Orchestra da camera "Alessandro Scarlatti" di Napoli della RAI

Orchestra da camera "Alessandro Scarlatti" di Napoli della RAI
Paese d'origineItalia Italia
GenereMusica classica
Periodo di attività musicale1956 – 1993

L'Orchestra da camera "Alessandro Scarlatti" di Napoli della RAI è stata un'orchestra da camera italiana legata all'emittente di stato Rai. L'orchestra aveva sede all'Auditorium Rai di Napoli.

OriginiModifica

A Napoli aveva sede l'Associazione Alessandro Scarlatti, dedicata al compositore che, anche se palermitano di nascita, era fra i padri della scuola musicale napoletana. Dal 1940 l'associazione era stata presieduta dall'ingegnere Giuseppe Cenzato, mecenate e appassionato cultore dell'arte musicale e che per questo suo interesse era stato per molti anni presidente del consiglio di amministrazione del Conservatorio di San Pietro a Majella. Alla fine della seconda guerra mondiale e dell'inevitabile battuta d'arresto per le manifestazioni culturali, il presidente Cenzato si impegnò per un rilancio della musica nella città partenopea, che vide l'associazione impegnata anche nella formazione di un'orchestra. Nel 1949 ci fu la fusione con l'Orchestra da Camera Napoletana, fondata l'anno prima dal pianista Vincenzo Vitale, dando vita ad una nuova compagine, formata da elementi rigorosamente selezionati, che prese il nome di Orchestra da Camera Alessandro Scarlatti. Il maestro Franco Caracciolo ne fu nominato Direttore Stabile. Nel periodo dal 1949 al 1956 l'orchestra collaborò intensamente con la Rai, presieduta all'epoca dal napoletano Marcello Rodinò, realizzando, fra l'altro, l'impegnativo progetto di eseguire e trasmettere sul terzo canale radiofonico tutti i concerti di Mozart per strumento solista ed orchestra. I concerti e le relative registrazioni furono tenuti nella vecchia sala Alessandro Scarlatti del Conservatorio San Pietro a Majella, che fu poi danneggiata da un incendio nel 1973 e riaperta nel 1996 dopo una notevole ristrutturazione. Già in quegli anni, con la gestione dell'Associazione, l'orchestra fu impegnata in diverse trasferte e tournèe, in Italia e all'estero (Parigi - 1954, Granada - 1955, Amburgo, Mannheim, Colonia e Berlino - 1956).

Nel novembre 1956 l'orchestra venne assorbita dalla Rai, che la incluse nei suoi complessi stabili e prese il nome di Orchestra da Camera "Alessandro Scarlatti" della RAI.

Chiusura e accorpamentoModifica

L'orchestra fu chiusa alla fine del 1992. I musicisti furono accorpati all'Orchestra Sinfonica di Roma della RAI, che prese il nome di "Orchestra Sinfonica di Roma e di Napoli della Rai".

Il 30 giugno 1994 furono chiuse anche le orchestre sinfoniche di Torino, Milano e Roma, dando vita all'attuale Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, con sede a Torino.