Apri il menu principale

Paolo Canciani (Udine, 1725Udine, 1810) è stato un teologo e giurista italiano, pioniere dell'indirizzo storico nelle discipline giuridiche.

Frate dell'Ordine dei servi di Maria, tenne corsi di teologia a Bologna, Firenze e Napoli. Per tre anni fu segretario dell'ambasciata veneziana a Londra; nel capitolo provinciale del 1795 fu eletto all'unanimità superiore provinciale dell'Ordine.

Canciani è noto principalmente per la monumentale raccolta di antiche leggi barbariche: Barbarorum leges antiquae cum notis et glossariis (Venezia, 1781-1792 ). Questa grande collezione, preferita dagli eruditi al Codex legum antiquarum di Friedrich Lindenbrog (Frankfurt, 1613)[1], include le leggi dei Franchi, dei Burgundi, dei Visigoti, degli Ostrogoti, dei Longobardi, dei Sassoni e di altri popoli germanici, così come i capitolari dei re merovingi e carolingi, le Assise di Gerusalemme e le Assise di Ariano.

Indice

OpereModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica