Apri il menu principale

P.J. Tucker

cestista statunitense
P.J. Tucker
Pjtucker.jpg
Tucker con la canotta dei Phoenix Suns
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 198 cm
Peso 111 kg
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Ruolo Ala piccola / Ala grande
Squadra Houston Rockets
Carriera
Giovanili
Enloe High School
2003-2006Texas Longhorns
Squadre di club
2006-2007Toronto Raptors17 (30)
2007Colorado 14ers19 (203)
2007-2008Hapoel Holon26 (380)
2008-2010Donec'k30
2010Bnei HaSharon7 (131)
2010-2011Aris Salonicco18 (217)
2011Sutor Montegranaro3 (37)
2011-2012Brose Bamberg34 (530)
2012-2017Phoenix Suns377 (3.032)
2017Toronto Raptors24 (139)
2017-Houston Rockets164 (1.103)
Nazionale
2019Stati Uniti Stati Uniti1 (3)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 17 agosto 2019

Anthony Leon "P.J." Tucker (Raleigh, 5 maggio 1985) è un cestista statunitense, professionista nella NBA con gli Houston Rockets.

Caratteristiche tecnicheModifica

È un'ala piccola che può giocare anche come ala grande, molto bravo nella metacampo difensiva,[1][2] tanto da essere considerato uno dei migliori difensori dell'NBA,[1][2][3][4] ed è un buon tiratore da 3 punti.[5]

CarrieraModifica

NBA (2006-2007)Modifica

Toronto Raptors (2006-2007)Modifica

Il 27 giugno 2006, durante il Draft NBA 2006, Tucker venne selezionato come 35esima scelta dai Toronto Raptors.[6] Tuttavia Tucker non trovò molto spazio con i canadesi, tanto che venne spedito spesso in D-League ai Colorado 14ers e venne poi tagliato dai Raptors nel marzo 2007.

Summer League 2007Modifica

Dopo essere stato tagliato dai Raptors si aggregò ai Cleveland Cavaliers per giocare la Summer League 2007.[7] Alla fine della manifestazione non venne riconfermato dai Cavs.

In giro per l'Europa (2007-2012)Modifica

Nel 2007 firmò un contratto con l'Hapoel Holon, andando così a giocare in Israele.

Il 29 aprile 2011 venne ingaggiato dalla Sutor Montegranaro per la parte finale del Campionato di Serie A.[8]

Fece il suo esordio in maglia Sutor il 1º maggio contro la Lottomatica Roma contribuendo alla vittoria della sua squadra, realizzando 10 punti e catturando 8 rimbalzi.

Il 29 luglio 2011 andò a giocare in Germania firmando con il Brose Bamberg.[9] In Germania Tucker disputò una grande annata vincendo il Campionato e la Coppa di Germania oltre che l'MVP delle Finals.

Ritorno in NBA (2012-)Modifica

Phoenix Suns (2012-2017)Modifica

Dopo non aver rifirmato con il Brose Bamberg andò a giocare in Summer League con i Phoenix Suns.[10] Al termine della manifestazione nonostante si fosse accordato con lo Spartak San Pietroburgo,[11] il 2 Agosto 2012 uscì dal contratto che firmò con la squadra russa per firmare un contratto annuale, con opzione per il secondo anno proprio con i Phoenix Suns, che rimasero ben impressionati dalle sue prestazioni estive facendolo tornare così dopo 5 anni in giro per il mondo a giocare in NBA.[12] A Phoenix Tucker si fece notare subito al debutto in Regular Season segnando 10 punti nella gara persa in casa col punteggio di 87-85 contro i Golden State Warriors.[13] Dopo essere stato titolare a fasi alterne il primo anno, nei 3 successivi fu il titolare della squadra, tanto che nella stagione 2015-2016 giocò tutte le 82 partite della squadra, di cui 80 da titolare. Nel quinto anno a Phoenix Tucker giocò 57 partite, ma solo 17 da titolare per fare spazio all'emergente T.J. Warren, dato da molti in corsa per il MIP. Tuttavia questo fu l'ultimo anno in Arizona per Tucker che in febbraio venne ceduto.

Ritorno ai Toronto Raptors (2017)Modifica

Il 23 febbraio 2017 durante la trade deadline, i Phoenix Suns scambiarono Tucker ai Toronto Raptors per Jared Sullinger e due scelte future al secondo turno.[14] Tucker tornò così a giocare nella squadra che 11 anni prima lo scelse al Draft e lo fece esordire in NBA.[15] Ai Raptors Tucker ebbe il ruolo di riserva di DeMarre Carroll. Con la franchigia canadese Tucker giocò per la prima volta in carriera nei playoffs NBA. Dopo aver eliminato per 4-2 i Milwaukee Bucks al primo turno, i canadesi uscirono al secondo turno venendo sweepati dai Cleveland Cavaliers futuri finalisti. Tucker comunque disputò delle ottime partite nei playoffs.

Houston Rockets (2017-)Modifica

Dopo non aver rinnovato coi Raptors, il 6 luglio 2017, Tucker firmò un contratto quadriennale da 32 milioni di dollari con gli Houston Rockets.[16][17]

Al suo debutto con i Rockets, Tucker segna 20 punti nella vittoria 122-121 contro i Golden State Warriors, realizzando due tiri liberi con 44.1 secondi rimasti sul cronometro. Giocò tutte le 82 partite nel corso della stagione regolare (di cui 34 da titolare), venendo impiegato anche da ala grande.

Nelle Western Conference Finals contro Golden State, in gara 2 Tucker segnò il massimo di punti in carriera ai playoffs, realizzando 22 punti, e contribuendo a pareggiare la serie a 1-1.[18] I Rockets non riuscirono comunque a raggiungere le finali, perdendo 4-3 contro i campioni in carica.

La stagione succesiva diventò titolare della squadra giocando tutte le 82 gare in RS da titolare.

NazionaleModifica

Il 6 aprile 2018 venne inserito nei 35 convocati del team USA per il biennio 2018-2020.[19] Venne confermato in rosa tra i pre-convocati in vista del Mondiale 2019 in Cina il 10 giugno dello stesso anno,[20] debuttò anche in occasione di un'amichevole tra nazionali statunitensi il 9 agosto,[21] salvo poi abbandonare il roster per infortunio il 16 agosto.[22]

StatisticheModifica

NBAModifica

Regular seasonModifica

Stagione Squadra PG PI MPG FG% 3P% FT% RPG APG SPG BPG PPG
2006-07 Toronto Raptors 17 0 4,9 50,0 0,0 57,1 1,4 0,2 0,1 0,0 1,8
2012-13 Phoenix Suns 79 45 24,2 47,3 31,4 74,4 4,4 1,4 0,8 0,2 6,4
2013-14 Phoenix Suns 81 81 30,7 43,1 38,7 77,6 6,5 1,7 1,4 0,3 9,4
2014-15 Phoenix Suns 78 63 30,6 43,8 34,5 72,7 6,4 1,6 1,4 0,3 9,1
2015-16 Phoenix Suns 82 80 31,0 41,1 33,0 74,6 6,2 2,2 1,3 0,2 8,0
2016-17 Phoenix Suns 57 17 28,5 41,5 33,8 79,2 6,0 1,3 1,5 0,2 7,0
2016-17 Toronto Raptors 24 4 25,4 40,6 40,0 68,8 5,4 1,1 1,3 0,2 5,8
2017-18 Houston Rockets 82 34 27,8 39,0 37,1 71,7 5,6 0,9 1,0 0,3 6,1
2018-19 Houston Rockets 82 82 34,2 39,6 37,7 69,5 5,8 1,2 1,6 0,5 7,3
Carriera 582 406 28,7 42,2 36,1 74,4 5,7 1,4 1,2 0,3 7,4

PlayoffsModifica

Anno Squadra PG PI MPG FG% 3P% FT% RPG APG SPG BPG PPG
2017 Toronto Raptors 10 1 25,1 36,7 32,1 62,5 5,7 1,1 0,6 0,3 5,0
2018 Houston Rockets 17 17 33,5 48,1 46,7 66,7 6,5 1,3 0,6 0,8 8,9
2019 Houston Rockets 11 11 38,7 45,5 45,6 82,6 7,5 1,7 1,7 0,7 11,4
Carriera 38 29 32,8 44,9 43,8 73,5 6,6 1,4 0,9 0,6 8,6

Cronologia presenze e punti in NazionaleModifica

Cronologia completa delle presenze e dei punti in Nazionale -   Stati Uniti
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Punti Note
9-8-2019 Las Vegas Stati Uniti   97 - 78   Stati Uniti Amichevole 3 [21]
Totale Presenze 1 Punti 3


PalmarèsModifica

SquadraModifica

Hapoel Holon: 2007-2008
Brose Bamberg: 2011-2012
Brose Bamberg: 2012
Brose Bamberg: 2011

IndividualeModifica

  • NCAA AP All-America Second Team: 1
2006
Brose Bamberg: 2011-12

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) Jonathan Abrams, It's a Good Time to Be PJ Tucker, su Bleacher Report. URL consultato il 31 marzo 2019.
  2. ^ a b D'Antoni: PJ Tucker one of the best defenders I've ever seen, deserves to be on All-Defensive team, su Sportando. URL consultato il 31 marzo 2019.
  3. ^ Matt Ellentuck, P.J. Tucker is making the NBA role player fashionable, su SBNation.com, 7 maggio 2019. URL consultato l'11 maggio 2019.
  4. ^ (EN) Lang Whitaker, The top defenders in the NBA today, su NBA.com. URL consultato l'11 maggio 2019.
  5. ^ (EN) Rockets' PJ Tucker once again leads NBA in corner three-pointers, su HoopsHype, 5 dicembre 2018. URL consultato il 31 marzo 2019.
  6. ^ 2006 Raptors Draft Central | THE OFFICIAL SITE OF THE TORONTO RAPTORS, su www.nba.com. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  7. ^ Cleveland Cavaliers Summer League Roster - RealGM, su basketball.realgm.com. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  8. ^ Montegranaro si rinforza, preso PJ Tucker, su www.corrieredellosport.it. URL consultato il 24 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2017).
  9. ^ (EN) Brose Baskets adds scoring ace Tucker, in Welcome to EUROLEAGUE BASKETBALL. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  10. ^ Sean Sullivan, Phoenix Suns 2012 NBA Summer League Team: Roster, Schedule, And Summary, su Bright Side Of The Sun, 9 luglio 2012. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  11. ^ (EN) Spartak SPB puts scorer Carter on the perimeter, in Welcome to 7DAYS EuroCup. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  12. ^ (EN) SUNS SIGN P.J. TUCKER | THE OFFICIAL SITE OF THE PHOENIX SUNS, su www.nba.com. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  13. ^ Warriors vs. Suns - Box Score - October 31, 2012 - ESPN, su ESPN.com. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  14. ^ (EN) Reports: Toronto Raptors add veteran forward P.J. Tucker, su nba.com, 23 febbraio 2017.
  15. ^ (EN) Canoe inc., Raptors fill need by bringing Tucker back to Toronto, in canoe.com. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  16. ^ Rockets, P.J. Tucker agree to 4-year, $32 million contract, in The Dream Shake. URL consultato il 2 luglio 2017.
  17. ^ (EN) Sources: Rockets add depth, agree with Tucker, su ESPN.com, 2 luglio 2017. URL consultato il 31 marzo 2019.
  18. ^ Rodger Sherman, P.J. Tucker’s Game 2 Was a Moreyball Clinic, su The Ringer, 17 maggio 2018. URL consultato il 13 aprile 2019.
  19. ^ (EN) USA Basketball Announces 35-Player 2018-20 Men's National Team Pool, su SLAM, 17 agosto 2018. URL consultato il 17 agosto 2019.
  20. ^ (EN) Official release, Players selected for Team USA's 2019 training camp, su NBA.com. URL consultato il 17 agosto 2019.
  21. ^ a b (EN) 2019 USA Men's National Team White vs. Blue Game, su www.usab.com. URL consultato il 17 agosto 2019.
  22. ^ Anche PJ Tucker lascia Team USA: roster a 14, su sport.sky.it. URL consultato il 17 agosto 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica