Apri il menu principale

Orlando Tognotti

calciatore e allenatore di calcio italiano
Orlando Tognotti
Orlando Tognotti.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1935 - giocatore
1958 - allenatore
Carriera
Giovanili
non conosciuta Unione Veloce Juventus
Squadre di club1
1921-1927Spezia84 (12)
1927-1929Genova 1893[1]13 (0)
1929-1932Lazio64 (0)
1932-1933Terni22 (2)
1933-1935Pisa38 (1)
Carriera da allenatore
1935-1936AscoliGiovanili
1936Ascoli
1936-1937Teramo
1938-1940Ascoli
1940-1941Chieti
19??Poligrafico Roma
1941-1942Alba Motor
1942-1944Alba Roma
1946-1947Albatrastevere
1948Lazio
1952-1956Catanzaro
1956-1958Chieti
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Orlando Virgilio Tognotti (La Spezia, 24 gennaio 1904Roma, 7 marzo 1963) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo difensore.

Era conosciuto anche come Tognotti II per distinguerlo dal fratello calciatore e compagno di squadra allo Spezia Arrigo Tognotti I.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Terzino formatosi nell'Unione Veloce Juventus di La Spezia, inizia la carriera nello Spezia, con il quale disputa quattro campionati di massima serie e due in serie cadetta.

Nel 1927 passa al Genoa, esordendovi il 24 giugno 1928 nel pareggio casalingo per 1-1 contro il Casale, e con il Grifone ottiene un secondo posto in massima serie nella stagione 1927-1928 e l'accesso alla Coppa dell'Europa Centrale 1929.[2]

Nel 1929 Tognotti viene acquistato dalla Lazio, con la quale disputa i primi tre campionati di Serie A a girone unico, collezionando 64 presenze senza ottenere risultati di rilievo.

Successivamente si trasferisce al Terni,[3] piazzandosi al settimo posto del Girone G della Prima Divisione 1932-1933.

La stagione seguente passa al Pisa, club con cui ottiene la promozione in Serie B 1934-1935, avendo vinto il Girone finale B.

AllenatoreModifica

Una volta conclusa la carriera da calciatore, intraprende la carriera di allenatore, che inizierà nelle giovanili dell'Ascoli, arrivando nel 1936 a guidare anche la prima squadra, per poi allenare nelle stagioni seguenti formazioni abruzzesi, come Teramo e Chieti, e durante il periodo bellico squadre capitoline come l'Alba Motor (in seguito Alba Roma e Albatrastevere) ed il Poligrafico Roma.

Sul finire della stagione 1947-48 viene chiamato dalla Lazio, sua ex squadra, venendo esonerato all'inizio dell'annata 1948-1949.

Nel Catanzaro il tecnico ligure rimane invece per alcune stagioni, dal 1952 al 1956. Vince anche lo scudetto Dilettanti 1952-1953, che rimane ancora oggi l'unico trofeo della storia dei giallorossi, per poi fare ritorno a Chieti.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Spezia: 1925-1926

AllenatoreModifica

Catanzaro: 1952-1953

NoteModifica

  1. ^ La società Genoa cambia il nome in Genova 1893 all'inizio del campionato 1928-1929.
  2. ^ Mitropa Cup 1929 Rsssf.com
  3. ^ Elenco dei giocatori italiani autorizzati a cambiare Società nella prossima stagione, da «Il Littoriale», 5 agosto 1933, pp. 6-7

BibliografiaModifica

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterniModifica

  • Dario Marchetti (a cura di), Orlando Tognotti, su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.
  • Tifochieti.com (archiviato dall'url originale il 17 dicembre 2010).