Apri il menu principale
Ost-in-Edhil
TipoCittà
Creazione
IdeatoreJohn Ronald Reuel Tolkien
Appare inIl Silmarillion, Racconti incompiuti, Il Signore degli Anelli
Caratteristiche immaginarie
PianetaArda
ContinenteTerra di Mezzo
RegioneEregion
RazzeElfi

Ost-in-Edhil è una città di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Era la capitale dell'Eregion (chiamato anche Agrifogliere).

Ost-in-Edhil (letteralmente fortezza degli Elfi) fu fondata dai Noldor durante la Seconda Era, dove il Sirannon incrociava il Glanduin. Un'ampia strada collegava la città alla Porta Occidentale di Khazad-dûm sotto l'ombra dell'Hithaeglir (Montagne Nebbiose).

Ost-in-Edhil fu governata da Galadriel prima che lei e suo marito si spostassero a Lórien a est delle Montagne Nebbiose. Dopo la loro partenza il dominio passò a Celebrimbor, un discendente di Fëanor. Qui i Noldor crearono gli Anelli del Potere. Durante la Guerra tra gli Elfi e Sauron Ost-in-Edhil fu completamente distrutta dalle forze di Sauron, ma le sue rovine si ergevano ancora nella Terza Era.

La Compagnia dell'Anello incontra le rovine di Ost-in-Edhil poco prima di raggiungere Moria, e Legolas sente le pietre parlare degli Elfi dell'Eregion:

«In noi profondo scavarono, Con arte ci lavorarono,

In alto ci elevarono, Ma più non sono qui.»

(J. R. R. Tolkien, Il Signore degli Anelli)