Apri il menu principale
Pac-Man Plus
videogioco
Pac-Man Plus.png
Schermata del gioco
PiattaformaArcade
Data di pubblicazione1982
GenereAzione
OrigineStati Uniti
SviluppoBally Midway
PubblicazioneBally Midway
Modalità di giocoSingolo giocatore, 2 alternati
Preceduto daSuper Pac-Man
Seguito daJr. Pac-Man
Specifiche arcade
CPUZ80 a 3,072 MHz
Processore audioNamco 3-channel WSG a 96 kHz
SchermoRaster verticale
Risoluzione224 x 288, 60,61 Hz, 16 colori
Periferica di inputJoystick 4 direzioni

Pac-Man Plus è un videogioco arcade, quarto capitolo della serie Pac-Man, anche se non viene considerato un sequel a tutti gli effetti bensì un aggiornamento del Pac-Man originale, che lo rende generalmente più veloce e difficile, rivolto soprattutto a chi era già esperto dell'originale[1]. Venne pubblicato dalla Bally Midway nel 1982, senza l'autorizzazione di Namco (autrice originale di Pac-Man), come già era successo con Ms. Pac-Man.

Era venduto come kit di conversione delle macchine esistenti di Pac-Man e Ms. Pac-Man, alle quali veniva modificato solo parte dell'hardware per ottenere Pac-Man Plus. Era il primo kit legale per Pac-Man, e anche in assoluto la prima modifica di questo tipo a essere legale e di ampia diffusione; dal 1982, infatti, aziende indipendenti avevano iniziato a produrre potenziamenti non ufficiali per videogiochi arcade, ma i produttori originali avevano ottenuto in tribunale di farli dichiarare illegali[2].

Pac-Man Plus è l'unico gioco della serie arcade classica di Pac-Man che non venne mai convertito ufficialmente per altre piattaforme dei suoi tempi; apparve solo molti anni dopo come gioco per cellulari[3] e in alcuni modelli delle console dedicate Namco Plug & Play.

Modalità di giocoModifica

Pac-Man Plus è del tutto simile al primo Pac-Man, a parte qualche cambiamento nella meccanica del gioco creato ad hoc per vanificare ogni percorso e strategia fissa utilizzabile nella prima versione. Lo scopo del gioco rimane quindi lo stesso: ripulire il labirinto da ogni pallina evitando il contatto con i fantasmi che pattugliano i vari percorsi.

Fra i cambiamenti più importanti troviamo il labirinto verde anziché blu, sebbene la forma rimanga identica, e l'introduzione di nuovi oggetti bonus (come per esempio una lattina di Coca-Cola) che vanno ad aggiungersi alla frutta delle prime versioni. Ora questi oggetti appaiono casualmente al centro del labirinto e non hanno solo la funzione di aumentare il punteggio, ma a volte fanno anche da power-up, rendendo i fantasmi temporaneamente vulnerabili a Pac-Man come le palline speciali, ma rispetto a queste i fantasmi mangiati valgono punteggio doppio.

Un altro cambiamento di minore importanza è nella forma che assumono i fantasmi quando Pac-Man è sotto l'effetto dei power-up: oltre a diventare blu gli spunta un picciolo con fogliolina sulla testa, come se fossero frutti da mangiare.

Effetti casualiModifica

Un'altra modifica importante nella meccanica di gioco riguarda l'introduzione di piccoli comportamenti anomali generati casualmente dal gioco quando vengono mangiati i power-up. Gli effetti speciali possono essere i seguenti:

  • Diventano blu, quindi vulnerabili, soltanto tre dei fantasmi. Il quarto, scelto a caso, rimane letale, ma cambia comunque direzione appena si mangia il power-up, smettendo eventualmente per un momento di inseguire Pac-Man.
  • Le pareti del labirinto diventano temporaneamente invisibili.
  • I fantasmi diventano invisibili finché sono blu.

Nei livelli più avanzati inoltre le pareti del labirinto diventano invisibili in modo permanente.

NoteModifica

  1. ^ Video Games, Electronic Games
  2. ^ Creative Computing Video & Arcade Games, Electronic Games
  3. ^ (EN) Pac-Man Plus, su namcogames.com (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2011).

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi