Apri il menu principale
Palazzo Bonfadini Vivante
Venezia - Palazzo Bonfardini Vivante - Foto di Paolo Steffan.jpg
La facciata sul canale di Cannaregio
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneVeneto Veneto
LocalitàVenezia
Indirizzosestiere di Cannaregio
Coordinate45°26′39.74″N 12°19′24.54″E / 45.444371°N 12.323484°E45.444371; 12.323484Coordinate: 45°26′39.74″N 12°19′24.54″E / 45.444371°N 12.323484°E45.444371; 12.323484
Informazioni generali
Condizioniin ristrutturazione
CostruzioneXVI secolo
Pianiquattro
Realizzazione
ProprietarioFinalba seconda s.p.a.
Committentefamiglia Bonfadini

Palazzo Bonfadini Vivante è un'architettura di Venezia, ubicata nel sestiere di Cannaregio e affacciata sul canale di Cannaregio.

StoriaModifica

Il palazzo fu edificato nel XVI secolo per essere residenza dei Bonfadini, famiglia di mercanti tirolesi (Colle Santa Lucia), poi entrati nel patriziato veneziano.

A metà del XVII secolo fu completata la facciata oggi ancora visibile.

Nel XIX secolo subentrò, inizialmente come affittuaria, la famiglia ebrea dei Vivante, che diedero il secondo nome al palazzo.

Nella prima metà del XX secolo, l'edificio subisce un lungo degrado, da cui è riscattato con un'importante opera di restauro, attuata dai nuovi proprietari negli anni novanta.

Nel 2017 acquistato dalla società finalba seconda s.p.a.

ArchitetturaModifica

La facciata di Palazzo Bonfadini si presenta piuttosto semplice. Disposta su tre livelli più un mezzanino di sottotetto, essa ha due portali rettangolari al piano terra; al piano nobile (secondo piano) c'è l'elemento di maggior rilievo, una serliana con parapetto metallico, a cui corrispondono, al primo piano, tre aperture quadrangolari di dimensioni inferiori, anch'esse con parapetto.

Da notare infine, in alto, un sottile cornicione dentellato e, la presenzia di marcapiano.

Maggior valore artistico hanno gli interni, nei quali si celano grandiose opere pittoriche, realizzate tra XVIII e XIX secolo: una serie di stucchi di Giuseppe Castelli fa da corredo a un ciclo di affreschi neoclassici, tra i cui autori si ricordano Giuseppe Borsato e Giambattista Canal.

BibliografiaModifica

  • Marcello Brusegan, I palazzi di Venezia, Newton Compton 2007, p. 43-4.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàLCCN (ENn98051120 · WorldCat Identities (ENn98-051120