Osvaldo Bignami

pittore italiano
Studio di testa femminile, 1890

Osvaldo Bignami (Lodi, 1856Civate, 1936) è stato un pittore italiano.

BiografiaModifica

Apprendista presso un decoratore a Milano dove si trasferisce verso i vent'anni, si iscrive più tardi all'Accademia di Belle Arti di Brera. Sin dalle prime prove si orienta verso la decorazione ad affresco: con tale tecnica esegue i ritratti di Masaccio e Giovanni Bellini (originariamente collocati nei loggiati del Palazzo di Brera a Milano e oggi dispersi) che gli valgono nel 1893 e 1894 il Premio Mylius. È presente con regolarità alle esposizioni braidensi fino al 1900; nell'ambito della sua produzione pittorica si segnalano in particolare i soggetti sacri, le scene di genere e i ritratti di Luigi Sabatelli, Giacomo Mantegazza e Enrico Zanoni (già Milano, Società Artisti e Patriottica).

Negli anni seguenti si dedica alla decorazione pittorica di edifici civili, quali il Teatro Fraschini a Pavia (1909), e religiosi, come alcune cappelle del Cimitero Monumentale di Lodi (1902-1914) e la chiesa di Santa Maria del Carmine a Milano (1904, 1909). Particolarmente pregevoli gli affreschi in memoria dei caduti della Prima guerra mondiale nella Basilica di Santa Margherita di Cortona (1920). Sperimenta inoltre la tecnica della litografia.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN299655342 · ISNI (EN0000 0004 0315 0477 · Europeana agent/base/44077 · WorldCat Identities (ENviaf-299655342
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie