Apri il menu principale
Palasport Livio Romare
Palasport Livio Romare.jpg
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneViale dell'Industria
Schio
Inizio lavori1987
Inaugurazione1987
StrutturaPalazzetto dello sport
Mat. del terrenoParquet
ProprietarioComune di Schio
Uso e beneficiari
PallacanestroPall. Schio
Capienza
Posti a sedere2600
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°42′51.84″N 11°22′40.08″E / 45.7144°N 11.3778°E45.7144; 11.3778

Il palasport Livio Romare è un palazzetto dello sport di Schio, in provincia di Vicenza.

Noto sin dalla sua inaugurazione come PalaCampagnola, dal nome della località sul quale sorge, è stato intitolato il 5 dicembre 2015 all'ex giocatore di volley scledense Livio Romare (uno tra i protagonisti dei successi pallavolistici della squadra cittadina negli anni novanta), ad un anno dalla sua prematura scomparsa[1]. Il palasport è un impianto dotato di 2600 posti a sedere, tuttavia nelle partite dalla grande affluenza come le finali scudetto, il pubblico presente all'interno dell'impianto può esser aumentato. Nel palasport sono installati gli impianti per la pallacanestro e pallavolo. Nei locali del piano interrato sono inoltre installati gli impianti per l'arrampicata sportiva e la palestra per la ginnastica artistica, utilizzata dalla società Fortitudo[2].

Interno del palasport

Dalla stagione 1988/89 la Pallacanestro Femminile Schio vi gioca le sue partire casalinghe. Questo palazzetto è stato il teatro dei nove scudetti vinti dalle scledensi. Nella stagione 2007-08 il PalaCampagnola è stato l'unico palazzetto della serie A1 di pallacanestro femminile a rimanere imbattuto al termine sia della stagione regolare che dei play off.

Negli anni novanta ha rappresentato il campo casalingo per la squadra di pallavolo maschile Jockey-Deroma / Wuber militante in serie A1 e A2.

Occasionalmente l'impianto viene utilizzato per manifestazioni ed eventi quali concerti musicali, competizioni di ballo, eccetera.

Dal marzo 2018 è stata allestita presso il palasport una sala museo del Famila basket, la prima del genere in Italia dedicata a una squadra femminile di pallacanestro; intitolata a Antonio Cestaro, padre del presidente della società scledense, nella sala vengono esposti i trofei vinti dalla squadra, le formazioni i dati e le curiosità delle varie annate sportive, le divise delle giocatrici[3].

NoteModifica

  1. ^ http://www.fipavvicenza.it/index.php?option=com_zoo&task=item&item_id=2110&Itemid=182
  2. ^ Comune di Schio: elenco impianti sportivi comunali[1]
  3. ^ [2] Sala museo del Famila basket

Altri progettiModifica