Apri il menu principale

Orogel

azienda alimentare italiana
Orogel S.p.A.
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1967 a Cesena
Fondata daproduttori ortofrutticoli
Sede principaleCesena
GruppoConsorzio con 1.660 soci
Persone chiave
SettoreIndustria alimentare
Prodotti
  • Surgelati
  • Confetture
  • Fresco
Fatturato230 milioni di [1] (2017)
Dipendenti1.858[1] (2017)
Slogan«Buono per natura»
Sito web

Orogel è un'azienda italiana attiva nel settore alimentare fondata a Cesena e con sedi in diverse zone d'Italia.

Indice

Storia [2]Modifica

L'azienda nasce come cooperativa nel 1967 da un gruppo di undici produttori ortofrutticoli della zona di Cesena che fonda la Cooperativa Agricola Produttori Ortofrutticoli (COPA); successivamente altre aziende del territorio romagnolo si uniscono andando a formare, nel 1969, il Consorzio Fruttadoro. Nel 1974 sono immessi sul mercato i primi prodotti surgelati e nel 1976 lo stabilimento di Cesena inizia una propria attività di surgelazione. Il graduale e continuo incremento dell'attività produttiva rende necessaria, nel 1978, la costituzione di una società di produzione, vendita e distribuzione dei prodotti surgelati che porta alla nascita del marchio Orogel.

Nel 1987 Orogel inaugura il primo grande magazzino automatico a -40 °C, per lo stoccaggio e la movimentazione dei surgelati e, nel 1989, viene avviata anche l'attività di produzione di lavorati della frutta a marchio Orofrutta, ottenuti con l'impiego della frutta prodotta dai soci del gruppo.

La società opera attraverso Orogel Surgelati, Orogel Confetture e Orogel Fresco. Una svolta importante nella crescita dell'azienda è data anche dall'invenzione del cubello, lo spinacio surgelato in cubi.[3] Altre invenzioni: i Minestroni Leggerezza con sole 18 calorie per cento grammi, e Verdurì, le gocce di passato di verdura.[1] Nel 2017 il marchio ha una quota di mercato del 14,7% sugli scaffali della Gdo (Grande distribuzione organizzata), un altro 10,5% con private label.

Nel 2017, per festeggiare i 50 anni dalla nascita, nasce Fondazione FOR (Fruttadoro Orogel), con un contributo del 5% (1 milione di euro) dagli utili del gruppo, per iniziative culturali e sociali.[3]

Struttura societariaModifica

Con gli anni avviene una diversificazione della società, con altre attività che si affiancano a quella originale di Orogel: oltre al business della frutta e dei surgelati, il Gruppo opera in partnership con altri nella vivaistica, nell'informatica e nelle analisi di laboratorio con un fatturato complessivo di 685 milioni di euro[4] e quasi 1.900 dipendenti[5].

  • Vitro Plant - si occupa con più di 400 tecnici di selezione delle piante più resistenti e di riproduzione dei vegetali poi venduti sul mercato europeo[6]
  • Sicural - società controllata, è un laboratorio per la sicurezza alimentare: con 20 ricercatori svolge le analisi sulla qualità alimentare e agronomica dei terreni
  • Onit Group - si occupa di Ict per il settore della sanità e della logistica. Partita inizialmente per la gestione della distribuzione farmaceutica per conto delle Asl, si è poi allargato alla gestione informatica della logistica e utilizzato da Orogel, con un investimento di cento milioni di euro, per automatizzare totalmente i tre magazzini di Cesena, Rovigo e Matera.

NoteModifica

  1. ^ a b c Orogel, non solo surgelati. Con vivaistica e logistica i ricavi sono a 685 milioni, su ricerca.repubblica.it, 25 giugno 2018. URL consultato il 2 luglio 2018.
  2. ^ La nostra storia, su orogel.it. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  3. ^ a b Cesena la culla dei surgelati. Orogel festeggia i suoi 50 anni, su ilrestodelcarlino.it, 19 giugno 2017. URL consultato il 2 luglio 2018.
  4. ^ Orogel, fatturato in crescita, su viaemilianet.it, 24 maggio 2018. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  5. ^ Un gruppo italiano, su orogel.it. URL consultato il 29 ottobre 2018.
  6. ^ Vitroplant, su vitroplant.it. URL consultato il 29 ottobre 2018.

Collegamenti esterniModifica