PalaTricalle Sandro Leombroni

arena coperta di Chieti
PalaTricalle "Sandro Leombroni"
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneChieti
Inaugurazione1984
StrutturaPalazzetto dello Sport
Ristrutturazione2007
Mat. del terrenoParquet
ProprietarioComune di Chieti
Uso e beneficiari
PallacanestroTeate Basket
PallavoloPallavolo Teatina
SchermaTeate Scherma
Capienza
Posti a sedere2600
Mappa di localizzazione

Coordinate: 42°21′33.6″N 14°09′46.35″E / 42.359333°N 14.162875°E42.359333; 14.162875

Il PalaTricalle Sandro Leombroni è un'arena coperta di Chieti con una capienza di circa 2 600 posti.[1]

Descrizione e storiaModifica

Posizionato all'esterno del centro storico, nel quartiere Tricalle, l'impianto è facilmente raggiungibile da tutte le autostrade e le strade statali senza dover necessariamente transitare nel centro urbano.

Inaugurato nel 1984, il palasport è stato ristrutturato nel 2007 con significativa riduzione della capienza degli spalti al fine di aumentare la superficie di gioco ai mutati criteri di omologazione sportiva nazionale ed internazionale nonché di adeguamento alle esigenze della stampa e delle riprese televisive. È dotato di soffitto particolarmente alto che poggia su tribune triangolari, quattro vani di entrata agli angoli della base a pianta quadrata e adiacente ampio parcheggio esterno, ad uso esclusivo e servito da due rampe di accesso carrabili.

L'11 maggio 2011 l'impianto è stato intitolato ad Alessandro Leombroni, cestista della Pallacanestro Chieti scomparso a 54 anni nel 2004. Fu il primo atleta teatino a giocare in serie A1 di pallacanestro.

La struttura ha ospitato la fase finale degli Europei Femminili di Pallacanestro 2007 e competizioni di pallavolo e di ginnastica artistica dei Giochi del Mediterraneo 2009.

NoteModifica

  1. ^ PalaTricalle Sandro Leombroni, pallacanestrochieti.com. URL consultato il 20 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 21 ottobre 2013).