Apri il menu principale
Pa Sak
แม่น้ำป่าสัก
Tug and barges on the Pa Sak River.jpg
Il Pa Sak ad Ayutthaya
StatoThailandia Thailandia
RegioniProvincia di Loei
Provincia di Phetchabun
Provincia di Lopburi
Provincia di Saraburi
Provincia di Ayutthaya
Lunghezza513 km
Bacino idrografico16 291 km²[1]
Nascedai Monti Phetchabun
17°14′54.34″N 101°20′54.35″E / 17.248428°N 101.348431°E17.248428; 101.348431
AffluentiLopburi
Sfocianel fiume Chao Phraya
14°21′51″N 100°34′48″E / 14.364167°N 100.58°E14.364167; 100.58Coordinate: 14°21′51″N 100°34′48″E / 14.364167°N 100.58°E14.364167; 100.58
Mappa del fiume

Il fiume Pa Sak (in lingua thai: แม่น้ำป่าสัก, Mènam Pasak; letteralmente: foresta di teck[2]) è un affluente di sinistra del fiume Chao Phraya, in Thailandia. Scorre per 513 km e sfocia nel Chao Phraya alla periferia di Ayutthaya.

CorsoModifica

Il Pa Sak nasce nel distretto di Dan Sai della provincia di Loei dai Monti Phetchabun e si snoda sinuoso verso sud tra le due catene che formano i Phetchabun. Dopo pochi chilometri entra nella provincia di Phetchabun, continua a scorrere tra le due catene e attraversa il capoluogo Phetchabun. Nella sua discesa verso sud supera la zona montuosa e passa nella pianura centrale thailandese entrando prima nella provincia di Lopburi e poi in quella di Saraburi; al confine tra le due province è stata costruita sul fiume la diga di Pasak Chonlasit[3] per controllare le piene del fiume nella stagione delle piogge e per l'irrigazione delle campagne circostanti. Il lago omonimo formato dalla diga si sviluppa quasi esclusivamente nella provincia di Lopburi.[4]

Nel suo ultimo tratto il fiume curva verso ovest e bagna la periferia settentrionale di Saraburi prima di entrare nella provincia di Ayutthaya. Giunto alla periferia nord-est del parco storico di Ayutthaya, ex capitale del Siam, riceve le acque del Lopburi nei pressi di wat Tong Pu[5] e dopo circa 3 km il Pa Sak affluisce nel Chao Phraya.[4]

StoriaModifica

Nelle valli del Lopburi e del Pa Sak, al pari di altre valli della Thailandia Centrale, vi sono tracce di diversi stanziamenti risalenti al I millennio dei Mon della confederazione Dvaravati, famosa per il ruolo storico e culturale che ebbe nella civilizzazione del Sud-est asiatico.[6] Ayutthaya fu scelta come capitale del regno nel XIV secolo per la caratteristica conformazione dei tre fiumi Lopburi, Pa Sak e Chao Phraya, che formano un'isola e di conseguenza un'ottima protezione in caso di attacchi militari.[7]

NoteModifica

  1. ^ (EN) 25 BASINS IN THAILAND. URL consultato il 30 novembre 2017 (archiviato dall'url originale).
  2. ^ (TH) -(EN) Search result for ป่าสัก, su dict.longdo.com. URL consultato il 30 novembre 2017. (dizionario thai-inglese online)
  3. ^ (EN) Pasak Chonlasit Dam, su tourismthailand.org. URL consultato il 30 novembre 2017.
  4. ^ a b Dati tratti da Google maps
  5. ^ (EN) Geography and environment of Phranakhonsriayutthaya Province, su ayutthaya.go.th. URL consultato il 3 agosto 2017.
  6. ^ (EN) Ian Glover, Southeast Asia: From Prehistory to History, RoutledgeCurzon, 2004, p. 131, ISBN 0-415-29777-X.
  7. ^ (EN) Historic City of Ayutthaya, su whc.unesco.org. URL consultato il 3 agosto 2017.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Thailandia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Thailandia