Palmiry ( [palˈmirɨ] ) è un villaggio nel distretto amministrativo di Gmina Czosnów, all'interno della contea di Nowy Dwór Mazowiecki, Voivodato di Masovia, nella Polonia centro-orientale.[1] Si trova ai margini della foresta di Kampinos, a circa km sud-est di Czosnów 11 km sud-est di Nowy Dwór Mazowiecki e 23 km nord-ovest di Varsavia. Nel 2000 il villaggio aveva una popolazione approssimativa di 220 abitanti.

Tomba di Janusz Kusociński

Esecuzioni di massa durante l'occupazione tedesca della PoloniaModifica

Durante la seconda guerra mondiale, tra il 1939 e il 1943, il villaggio e la foresta circostante furono uno dei siti delle esecuzioni di massa naziste tedesche di ebrei,[2] di intellighenstia polacca, di politici e atleti, uccisi durante l'AB-Aktion tedesca in Polonia. La maggior parte delle vittime furono prima arrestate e torturate nella prigione di Pawiak a Varsavia, quindi trasferite sul luogo dell'esecuzione. In totale, circa 1700 polacchi furono qui uccisi in esecuzioni segrete tra il 7 dicembre 1939 e il 17 luglio 1941.

Nel 1946, i corpi furono riesumati e rinvenuti in un nuovo cimitero, situato a circa 5 chilometri dal villaggio stesso. Il sito rinascimentale è stato un mausoleo nazionale polacco dal 1948.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica