Apri il menu principale
Ritratto sul suo monumento in San Giovanni dei Fiorentini, di Domenico Guidi su disegno del Borromini

Orazio Falconieri (... – 1664) è stato un nobile italiano.

Orazio Falconieri è stato proprietario della Villa Falconieri. Il suo simbolo araldico era un falco.[1]

Indice

FamigliaModifica

Falconieri era il figlio di Paolo Falconieri e di Maddalena Albizzi e fratello di Lelio Falconieri,[2] successivamente elevato a cardinale.

Nel 1615 sposò Ottavia Sacchetti (1590-1645), sorella del cardinale Giulio Cesare Sacchetti[3]. Il padre di Orazio aveva fatto la sua fortuna con l'importazione di sale e di conseguenza Orazio ebbe rapporti d'affari con il padre di Ottavia Sacchetti. Quando il primo marito di Ottavia, Piero Alberti, morì il matrimonio di Orazio venne considerato una scelta eccellente per entrambe le famiglie.[4] Il figlio Paolo Francesco Falconieri assunse la proprietà della Villa Falconieri[5] e prese i titoli di suo padre.[6]

CommissioniModifica

Falconieri acquistò la Villa Falconieri e commissionò a Francesco Borromini la ristrutturazione. Orazio incaricò anche il Borromini di rinnovare la Basilica di San Giovanni Battista dei Fiorentini e costruire una cappella funeraria per la famiglia Falconieri.[7]

NoteModifica

  1. ^ (EN) The architecture of Rome: an architectural history in 400 presentations by Stefan Grundmann & Ulrich Fürst (Axel Menges, 1998)
  2. ^ (EN) Falconieri.
  3. ^ (EN) Ave Papa/Ave Papabile: the Sacchetti family, their art patronage, and political aspirations by Lilian H. Zirpolo (Centre for Reformation and Renaissance Studies, 2005)
  4. ^ (EN) Marriage in Italy, 1300-1650 by Trevor Dean & K. J. P. Lowe (Cambridge University Press, 2002)
  5. ^ Villa Falconieri. Archiviato il 19 maggio 2015 in Internet Archive.
  6. ^ (EN) Villa Falconieri.
  7. ^ (EN) Borromini by Anthony Blunt (Harvard University Press, 1979.

Altri progettiModifica