Apri il menu principale

Otto sotto un tetto

serie televisiva statunitense
Otto sotto un tetto
Otto sotto un tetto.png
Titolo originaleFamily Matters
PaeseStati Uniti d'America
Anno1989-1998
Formatoserie TV
Generesitcom
Stagioni9
Episodi215
Durata23 min. circa
Lingua originaleinglese
Rapporto4:3
Crediti
IdeatoreWilliam Bickley, Michael Warren
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
ProduttoreThomas L. Miller, Robert L. Boyett, William Bickley, Michael Warren (stagioni 2-7), David W. Duclon (stagioni 3-8)
Prima visione
Dal22 settembre 1989
Al17 luglio 1998
Rete televisivaABC/CBS
Opere audiovisive correlate
OriginariaBalki e Larry - Due perfetti americani

Otto sotto un tetto (Family Matters) è una serie televisiva trasmessa originariamente negli USA dalla rete televisiva ABC dal settembre 1989 al maggio 1997. Successivamente la rete CBS lo trasmise dal settembre 1997 al luglio del 1998. La serie è uno spin-off di Balki e Larry - Due perfetti americani (Perfect Strangers).

In Italia è stato trasmesso dalle reti televisive Italia 1 e Canale 5.

Indice

TramaModifica

«Sono stato io a fare questo???.»

(Frase ricorrente di Steve quando combina un disastro.)

Carl Winslow è un ufficiale della polizia di Chicago: inizialmente è un sergente, poi viene promosso a tenente ed infine diventa anche capitano. Vive insieme alla sua numerosa famiglia (la moglie Harriet, i figli Edward, Laura e Judith, la madre Estelle, la cognata Rachel e il nipote Richard) in una grande casa a Chicago. Ma il personaggio probabilmente più conosciuto della serie è il loro vicino di casa, Steve Urkel: questi è un pasticcione clamoroso, commette immancabilmente disastri ed è innamorato (non corrisposto) di Laura, figlia di Carl. Molto nota è la sua frase tipica: «Sono stato io a fare questo?», che dice ogni volta che combina un disastro. Il personaggio di Steve è stato introdotto solo dopo il 12º episodio, con apparizioni brevi e sporadiche; l'immediato gradimento da parte del pubblico convinse la produzione a incentrare di più l'attenzione sul giovane innamorato e combinaguai.

PersonaggiModifica

I vari personaggi sono fortemente caratterizzati e finiscono per ricoprire dei ruoli ben definiti di puntata in puntata, come spesso accade nelle piccole saghe familiari all'americana (un esempio su tutti, la famiglia protagonista de I Robinson).

Personaggi principaliModifica

  • Carl Otis Winslow, interpretato da Reginald VelJohnson, doppiato da Franco Zucca.
    Un corpulento poliziotto, amante del lavoro e molto dedito alla famiglia. Piuttosto burbero e intransigente, si rivela però anche tenero e comprensivo, ad esempio nella gestione della figlia adolescente Laura, e paziente con il pasticcione e invadente Steve, che finirà per diventare suo genero.
  • Harriet Baines-Winslow, interpretata da Jo Marie Payton (ep. 1x01-9x11) e da Judyann Elder (ep. 9x14-9x22), doppiata da Paila Pavese.
    La classica mamma, sempre affaccendata in casa e nella gestione dei figli. Non è però affatto sottomessa al marito: sembra anzi essere l'unica a tenere testa a Carl, riuscendo spesso a risultare come l'elemento forte della coppia.
  • Steve Urkel, interpretato da Jaleel White, doppiato da Monica Ward.
    Inizialmente personaggio secondario, diventa ben presto il vero protagonista della serie. Vicino di casa dei Winslow, stringe un forte rapporto con ognuno dei membri della famiglia, finendo quasi per trasferirsi nella grande casa. Tollerato da Carl, che gli impartisce comiche "lezioni di vita", benvoluto da nonna Estelle e Richard e preso in simpatia da Eddie, Steve è perdutamente innamorato di Laura: i suoi maldestri tentativi di attirare l'attenzione della ragazza, che immancabilmente sfociano in qualche disastro, costituiscono il leit-motiv della serie, nonché i più gustosi siparietti divertenti. Steve, nato il 25 luglio 1976, è comico nell'aspetto e nel vestire (porta grandi occhiali da vista che son sempre lì lì per cascargli dal naso, pantaloni corti alle caviglie e alti in vita tenuti su da stravaganti bretelle e magliette dai colori improbabili) e persino la sua voce stridula e nasale lo rende ridicolo. Ha il potere di rompere qualsiasi cosa tocchi e i suoi piani per conquistare Laura fanno immancabilmente una pessima fine. Nonostante questo, è anche un ragazzo altruista, buono e gentile, e il suo genuino amore per la giovane Winslow lo porta a diventare il suo migliore amico e "spalla". I suoi genitori non appaiono mai, ma dai racconti di Steve, è chiaro che non lo sopportino. Adora ballare la polka e cantare lo yodel, è un bravo suonatore di fisarmonica ed è goloso di formaggio. Molto intelligente e dotato di inventiva, ad un certo punto progetta e mette a punto un complicato macchinario tramite il quale riesce a cambiare il suo aspetto, seppur temporaneamente: nasce così la nemesi "Stefàn Urquelle" che, al contrario di Steve, oltre ad essere romantico è anche affascinante, galante e persino bello. Laura se ne innamora, come quasi tutte le ragazze della sua scuola, ma è ben consapevole che Stefàn è solo un "prodotto" della mente di Steve e questo sogno d'amore è destinato a non poter essere realizzato. Nei panni di Stefàn, però, Steve riesce nel suo intento di conquistare e persino baciare Laura: peccato però che al ritorno nei consueti panni anche i ruoli tradizionali si ristabiliscano. Nell'ultima stagione, Steve riuscirà a fidanzarsi e a sposarsi con Laura.
  • Rachel Baines-Crawford, interpretata da Telma Hopkins, doppiata da Alessandra Korompay.
    La sorella più giovane di Harriette. Trovandosi in difficoltà, con un bambino ancora piccolo da crescere da sola dopo la morte di suo marito, va a vivere a casa Winslow partecipando attivamente alla vita della famiglia, diventando in particolare "complice" di Laura. Durante la prima stagione, cerca di sfondare come scrittrice. Successivamente prenderà in gestione un bar/tavola calda coinvolgendo un po' tutti i parenti (Laura, Eddie, Steve e Waldo vi lavorano come camerieri), riuscendo così ad emanciparsi e a realizzarsi in ambito lavorativo.
  • Estelle Winslow-Thomas, interpretata da Rosetta LeNoire, doppiata da Mirella Pace.
    L'anziana e saggia madre di Carl, che non manca mai di dare un buon consiglio, sempre con una dose abbondante di ironia e sarcasmo. Dimostra particolare benevolenza e affetto verso Steve, che spesso la chiama "Estelle, my Belle". Si sposerà con l'affascinante Fletcher Thomas.
  • Edward Arthur Winslow, interpretato da Darius McCrary, doppiato da Francesco Bulckaen.
    Detto spesso "Eddie", è il figlio maggiore. Nato il 28 gennaio 1974, viene dipinto come un ragazzo di buon cuore e di sani principi, ma un po' svogliato e incline a lasciarsi mettere nei guai dagli amici, tra cui Waldo e Steve, soprattutto quando si tratta di ragazze. Maturerà molto nel corso della serie, rendendo Carl sempre più orgoglioso di lui.
  • Laura Winslow, interpretata da Kellie Shanygne Williams, doppiata da Monica Bertolotti.
    La seconda figlia. Nata a Chicago il 23 maggio 1976, è la ragazza ideale: bella, intelligente, responsabile, matura e molto popolare, una vera leader. Oggetto costante delle attenzioni di Steve, presto si abituerà all'ingombrante presenza dell'amico arrivando a risultarne persino gelosa. Carl e Harriette si scontreranno spesso sulla sua educazione, ma Laura dimostrerà sempre di avere la testa sulle spalle. Aspira a diventare un avvocato. Nell'ultima stagione del telefilm, Laura si renderà conto di essere innamorata di Steve e accetterà la sua proposta di matrimonio.
  • Judy Winslow, interpretata da Valerie Jones (solo ep. 1x01) e da Jaimee Foxworth (st. 1-4), doppiata da Paola Valentini (st. 1) e da Ilaria Latini (st. 2-4).
    La terza figlia. Nata nel 1979, appare pochissimo nella trama degli episodi e dopo la quarta stagione viene eliminata completamente dalla serie. Nessuna spiegazione viene data alla sua scomparsa, la storia va avanti come se i Winslow avessero solo due figli e Judy non fosse mai esistita.
  • Richard "Richie" Crawford, interpretato da Joseph e Julius Wright (st. 1) e da Bryton McClure (st. 2-9), doppiato da Laura Latini.
    Il figlio di Rachel e il più piccolo di casa: quando la serie inizia, è appena un neonato. Insieme a nonna Estelle è l'unico della famiglia a provare fin dall'inizio simpatia verso Steve. Vuole bene a suo zio Carl come a un padre.
  • Waldo Geraldo Faldo, interpretato da Shawn Harrison, doppiato da Corrado Conforti.
    Il miglior amico di Eddie che, a partire dalla terza serie, frequenta spesso casa Winslow. Non certo di bell'aspetto, poco intelligente e sempliciotto, finisce spesso col cacciarsi nei guai coinvolgendo Eddie. Non di rado entrambi devono poi rivolgersi a Carl il quale, anche grazie al suo mestiere di poliziotto, sistema le cose. Nonostante il suo scarso acume, Waldo è un cuoco formidabile.
  • Myra Monkhouse, interpretata da Michelle Thomas, doppiata da Maura Cenciarelli.
    Una ragazza brillante e attraente che condivide gli stessi interessi con Steve ed è follemente innamorata di lui. Pur sapendo che Steve non ha occhi che per Laura, tenta in tutti i modi di conquistarlo dimostrandosi spesso grottesca e invadente nel cercare di ottenere le sue attenzioni. Avrà comunque una relazione con Steve che dura per qualche anno, fino a che Steve non rompe con lei nell'ultima stagione per iniziare una vera storia con Laura. Consumata dalla gelosia, Myra cercherà ancora di ostacolare il loro rapporto.
  • 3J, interpretato da Orlando Brown.
    Il migliore amico di Richie che verrà adottato da Carl e Harriette nelle ultime stagioni. Il suo vero nome è Jerry Jamal Jameson.

Personaggi secondariModifica

  • Maxine, interpretata da Cherie Johnson, doppiata da Francesca Fiorentini.
    La migliore amica di Laura, che per buona parte della serie fa coppia con Waldo.
  • Ted Curran, interpretato da Patrick J. Dancy.
    Il fidanzato di Laura (e cugino di Myra) nella quarta stagione.
  • Faina (Weasel), interpretato da Shavar Ross.
    Un amico di Eddie e Waldo, che spesso caccia nei guai proprio Eddie e compare nella quarta e quinta stagione.
  • Tenente Murtaugh, interpretato da Barry Jenner.
    Il tenente di Carl nella seconda e terza stagione. Quando Carl viene promosso a tenente, prende il suo posto.
  • Marion Savage, interpretato da Sherman Hemsley.
    Il capitano di Carl, compare in tutta la sesta stagione per poi scomparire nella settima stagione quando Carl viene anche promosso a capitano.
  • Greta McClure, interpretata da Tammy Townsend, doppiata da Antonella Baldini.
    La ragazza di Eddie nelle ultime stagioni.

EpisodiModifica

Originariamente, la serie è andata in onda negli Stati Uniti tra il 1989 e il 1998, ed era composta di 9 stagioni e 214 episodi, tra cui ve ne era uno speciale, della durata di un'ora, che nelle repliche successive, e nelle trasmissioni in Italia, è stato diviso in due parti, portando così il numero totale di episodi a 215.

Stagione Episodi Prima TV USA
Prima stagione 22 1989-1990
Seconda stagione 25 1990-1991
Terza stagione 25 1991-1992
Quarta stagione 24 1992-1993
Quinta stagione 24 1993-1994
Sesta stagione 25 1994-1995
Settima stagione 24 1995-1996
Ottava stagione 24 1996-1997
Nona stagione 22 1997-1998

TematicheModifica

Otto sotto un tetto affronta temi che sono comuni ai telefilm familiari americani degli anni ottanta-novanta. La famiglia è sempre al centro dell'azione, i legami tra i componenti sono posti in risalto da situazioni tese a volte a rinforzarli (quando zia Rachel decide di rilevare un bar tutti accorrono in suo aiuto), altre a metterli apparentemente a rischio (Carl deve spesso riprendere Eddie che preferisce frequentare amici non sempre affidabili piuttosto che studiare). Un altro tema ricorrente è quello del "diverso", rappresentato da Steve, che viene accolto nella famiglia e protetto come se fosse un componente naturale nonostante a volte sembri e si comporti da autentico freak.

L'evoluzione dei personaggiModifica

All'inizio della nona serie l'attrice Jo Marie Payton abbandona la serie, sostituita poi da Judyann Elder che si può vedere anche nel film Sette anime di Gabriele Muccino. Un caso a parte è l'attrice Jaimee Foxworth, che lascia la serie a causa della madre, che chiedeva più soldi e importanza al personaggio della figlia. I produttori hanno escluso qualsiasi trattativa e la terza figlia Winslow, Judy, scompare dalla serie. Dopo l'esclusione dalla serie l'attrice cade in depressione, ha problemi di dipendenza dalla droga e tra il 2000 e il 2002 interpreta film pornografici. Tra i vari personaggi minori ricordiamo anche Michelle Thomas nella serie Myra, ammiratrice di Urkel, diretta rivale di Laura: l'interprete muore lo stesso anno della chiusura della serie per cancro allo stomaco all'età di 30 anni.

Doppiaggio italianoModifica

SiglaModifica

La sigla della serie era inizialmente What a Wonderful World di Louis Armstrong; dopo cinque episodi è stata sostituita da As Days Go By di Jesse Frederick, Bennet Salvay e Scott Roeme.

ProduzioneModifica

La vettura utilizzata da Steve Urkel è una BMW Isetta che a sua volta derivava dalla italianissima Iso Isetta

La vettura utilizzata da Laura Winslow è una Fiat 124 Spider

Influenza culturaleModifica

Spesso quando viene inquadrata la dimora dei Winslow appare in primissimo piano una Fiat X1/9. Tale circostanza viene ripresa in una scena de i Simpson

Collegamenti esterniModifica

  Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione