Palazzo della Ribeira

(Reindirizzamento da Palazzo reale Ribeira)
Palazzo reale Ribeira
Ribeira-Braun-1598.jpg
Dipinto del Palazzo della Ribeira risalente al XVI secolo. Il palazzo è la costruzione perpendicolare al fiume Tago, che ha una torre centrale e una terrazza vicino al fiume. Sul lato sinistro vi è la zona adibita alla costruzione delle navi (Ribeira das Naus) dove se ne possono notare alcune in fase di costruzione. Lo spazio aperto sul lato destro è il Terreiro do Paço (traducibile come piazzale o cortile del palazzo), con il porto e una gogna.
Localizzazione
StatoPortogallo Portogallo
RegioneLisbona
LocalitàLisbona
IndirizzoPraça do Comércio
Coordinate38°42′27.14″N 9°08′11.4″W / 38.70754°N 9.1365°W38.70754; -9.1365Coordinate: 38°42′27.14″N 9°08′11.4″W / 38.70754°N 9.1365°W38.70754; -9.1365
Informazioni generali
Condizionidistrutto
Costruzione1500 - 1511
Distruzione1755
Stilemanuelino
Realizzazione
CommittenteRe del Portogallo

Il Palazzo della Ribeira (Paço(s) da Ribeira, in portoghese) è stato il palazzo reale di Lisbona per oltre due secoli, finché non fu distrutto nel 1755 dal terremoto. La piazza nella quale si trovava divenne poi una delle più importanti della città, nota come Praça do Comércio.

StoriaModifica

Durante il Medioevo, quando i Re portoghesi si trovavano a Lisbona, risiedevano nel Castello di Lisbona, che è situato sulla cima di un'alta collina nel quartiere di Alfama. Nel Quindicesimo secolo e agli inizi del Sedicesimo, le esplorazioni marittime durante l'Età delle Scoperte fecero di Lisbona un'importante città portuale in costante crescita e principale responsabile del commercio tra il nascente Impero Portoghese e l'Africa e l'India. In questo contesto, Re Manuele I decise, intorno al 1500, di costruire un nuovo palazzo reale sulle rive del fiume Tago (chiamate Ribeira) cambiando completamente il paesaggio della città.

La costruzione del Palazzo della Ribeira fu completata attorno al 1511. Re Manuele I e la sua corte potevano ora risiedere vicino al centro commerciale ed industriale della città. Le aree attorno al palazzo furono occupate dal porto, dai cantieri navali (le cosiddette Ribeira das Naus), uffici doganali ed altre costruzioni dove si controllava e si regolava il commercio marittimo.

Questa costruzione iniziale occupò il lato ovest di una vasta zona presso il fiume, dove sarebbe poi sorta l'attuale Praça do Comércio. Il palazzo è di Stile manuelino (tardo Gotico portoghese) e presenta una serie di gallerie arcate di chiara derivazione rinascimentale lungo la sua facciata. La torre del Palazzo più vicina al fiume fu successivamente trasformata in una terrazza dalla quale si poteva apprezzare l'intensa attività sul fiume e nel porto. Il Palazzo aveva inoltre un giardino privato con alberi da frutto e verdure.

 
Vista della Piazza Ribeira e del Palazzo agli inizi del diciottesimo secolo. La principale caratteristica della costruzione è la larga torre di stile manierista presso il fiume.

Quando la corona portoghese arrivò nelle mani di Filippo II di Spagna (Filippo I di Portogallo), nel 1580, il Re spagnolo visitò Lisbona e ordinò l'aggiunta di una nuova torre al Palazzo. Questa grande torre, situata presso il fiume a costruita in stile manierista, fu realizzata dall'italiano Felipe Terzi. Essa domina il paesaggio urbano della Piazza Ribeira ed era la parte della città preferita dai pittori che la visitavano. L'intera facciata del Palazzo fu rinnovata in stile manierista. La famosa Biblioteca Reale fu creata all'interno della torre.

Un altro re che migliorò il Palazzo fu Giovanni V, che investì grandi somme - provenienti dalle miniere d'oro nel Brasile coloniale - per ingrandire ed abbellire il Palazzo della Ribeira. L'originale cappella manuelina fu trasformata in una magnifica chiesa barocca, e al Palazzo venne aggiunta un'ala parallela alla precedente. Più tardi nel secolo, Re Giuseppe I costruì il Teatro Lirico Reale presso il palazzo che fu disegnato dall'italiano Giuseppe Bibiena.

Il Teatro Lirico, inaugurato nel 1755, durò solo alcuni mesi. Il primo di novembre dell'anno 1755, un forte terremoto, il conseguente maremoto e un vasto incendio distrussero il Palazzo e la maggior parte di Lisbona. Re Giuseppe I non si trovava nel Palazzo e sopravvisse al disastro. Il suo Primo Ministro, il Primo Marchese di Pombal coordinò una massiccia opera di ricostruzione che diede vita all'attuale quartiere della Baixa Pombalina. La famiglia reale abbandonò la zona del palazzo ormai distrutta e si trasferì in alcuni palazzi situati nelle zone di Ajuda e Santa Maria de Belém.

Dalla vecchia Piazza del Palazzo (Terreiro do Paço) è nata una nuova Piazza, la Praça do Comércio. Le due torri ora presenti agli angoli della piazza sono parti che evocano la vecchia torre del Palazzo della Ribeira.

BibliografiaModifica

  • José-Augusto França. Lisboa: Arquitectura e Urbanismo. Biblioteca Breve. Instituto de Cultura e Língua Portuguesa (ICALP), 1980. (in portoghese).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN234349743 · WorldCat Identities (ENviaf-234349743