Apri il menu principale
Ossus
TipoPianeta
Creazione
SagaGuerre stellari
Appare in
Caratteristiche immaginarie
SistemaKamino
RegioneOrlo Esterno
CapitaleKnossa
DimensioniØ 29.000 km
Abitanti250 milioni
RazzeYsanna, nel passato molte altre
LingueBasic Galattico e lingua Ysanna
TerrenoTerrestre
Periodo rotazione31 ore
Periodo rivoluzione231 giorni
Satelliti2

Ossus è un pianeta immaginario appartenente all'universo espanso di Guerre stellari. Era il terzo pianeta del sistema Adega nel settore Auril. La sua orbita era particolare in quanto formava un "otto" attorno alle due stelle del sistema.

Indice

StoriaModifica

Vecchia RepubblicaModifica

Quando i Cavalieri Jedi lasciarono Tython, fondarono una scuola di filosofia su Ossus. Intorno al 25.000 BBY, con la formazione della Rotta di Commercio Perlemiana, il pianeta entrò a far parte della Vecchia Repubblica, diventando una delle fortezze dell'Ordine Jedi. Ossus era un mondo ricco e benestante, conosciuto per la fama del suo centro di addestramento Jedi e della Grande Biblioteca degli Jedi costruiti dal Maestro Odan-Urr intorno al 4.996 BBY. Nel 3.998 BBY, Dace Diath si addestrò su Ossus con Vodo-Siosk Baas.

Questa oasi di pace e conoscenza era condannata, però. Durante la Grande Guerra Sith, Exar Kun uccise Odan-Urr e reclutò molti Jedi per convertirli al Lato Oscuro della Forza, portandoli in seguito su Yavin IV. Odan-Urr venne sostituito da Ood Bnar. Ulic Qel-Droma diventò l'apprendista di Exar Kun e, usando l'armamentario Sith lasciato dall'Impero di Naga Sadow, fece esplodere le stelle del vicino Cron Cluster nel 3.996 BBY, causando una onda di forza che si propagò nello spazio.

Gli Jedi dovettero fuggire in fretta dal tempio di Ossus, e in quel periodo Kun ritornò sulla superficie del pianeta con Ulic, determinati a depredarlo della ricchezza. Prima che Exar riuscisse a prendere un contenitore di spade laser antiche, venne fermato dal Maestro Neti Ood Bnar, il quale usò la Forza per trasformarsi in un albero per fermare il Signore Oscuro. Quando Exar Kun ritornò su Yavin IV, Ulic venne catturato dagli Jedi dopo che ebbe ucciso Cay Qel-Droma, il suo fratello. Ulic venne privato della Forza dalla sua ex-amante, Nomi Sunrider.

Dopo la Grande Guerra SithModifica

Anche se molti artefatti degli Jedi vennero salvati e custoditi negli Archivi Jedi di Coruscant, migliaia di papiri e holocron vennero perduti oppure caddero in mano ai Sith. Alcuni degli abitanti di Ossus riuscirono a sfuggire al cataclisma rifugiandosi in profondità, formando la tribù degli Ysanna. Ood Bnar, anche se ferito, riuscì a sopravvivere.

Durante le guerre dei cloni, Ossus venne quasi distrutto a causa della destabilizzazione dell'atmosfera nel 22 BBY. Nel 10 ABY, Luke Skywalker visitò Ossus con Kam Solusar. I rimanenti Ysanna si dimostrarono ostili ma in seguito cooperarono per difendersi dall'attacco di una forza Imperiale. Durante la battaglia Ood Bnar si sacrificò per uccidere il Jedi Oscuro Sedriss. Sfortunatamente gli Imperiali rapirono gli sciamani degli Ysanna l'anno dopo, portandoli su Vjun per testarli. La Repubblica iniziò degli scavi archeologici sul pianeta, dove Tionne trovò una statua rappresentante Odan-Urr.

Dopo la terribile Guerra degli Yuuzhan Vong, Kam Solusar raccomandò a Luke di ricostruire il Praxeum su Ossus, cosa che fece nel 29 ABY. Luke e sua moglie, Mara Jade, crebbero il proprio figlio, Ben Skywalker, in una casa di Ossus.

La cadutaModifica

Quando i nuovi Sith giunsero al potere, Ossus si ritrovò di nuovo sotto assedio. I Maestri Jedi Wolf Sazen e Kol Skywalker difesero i bambini allievi prima di fuggire. Cade, figlio di Kol, voleva partecipare alla battaglia, ma suo padre gli ordinò di salvare Sazen che era ferito. Kol venne ucciso dai nuovi Sith e Cade riportò in vita Sazen tramite l'uso di Fulmini di Forza. Cade uscì con uno starfighter per proteggere lo shuttle.

ApparizioniModifica

BibliografiaModifica

  • The New Essential Chronology
  • The Essential Guide to Planets and Moons
  • Power of the Jedi Sourcebook

Collegamenti esterniModifica

  Portale Guerre stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre stellari