Pane, amore e...

film del 1955 diretto da Dino Risi
Pane, amore e...
PaneamoreESofiaeVittorioMambo.JPG
Sophia Loren e Vittorio De Sica nella famosa scena del mambo
Titolo originalePane, amore e..
Lingua originaleItaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1955
Durata100 min
Rapporto2,55 : 1 (CinemaScope)
Generecommedia
RegiaDino Risi
SoggettoEttore Maria Margadonna, Dino Risi
SceneggiaturaMarcello Girosi, Ettore Maria Margadonna, Dino Risi, Vincenzo Talarico
ProduttoreMarcello Girosi
Casa di produzioneTitanus
FotografiaGiuseppe Rotunno
MontaggioMario Serandrei
MusicheAlessandro Cicognini
ScenografiaGastone Medin
CostumiFabrizio Carafa
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Pane, amore e... è un film del 1955 diretto da Dino Risi.

È il terzo film della tetralogia Pane, amore e…, preceduto da Pane, amore e fantasia e Pane, amore e gelosia e seguito da Pane, amore e Andalusia. È inoltre il primo girato a colori.

TramaModifica

Il cavalier Antonio Carotenuto se ne va da Sagliena poiché viene convocato a Sorrento per dirigere la locale stazione dei vigili urbani. Il maresciallo sarà ospitato in casa della bigotta donna Violante e sedotto dalla pescivendola di Marina Grande Donna Sofia, che ha già un innamorato chiamato Nicolino: Sofia mira soltanto all'appartamento del comandante di cui è inquilina. A sorvegliare sulla condotta morale di Carotenuto provvedono la domestica Caramella e il fratello prete Matteo. Nonostante l'avventura amorosa con Donna Sofia si concluda male per l'ex maresciallo, egli avrà modo di fidanzarsi con donna Violante, la quale, grazie all'aiuto di Caramella, riuscirà ad attirare a sé le attenzioni del comandante Carotenuto.

Eredità culturaleModifica

La scena in cui De Sica e la Loren ballano un mambo è diventata simbolo della commedia italiana anni Cinquanta, e ha contribuito a rendere Mambo italiano famosa in tutto il mondo.

Il figlio dell'attore protagonista, Christian De Sica, omaggerà la serie interpretata dal padre a inizio anni '50 nel suo film A spasso nel tempo - L'avventura continua di Carlo Vanzina, in cui è anche presente una rielaborazione-omaggio della scena del mambo con De Sica nelle veci di suo padre e Mariangela D'Abbraccio in quelle della Loren (il personaggio si chiama anche donna Sofia).

IncassiModifica

Il film, in linea con i precedenti, incassò molto bene al botteghino italiano, segnalandosi come quarto maggiore incasso della stagione cinematografica 1955-56.[1]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Stagione 1955-56: i 100 film di maggior incasso, hitparadeitalia.it. URL consultato il 27 dicembre 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema