Apri il menu principale

BiografiaModifica

 
Vogliamo essere una nazione unita di fratelli

Figlio di un fornaio, Oskar Sima nacque nel 1896 al tempo dell'impero austro-ungarico. Prima di iscriversi alla scuola d'Arte Drammatica di Vienna, aveva frequentato una scuola professionale. Dopo il servizio militare, lavorò come attore al Deutsches Theater di Praga e quindi al Deutsches Volkstheater di Vienna. Negli anni 1924/1925, recitò in numerosi spettacoli del Theater in der Josefstadt e, nel 1927, a Berlino entrò in compagnia con il leggendario regista Max Reinhardt, diventando uno dei più noti attori specializzandosi in ruoli comici e satirici[1].

Fece il suo debutto sullo schermo nel 1921, iniziando così una carriera che sarebbe durata oltre cinquant'anni e che lo avrebbe portato a partecipare a più di 250 film girati in Germania e in Austria. In molti dei suoi ruoli, diede vita a personaggi di piccoli borghesi o di tipi collerici. Attore caratterista, ricoprì anche parti di un certo rilievo in diversi film.

Benché fosse stato un simpatizzante del regime nazista - da lui appoggiato pubblicamente all'epoca dell'Anschluss (l'annessione dell'Austria alla Germania) - alla fine della guerra Sima, pur se criticato, non conobbe cali di popolarità presso il suo pubblico e continuò a recitare per tutti gli anni cinquanta e sessanta[1].

Nel 1967, fu costretto a ritirarsi dopo un attacco cardiaco. Andò a vivere nel suo ranch nei pressi di Vienna. Nel 1969, gli venne assegnato un premio per la sua attività nel cinema tedesco. Poco tempo dopo, il 24 giugno di quell'anno, Sima moriva nel suo paese natale, in Bassa Austria[1].

FilmografiaModifica

1921Modifica

1922Modifica

1923Modifica

1926Modifica

1928Modifica

1929Modifica

1930Modifica

1931Modifica

1932Modifica

1933Modifica

1934Modifica

1935Modifica

1936Modifica

1937Modifica

1938Modifica

1939Modifica

1940Modifica

1941Modifica

1942Modifica

1943Modifica

1944Modifica

1945Modifica

1947Modifica

1948Modifica

1949Modifica

1950Modifica

1951Modifica

1952Modifica

1953Modifica

1954Modifica

1955Modifica

1956Modifica

1957Modifica

1958Modifica

1959Modifica

1960Modifica

1961Modifica

1962Modifica

1963Modifica

1965Modifica

1966Modifica

1967Modifica

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN55263807 · ISNI (EN0000 0000 1691 3147 · LCCN (ENno2013027288 · GND (DE130872091 · BNF (FRcb167776240 (data) · WorldCat Identities (ENno2013-027288