Apri il menu principale
Pagine Libere
StatoItalia Italia
LinguaItaliano
Periodicitàquindicinale, dal 1921 mensile
Genererivista politica e culturale
Formatoquaderno (27 cm)
FondatoreAngelo Oliviero Olivetti
Fondazione15 dicembre 1906
Chiusuraaprile 1968
SedeLugano, poi Roma
Milano (dal 1946)
DirettoreAngelo Oliviero Olivetti
ISSN1126-9421 (WC · ACNP)
 

Pagine libere (sottotitolo: «rivista quindicinale di politica, scienza ed arte») è stata una rivista politica e culturale di matrice sindacalista rivoluzionaria.

Indice

Cenni storiciModifica

Fondata nel 1906 a Lugano per iniziativa di Angelo Oliviero Olivetti, «Pagine libere» fu, assieme a «Il Divenire sociale» di Roma (1905-1910), la principale rivista del sindacalismo rivoluzionario italiano fino al 1911, quando i dissensi interni dovuti alla posizione da prendere nei confronti della guerra italo-turca misero fine alla serie luganese. Questa serie diede ampio spazio alla parte letteraria.
Rientrato in Italia, il direttore Olivetti riprese le pubblicazioni a Milano nel 1914 con lo scopo di promuovere l'intervento in guerra dell'Italia. La nuova serie, che durò dal 1920 al 1922, difese le idee del sindacalismo nazionale dell'UIL con articoli dichiaratamente antifascisti. Essa terminò allorché il direttore e fondatore Olivetti aderì al fascismo, iniziando quindi un'attiva e intensa collaborazione a «Il Popolo d'Italia» (1922).

Nel secondo dopoguerra la rivista omonima fu l'espressione sindacale della Destra nazionale e poi, tramite Ivo Laghi, della CISNAL. Chiuse le pubblicazioni nel 1988.

Serie, sedi e sottotitoliModifica

  • Dicembre 1906-1911 (Lugano) : "Rivista quindicinale di politica, scienza ed arte"
  • 1911-1º gennaio 1912 (Lugano) : "Rivista del sindacalismo italiano"
  • 1914 (Milano) : "Rivista di critica, di politica, di cultura"
  • 1920-1922 (Bergamo, Milano) : "Rivista quindicinale di politica, scienze ed arte"
  • Maggio 1946-1952, 1956-1968 (Roma) : "Rivista mensile"
  • 1984-1988 (Roma) : "Mensile culturale"

DirettoriModifica

Direttori letterariModifica

Lista parziale di collaboratoriModifica

BibliografiaModifica

  • Willy Gianinazzi, Intellettuali in bilico. «Pagine libere» e i sindacalisti rivoluzionari prima del fascismo, Unicopli, Milano 1996.
  • M.R. Del Cioppo, F. Chiesa e il settore letterario di 'Pagine libere' , in "L'Almanacco" (Bellinzona, CH), 8, 1989.

Collegamenti esterniModifica