Apri il menu principale
Osella FA1L
Osella FA1L.jpg
L'Osella di Larini ai box nel Gran Premio di Gran Bretagna 1988
Descrizione generale
Costruttore Italia  Osella
Classe Formula 1
Progettata da Ignazio Lunetta
Sostituisce FA1/I
Sostituita da Osella FA1M
Descrizione tecnica
Dimensioni e pesi
Passo 2776 mm
Peso 560 kg
Altro
Avversarie Vetture di Formula 1 1988
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio di San Marino 1988
Piloti 21. Italia Nicola Larini
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
15 0 0 0

La Osella FA1L è una vettura da Formula 1 realizzata della Osella Corse per la stagione 1988.

Indice

TecnicaModifica

La vettura venne sviluppata da Antonio Tomaini, sul progetto di Ignazio Lunetta. Come propulsore la FA1L impiegava un Osella 890T 1.5 V8 derivato dall'Alfa Romeo 890T che erogava la potenza di 700 cv ed era gestito da un cambio manuale Hewland/Osella a sei rapporti. Il telaio era monoscocca in fibra di carbonio. Le sospensioni erano a doppi quadrilateri in configurazione pull rod.

Veniva mantenuta la derivazione telaistica dall'Alfa Romeo 183T già in essere per tutte le vetture del team dal 1984 al 1987. Tra l'altro questo permetteva di mantenere in deroga, la posizione della pedaliera davanti all'asse anteriore, deroga concessa per il solo 1988 alle vetture a motore turbo, purché mantenessero il telaio dell'anno precedente.

Carriera agonisticaModifica

Il pilota ingaggiato dal team italiano era Nicola Larini, che come miglior risultato in tutta la stagione riuscì a conseguire un nono posto a Monaco. Il campionato fu costellato di numerosi ritiri e la prestazione generale del mezzo non fu eccelsa a causa del peso eccessivo, della mancanza di carico aerodinamico, dell'eccessivo consumo di carburante e del turbo lag.[1].

NoteModifica

  1. ^ 1988 Osella FA1L, su statsf1.com. URL consultato il 1º luglio 2014.

Altri progettiModifica

  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1