Apri il menu principale
Palazzo della Cultura
Iasi cultural palace.jpg
Facciata principale del palazzo
Localizzazione
StatoRomania Romania
RegioneCoat of arms of Moldavia.svg Moldavia
LocalitàIași
Coordinate47°09′26.6″N 27°35′13.02″E / 47.15739°N 27.58695°E47.15739; 27.58695Coordinate: 47°09′26.6″N 27°35′13.02″E / 47.15739°N 27.58695°E47.15739; 27.58695
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1906 - 1926
Stileneogotico fiammeggiante
Realizzazione
ArchitettoI. D. Berendei

Il Palazzo della Cultura (in rumeno Palatul Culturii) è un maestoso edificio situato nel centro della città di Iași nella Moldavia rumena, inaugurato nel 1926 durante il regno di Ferdinando dopo un lavoro di costruzione durato 20 anni.

Palazzo della Cultura

Fu realizzato da un progetto dell'architetto I. D. Berendei in un luogo dove sorgeva un altro edificio di stile neoclassico voluto dal principe Alexandru Moruzi negli anni 1806-1812, ma che un incendio alla fine del '800 distrusse e che era un riadattamento su di un altro palazzo signorile molto più antico (1434 circa).

Lo stile del palazzo attuale è il neogotico fiammeggiante. Si dice che il palazzo avesse dovuto avere 365 stanze, ma ne possiede 298 con una superficie di circa 36.000 m2, una facciata vetrata da 92 finestre disposte su due piani e in cima una fila di 36 finestrelle ogivali. Al centro della facciata una torre con installato un orologio con carillon e otto campane.

Fino al 1955 è stato sede del Tribunale Distrettuale ed ha anche ospitato, avendo attraversato due guerre mondiali in particolare con la Seconda, il quartier generale della Wehrmacht, l'esercito tedesco, e poi di quelle sovietiche.

Oggi il Palazzo della Cultura è il simbolo proprio della città, espressione del movimento culturale che traspira questa che alcuni considerano la capitale rumena della cultura. Infatti è sede del Complesso Museale Nazionale "Moldova" di Iași e comprende:

Altri progettiModifica