1leftarrow blue.svgVoce principale: Paleolitico.

La tecnica di scheggiatura di Levallois

Il Paleolitico medio è la seconda ed intermedia suddivisione del Paleolitico. Posto tra il Paleolitico inferiore ed il Paleolitico superiore. Lo si fa iniziare, a seconda delle diverse aree, fra i 300 000 - 120 000 anni fa e termina circa 40 000 - 35 000 anni fa. Corrisponde a parte del Pleistocene superiore comprendente il periodo interglaciale di Riss-Würm e parte del periodo glaciale di Würm. In questo periodo si diffonde in Europa l'Homo neanderthalensis mentre circa 195 000 anni fa compare per la prima volta, dal punto di vista anatomico, l'uomo moderno.

DescrizioneModifica

In Africa la specie sapiens evolve culturalmente. Sono numerosi i ritrovamenti fossili e di manufatti e, a tutt'oggi, il più antico ritrovamento di un oggetto dalle indubbie caratteristiche artistiche risale a 80 000 anni fa, in prossimità di Cape Agulhas, nella Caverna di Blombos, in Sud Africa.

Nel paleolitico medio si distinguono alcune fasi, tra cui:

  • Musteriano, da circa 120.000 a circa 40-35.000 anni fa: manufatti caratterizzati da un perfezionamento delle tecniche di lavorazione (scheggiatura "levalloisiana" o "levallois", dal sito di Levallois, differenziazione degli strumenti su scheggia, aumento degli strumenti derivati da lama). Il nome deriva dal sito di Le Moustier in Dordogna, Francia. Si suddivide in:
    • "musteriano di tradizione acheuleana", suddivisto in tipo A (a maggioranza di bifacciali) e tipo B (con maggiore presenza di coltelli a dorso)
    • "musteriano charenziano", dal dipartimento francese della Charente, a sua volta suddiviso in tipo "La Quina" e tipo "Ferrassie" (entrambi i nomi derivano dai due siti più rappresentativi del tipo in questione).
    • "musteriano tipico"
    • "musteriano denticolato" o "a denticolati", per l'altra presenza di denticolati e intaccature.
Controllo di autorità GND: (DE4170246-3
  Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia