Apri il menu principale

Ottavio Morgia

allenatore di calcio e ex calciatore italiano
Ottavio Morgia
OttavioMorgia.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1958 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1939-1940Lazio? (?)
1940-1941Siracusa? (?)
1944non conosciuta Avia Roma10 (1)
1945-1946Frattese? (?)
1946-1947Napoli6 (1)
?-?Viterbese? (?)
1947-1948Siena27 (11)
1948-1949Avellino? (?)
1949-1950Napoli25 (6)
1950-1955Cagliari130 (11)
1955-1957Chinotto Neri[1]? (?)
1957-1958FEDIT15 (0)
Carriera da allenatore
1954Cagliari
1959-1960Siena
1960-1963Chieti
?-?Italia Italia militare
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ottavio Morgia (Roma, 18 settembre 1920) è un ex calciatore e allenatore di calcio italiano.

CarrieraModifica

CalciatoreModifica

Cominciò la carriera tra le file della Lazio, nella quale però non trovò molto spazio, così andò in Serie C nel Siracusa, dopo gli anni bui della guerra nel quale milita nell'Avia Roma, gioca ancora in Serie C con la Frattese nella stagione 1945-1946.

La stagione successiva passa al Napoli in Serie A dove timbrerà 6 presenze e una rete.

Dopo un anno a Siena in Serie B e uno all'Avellino in Serie C, è ancora al Napoli in Serie B.

Nel 1950 arriva al Cagliari in Serie C. Con i sardi rimarra 5 stagioni, portando la fascia di capitano nelle gestioni Allasio e Soro[2] e conquisterà la promozione in Serie B.

AllenatoreModifica

Dopo che nella stagione 1953-1954 ha assunto per alcune partite il ruolo di giocatore-allenatore del Cagliari, Morgia intraprenderà dopo il ritiro la carriera di allenatore. Nel 1959-1960 è in Serie C al Siena, di cui è stato giocatore, mentre dal 1960 al 1963 è al Chieti, sempre in Serie C.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Napoli: 1949-1950
Siracusa: 1940-1941
Cagliari: 1951-1952

NoteModifica

  1. ^ Le liste di trasferimento, Il Corriere dello Sport, 31 agosto 1956, pag.3
  2. ^ cfr. Tuttocagliari.net

Collegamenti esterniModifica