Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'altra onorificenza, vedi Ordine della Principessa Olga.
Ordine di Olga
Olgasorden
Olga-Orde Wurttemberg 1671.jpg
Fronte e retro della medaglia dell'Ordine di Olga del Regno di Württemberg
Flagge Königreich Württemberg.svg
Regno di Württemberg
TipologiaOrdine cavalleresco statale
Statuscessato
IstituzioneStoccarda, 27 giugno 1871
Primo capoCarlo I del Württemberg
CessazioneStoccarda, 1918
Ultimo capoGuglielmo II di Württemberg
GradiCavaliere/Dama (classe unica)
Precedenza
Ordine più altoOrdine di Federico
Ordine più basso-
Order of Olga ribbon bar.PNG
Nastro dell'ordine

L'Ordine di Olga (in tedesco: Olgasorden) fu un ordine cavalleresco creato nell'ambito del Regno del Württemberg.

Indice

StoriaModifica

L'Ordine di Olga venne fondato da re Carlo I del Württemberg il 27 giugno 1871 in onore della regina consorte sua moglie, la granduchessa Ol'ga Nikolaevna Romanova.

Esso si distinse soprattutto per essere un ordine a carattere prevalentemente femminile, dedicato a quante si fossero distinte nella cura dei soldati feriti della guerra franco-prussiana del 18701871. Venne d'altro canto concesso anche ad alcuni uomini.

InsegneModifica

  • L'insegna consiste in una croce patente d'argento smaltata di bianco, con al centro un medaglione bianco recante in oro le cifre raffrontate di re Carlo e della regina Olga ("C" e "O") e sul retro, la data del conferimento "1870-1871". L'emblema ha un nastro rosso e nero. Gli uomini, incluso il re che ne era automaticamente insignito, portavano una medaglia a bottone all'occhiello della giacca, mentre le dame erano solite portare l'onorificenza sulla parte sinistra del petto.

Nel 1889 venne creata una medaglia molto simile a quella dell'Ordine, col nome di "Medaglia di Carlo e Olga" per ricompensare i servigi degli aderenti alla Croce Rossa internazionale, anche se tale medaglia non deve essere confusa con quelle emanate per decreto dall'Ordine (anche se venne conferita in prevalenza a donne, il che fu però del tutto casuale).

FontiModifica

  • Tagore, Rajah Sir Sourindro Mohun. The Orders of Knighthood, British and Foreign. Calcutta, India: The Catholic Orphan Press, 1884

Altri progettiModifica