Palomino (cavallo)

mantello equino color ocra
Akhal-Teke dal mantello palomino

Il palomino è un mantello equino color ocra dorato, con criniera e coda tendenti al bianco argenteo, caratteristico di alcune razze americane.

Il mantello dorato con la criniera e la coda bianche è un'eredità del cavallo lusitano ed è un tratto presente anche nel Quarter Horse e nel Saddlebred. Il nome palomino deriva con ogni probabilità dallo spagnolo Don Juan de Palomino o, meno verosimilmente, da un tipo di uva di colore dorato comune in Spagna.

GeneticaModifica

Il gene (Cr) che codifica questo mantello è quello della diluizione crema o cremello dominante incompleto, che in singola dose (eterozigosi) causa l'abbattimento di circa il 50% del pigmento rosso (feomelanina) del mantello sauro.

La "formula genetica" del palomino sarà eeCr.[1]

Un cavallo palomino incrociato con un altro palomino può generare un palomino soltanto il 50% delle volte, ma può anche produrre un sauro (25% di probabilità) o un cremello (25% di probabilità). Questo perché il palomino è semplicemente una varietà di colore e non un insieme di caratteristiche che compongono una "razza".

AllevamentoModifica

 
Cavallo palomino

Sebbene non sia considerato collegato a una razza in senso stretto, in America questo tipo di manto è diventato così popolare da avere un'associazione dedicata, la American Palomino Horse Association, che registra i soggetti che presentano degli aspetti morfologici ben precisi. Inoltre, perché un soggetto possa essere registrato, almeno uno dei genitori deve essere già presente nel registro e l'altro può essere un Quarter Horse, un Arabo oppure un Purosangue inglese.
Gli allevatori americani hanno notato che l'unico modo garantito per ottenere puledri color palomino, è quello di accoppiare cavalli sauri con cavalli cremello.

Aspetti morfologiciModifica

  • Altezza al garrese: 1,41 - 1,60 m
  • Peso: 450 – 550 kg
  • Mantello: Palomino (mantello biondo, con criniera e coda bianche).

NoteModifica

  1. ^ Genetica del colore del mantello nel cavallo (PDF), su www2.unipr.it. URL consultato il gennaio 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi