Apri il menu principale
Pancrazio De Pasquale
Pancrazio De Pasquale.jpg

Presidente dell'Assemblea Regionale Siciliana
Durata mandato 21 giugno 1976 –
2 marzo 1979
Predecessore Mario Fasino
Successore Michelangelo Russo

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature III, IV (fino al 6 marzo 1967), XI
Gruppo
parlamentare
PCI e RC
Collegio Catania-Messina
Incarichi parlamentari
  • III
    • membro della IX commissione lavori pubblici (12 giugno 1958 - 15 maggio 1963)
    • membro della commissione speciale per l'esame delle proposte di legge nn. 82 e 945 e della proposta di inchiesta parlamentare n. 1797, concernenti le abitazioni della gente rurale (22 luglio 1959 - 15 maggio 1963)
    • membro della commissione parlamentare per il parere al governo sulle norme delegate relative alla concessione in proprietà degli alloggi costruiti dallo stato ovvero con il suo concorso o contributo (1º agosto 1958 - 15 maggio 1963)
  • IV
    • vicepresidente della commissione speciale per l'esame dei progetti di legge aventi per oggetto la disciplina dei contratti di locazione degli immobili urbani (18 maggio 1965 - 6 marzo 1967)
    • membro della IX commissione lavori pubblici (1º luglio 1963 - 10 gennaio 1967)
    • membro della commissione speciale per l'esame del disegno di legge n. 2107 "Disciplina degli interventi per lo sviluppo del Mezzogiorno" (17 febbraio 1965 - 6 marzo 1967)
    • membro della commissione speciale per l'esame del disegno di legge n. 2186 "Conversione in legge del decreto-legge 15 marzo 1965, n. 124, recante interventi per la ripresa economica nazionale" (24 marzo 1965 - 6 marzo 1967)
    • membro della commissione parlamentare per il parere al governo sulle norme delegate in materia di edilizia economica e popolare (12 febbraio 1964 - 23 maggio 1964)
  • XI
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PCI
Titolo di studio Laurea in filosofia
Professione politico

Pancrazio Antonino De Pasquale (Giardini-Naxos, 6 agosto 1925Palermo, 26 settembre 1992) è stato un politico italiano, già presidente dell'Assemblea regionale siciliana e parlamentare europeo.

BiografiaModifica

Consigliere al Comune di Messina. Nel 1952 sposa Simona Mafai. Fu eletto nel 1958 deputato alla Camera nella III e confermato nella IV legislatura per il Blocco del Popolo e per il PCI, fino alle dimissioni nel 1967.[1]

Divenne nel 1968 Deputato all'Assemblea regionale siciliana nella VI, e poi VII e VIII legislatura, e fu presidente del Gruppo parlamentare del PCI. Fu eletto presidente dell'ARS nel 1976, e lo restò fino al 1979[2], quando si dimise per ricandidarsi alle prime elezioni europee.

Eletto deputato europeo alle elezioni europee del 1979, fu poi confermato nel 1984. È stato presidente della commissione per la politica regionale e l'assetto territoriale, membro della commissione per il regolamento e le petizioni e della delegazione al comitato misto Parlamento europeo/Corti spagnole.[3]

Durante la sua militanza nel PCI si è sempre attestato sulle posizioni dei "miglioristi", ma dopo la svolta della Bolognina aderì a Rifondazione Comunista e con il PRC fu eletto ancora deputato alla Camera alle elezioni politiche del 1992, ma morì pochi mesi dopo.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN192650461 · ISNI (EN0000 0003 5697 5993 · GND (DE170273342 · WorldCat Identities (EN192650461