Apri il menu principale
Palazzo Torre Palasciano
Napoli (NA), 2011, Torre Palasciano..jpg
Il cortile interno
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàNapoli
Coordinate40°51′51.48″N 14°15′28.44″E / 40.8643°N 14.2579°E40.8643; 14.2579Coordinate: 40°51′51.48″N 14°15′28.44″E / 40.8643°N 14.2579°E40.8643; 14.2579
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXIX secolo
Usoresidenziale
La torre

Il palazzo torre Palasciano (o torre del Palasciano) è un edificio di interesse storico ed artistico di Napoli, ubicato in salita Moiariello, sulla collina di Capodimonte.

StoriaModifica

Fu eretto per volontà dell'illustre medico napoletano e precursore della Croce Rossa, Ferdinando Palasciano e di sua moglie Olga Vavilow, che lo adibirono a propria dimora.

Gli eredi dell'infettivologo Domenico Cotugno avevano venduto a Palasciano il fondo di oltre 28 moggi che comprendeva delle strutture, un tempietto e due bei giardini di delizie, più una grande zona destinata ad alberi da frutta. I lavori di costruzione del palazzo, diretti dall'architetto Antonio Cipolla, furono ultimati nel 1868.

Il palazzo, costruito in muratura di tufo riutilizzando in parte alcune strutture preesistenti, ha un impianto planimetrico sostanzialmente quadrangolare e si articola su due piani. Lo stile eclettico fonde stilemi neogotici e rinascimentali, mentre l'imponente e panoramica torre Palumbo sembrerebbe ispirata al palazzo della Signoria di Firenze[1]. La torre, visibile da molti punti di Napoli, è di cinque piani[2] e numerose stanze, tutte in origine affrescate[3].

Nel giardino è presente un obelisco in piperno grigio, sul quale sono iscritti i nomi di personaggi illustri[1]. Secondo una leggenda napoletana, Palasciano non avrebbe mai voluto allontanarsi dalla sua magnifica casa e dalla moglie anche se defunta, così il suo fantasma sarebbe stato visto affacciarsi dalla torre per ammirare il panorama di Napoli e un cimitero in lontananza.

L'intero complesso è stato in buona parte recuperato mentre la torre, restaurata, oggi ospita invece un bed and breakfast[4].

NoteModifica

  1. ^ a b Valerio Ceva Grimaldi e Maria Franchini, Napoli insolita e segreta, Jon Glez, 2014, p. 287, ISBN 978-2-36195-063-7.
  2. ^ La torre di Ro: la struttura del Bed and Breakfast, su www.latorrediro.com. URL consultato il 13 maggio 2016.
  3. ^ Capodimonte e dintorni: dal Real Bosco alle ville nobiliari, su Culturaitalia, 14 luglio 2009. URL consultato il 13 maggio 2016.
  4. ^ Bed and Breakfast Napoli, B&B Napoli, La torre di Ro, su www.latorrediro.com. URL consultato il 13 maggio 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica