Apri il menu principale

Palazzo Malfatti

edificio di Massa Marittima
Palazzo Malfatti
Logge del comune 01.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàMassa Marittima
Coordinate43°03′01.3″N 10°53′17.7″E / 43.050361°N 10.88825°E43.050361; 10.88825Coordinate: 43°03′01.3″N 10°53′17.7″E / 43.050361°N 10.88825°E43.050361; 10.88825
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXIII secolo

Il Palazzo Malfatti con le Logge del Comune è uno storico complesso situato a Massa Marittima (GR), nel terziere di Cittavecchia.

StoriaModifica

Il Palazzo Malfatti, risalente al XIII secolo, si trova di fronte al Palazzo Comunale. Venne fatto costruire da Nello dei Pannocchieschi per ospitare la sua seconda moglie, Margherita Aldobrandeschi; ebbero un figlio detto il Bindoccio che morì annegato nel 1300, per mano di sicari della famiglia Orsini, nel pozzo di vicolo Porte, sempre a Massa Marittima. La salma del Bindoccio si trova oggi nella chiesa di San Francesco. Dopo la cacciata dei senesi da Massa Marittima, anche Nello dei Pannocchieschi dovette lasciare la città e successivamente il palazzo venne occupato dai Malfatti, estrattori minerari come i precedenti proprietari. Oggi il palazzo porta ancora il nome della casata.

Il caratteristico loggiato, dello stesso secolo dell'edificio, fu demolito nel 1893 per motivi di sicurezza e ricostruito nel 1902 come fu nel medioevo. Gli interni delle logge sono pregevolmente affrescati, e degno di nota è sicuramente l'affresco della Madonna di pregevole fattura. Recentemente ristrutturato con grande cura al fine di rispettare lo stile medievale anche degli interni, il Palazzo Malfatti è stato aperto al pubblico. Al suo interno, infatti, risiede una residenza d'epoca che offre appartamenti per vacanze.

All'interno di Palazzo Malfatti, vi è un pregevole Tempio Massonico affrescato, sede storica di due Logge del Grande Oriente d'Italia; la Loggia "Vetulonia" del 1875 e la Loggia "Niccola Guerrazzi" del 1967.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica