Apri il menu principale

Paolo Balsamo

abate, scienziato e economista italiano

Paolo Balsamo (Termini Imerese, 4 marzo 1764Palermo, 1816) è stato un abate, scienziato, economista e storico italiano.

Indice

Note biograficheModifica

Di formazione ecclesiastica, si interessò maggiormente alle scienze naturali che alla teologia, e fu allievo dell'astronomo Giuseppe Piazzi. Terminati gli studi, dopo un lungo viaggio in Europa tra il 1787 e il 1791 per studiare le più moderne tecniche di coltura, tornò in Sicilia dove divenne titolare della cattedra di Agricoltura alla Reale Accademia degli Studi di Palermo. Divenuto abate, fu membro del braccio ecclesiastico del Parlamento siciliano.

Nel 1812 fu uno fra i più importante redattori della Costituzione del Regno indipendente di Sicilia, che fu scritta su ispirazione di quella inglese.

Pensiero economicoModifica

Entrato in contatto con numerosi circoli illuministi, intese l'agricoltura in senso moderno, come una scienza che, attraverso l'abolizione di alcune norme protezionistiche, avrebbe potuto aumentare la stabilità economica dei proprietari terrieri (che si sarebbero trasformati in imprenditori) e le condizioni di vita dei contadini.

In questo contesto criticò la gabella e le vessazioni subite dai contadini siciliani[1].

OpereModifica

Paolo Balsamo fu un eccellente letterato, e si occupò di storia siciliana, prezioso il libro "Sulla istoria moderna del regno di Sicilia" che narra le vicende del regno isolano dell'ultimo secolo.

  • Lettera sopra le cagioni della moderna scarsità paragonata alle antiche raccolte di grano nella Sicilia, in “Magazzino Georgico”, vol. V, Napoli 1787.
  • Detail de la ferme di William Green de Bradfield - Combust dans le province de Surfolk, in “Società di Parigi”, 1790.
  • Some particulars relating to Flanders: husbandry, in “Annals of Agriculture”, XIV, n. 83, 1790.
  • Memorie economiche e agrarie riguardanti il regno di Sicilia, lette nella Real Accademia di Palermo, R. Stamperia, Palermo 1803.
  • Sopra il vajuolo delle pecore. Lettera del professore di agricoltura, abate Paolo Balsamo, al nobil uomo ing. Vincenzo La Via, barone di Ficilino, Palermo 1804.
  • Sopra la ruggine e il cattivo ricolto dei grani del corrente anno 1804 in Sicilia, R. Stamperia, Palermo 1804.
  • Catalogo della libreria di S.M. Ferdinando III, Palermo 1808.
  • Giornale di viaggio fatto in Sicilia e particolarmente nella contea di Modica, R. Stamperia, Palermo 1809.
  • Principj di agricoltura e di vegetazione per gli agricoltori di Sicilia, Li Pomi, Palermo 1816.
  • Sistema metrico per la Sicilia presentato a Sua Maestà dalla deputazione dei pesi e delle misure, con Giuseppe Piazzi e Domenico Marabbiti, R. Stamperia, Palermo 1809.
  • Notizie sulle Fiandre, in “Giornale di Scienze ed Arti”, tom. III, Palermo 1823.
  • Lettere di Paolo Balsamo al Principe di Torremuzza, in “Nuove Effemeridi”, vol. I, pp. 281-288.
  • Memorie inedite di pubblica economia e agricoltura, pubblicato postumo nel 1845. Tip. A. Muratori, Palermo.
  • Corso di agricoltura teorico-pratica, opera postuma, con note e supplimenti di georgofili siciliani, a cura di Agostino Gallo, Palermo, Biondo 1851.
  • Segrete memorie della istoria moderna del Regno di Sicilia, a cura di Gregorio Ugdulena, Palermo 1848.
  • Sulla istoria moderna del regno di Sicilia, memorie segrete, pubblicato postumo nel 1848.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN49214403 · ISNI (EN0000 0000 8127 1427 · SBN IT\ICCU\CFIV\020186 · LCCN (ENn87933838 · BNF (FRcb102991731 (data) · WorldCat Identities (ENn87-933838