Ospedaletto Lodigiano

comune italiano
Ospedaletto Lodigiano
comune
Ospedaletto Lodigiano – Stemma Ospedaletto Lodigiano – Bandiera
Ospedaletto Lodigiano – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Lodi-Stemma.svg Lodi
Amministrazione
SindacoEugenio Ferioli (lista civica Cittadini & Territorio) dal 26/05/2019
Territorio
Coordinate45°10′11″N 9°34′47″E / 45.169722°N 9.579722°E45.169722; 9.579722 (Ospedaletto Lodigiano)Coordinate: 45°10′11″N 9°34′47″E / 45.169722°N 9.579722°E45.169722; 9.579722 (Ospedaletto Lodigiano)
Altitudine64 m s.l.m.
Superficie8,5 km²
Abitanti1 706[1] (31-12-2018)
Densità200,71 ab./km²
Comuni confinantiBrembio, Casalpusterlengo, Livraga, Orio Litta, Senna Lodigiana, Somaglia
Altre informazioni
Cod. postale26864
Prefisso0377
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT098043
Cod. catastaleG166
TargaLO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 701 GG[2]
Nome abitantiospedalettesi
PatronoSS. Pietro e Paolo
Giorno festivo29 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ospedaletto Lodigiano
Ospedaletto Lodigiano
Ospedaletto Lodigiano – Mappa
Posizione del comune di Ospedaletto Lodigiano nella provincia di Lodi
Sito istituzionale

Ospedaletto Lodigiano (Uspedalètt in dialetto lodigiano) è un comune italiano di 1 706 abitanti[1] della provincia di Lodi in Lombardia.

StoriaModifica

In epoca romana nel territorio del comune era presente il centro abitato di Ad Rotas, da cui passava la via Mediolanum-Placentia, che metteva in comunicazione Mediolanum (Milano) con Placentia (Piacenza) passando da Laus Pompeia (Lodi Vecchio)[3][4].

Ospedaletto è un centro agricolo di origine medievale. Nel 1863 Ospedaletto assunse il nome ufficiale di Ospedaletto Lodigiano[5] per distinguersi da altre località omonime. La città diede i natali al musicista Ambrogio Minoja (1752-1825).

SimboliModifica

Stemma

«D'argento al gallo di rosso poggiante su due rami di verde in decusse.»

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

Abitanti censiti[6]

Etnie e minoranze straniereModifica

Al 31 dicembre 2008 gli stranieri residenti nel comune di Ospedaletto Lodigiano in totale sono 288[7], pari al 15,59% della popolazione. Tra le nazionalità più rappresentate troviamo:

Paese Popolazione (2008)
Romania 74
Marocco 41
Albania 26
India 26
Ecuador 24
Egitto 20
Tunisia 20

Infrastrutture e trasportiModifica

StradeModifica

Il territorio comunale è attraversato dalla strada provinciale ex SS 234, che collega Pavia a Cremona, ed è origine delle strade provinciali 107 e 126, dirette rispettivamente a Lodi e a Somaglia.

Nel territorio comunale è presente altresì un'uscita dell'autostrada del Sole, denominata «Casalpusterlengo-Ospedaletto».

FerrovieModifica

La stazione di Ospedaletto Lodigiano è posta sulla linea Pavia-Mantova ed è servita dai treni regionali che collegano Pavia a Codogno.

Parallelamente all'autostrada del Sole corre la linea ad altà velocità Milano-Bologna.

AmministrazioneModifica

Segue un elenco delle amministrazioni locali.[8]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1945 Giuseppe Pagani Sindaco
1945 Carlo Sala Sindaco
1946 1964 Giuseppe Grassi Sindaco
1964 1973 Ferrino Fanfani Sindaco
1973 1975 Enrico Zuccotti Sindaco
1975 1980 Giuseppe Grassi Sindaco
1980 1990 Battista Scotti Sindaco
1990 1995 Gianfranco Montanari Sindaco
1995 1999 Giovanni De Carli Sindaco
1999 2004 Gianfranco Montanari Sindaco
2004 2009 Eugenio Ferioli Sindaco
2009 2014 Eugenio Ferioli Sindaco
2014 2019 Lucia Mizzi Sindaco
2019 in carica Eugenio Ferioli Cittadini & Territorio Sindaco

NoteModifica

  1. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2018.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  3. ^ La Mediolanum - Laus Pompeia nei secoli, su melegnano.net. URL consultato il 5 aprile 2020.
  4. ^ Sulle tracce degli Umiliati, su books.google.it. URL consultato il 6 aprile 2020.
  5. ^ Regio decreto 11 gennaio 1863, n. 1126, in materia di "Decreto col quale sono autorizzati vari Comuni delle Provincie di Milano, Alessandria, Brescia, Cremona, Torino, Ascoli, Macerata, Cuneo, Piacenza, Porto-Maurizio, Ravenna e Sassari ad assumere una nuova denominazione."
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Dati demografici ISTAT
  8. ^ Lista pubblicata in Il Lodigiano. Quarant'anni di autonomia, Provincia di Lodi, 2008, p. 288.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN234400626
  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia