Paolo Costa (politico)

politico italiano
Paolo Costa

Sindaco di Venezia
Durata mandato 1º maggio 2000 –
17 aprile 2005
Predecessore Massimo Cacciari
Successore Massimo Cacciari

Ministro dei lavori pubblici
Durata mandato 20 novembre 1996 –
21 ottobre 1998
Presidente Romano Prodi
Predecessore Antonio Di Pietro
Successore Enrico Luigi Micheli

Eurodeputato
Legislature V, VI
Gruppo
parlamentare
ALDE - PDE
Coalizione Uniti nell'Ulivo
Circoscrizione Circoscrizione Italia nord-orientale
Incarichi parlamentari
Presidente Commissione Trasporti Parlamento Europeo

Dati generali
Partito politico Movimento per l'Ulivo (1996-1999)
I Democratici (1999-2002)
La Margherita (2002-2007)
Professione professore universitario

Paolo Costa (Venezia, 23 luglio 1943) è un politico ed economista italiano, sindaco di Venezia dal 2000 al 2005.

BiografiaModifica

Laureato in economia e commercio, è stato rettore dell'università "Ca' Foscari" di Venezia.

Ha partecipato alla formazione del Governo Prodi I, ricoprendo l'incarico di Ministro dei lavori pubblici, in sostituzione di Antonio Di Pietro che aveva rassegnato le sue dimissioni.

Nel 1993 gli fu assegnato il premio di Cafoscarino dell'anno.

È stato consigliere comunale e sindaco del Comune di Venezia (dal 2000 al 2005). Durante il suo mandato, nominato commissario alla ricostruzione della Fenice, nel 2003 ha restituito alla città il suo storico Teatro, che era andato completamente distrutto da un incendio qualche anno prima. Ha inoltre sovrinteso alla realizzazione del grande Parco di San Giuliano, inaugurato nel 2004, realizzato nel cuore dell'agglomerato urbano di Mestre, sulla gronda lagunare, bonificando e riconvertendo una vastissima area strappata ai depositi di materiali inquinanti.

Ha fatto parte dell'assemblea federale della Margherita.

Dal 1999 al 2009 deputato del Parlamento europeo, rieletto nel 2004 per la lista Uniti nell'Ulivo nella circoscrizione Nord-Est. Costa ha ricevuto 91 000 preferenze. Aderisce al Partito Democratico Europeo, era iscritto al gruppo parlamentare dell'Alleanza dei Liberali e Democratici per l'Europa.

Nel Parlamento europeo è stato presidente della Commissione per i trasporti e il turismo; membro della Conferenza dei presidenti di commissione; della Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori; della Commissione per la pesca; Delegazione per le relazioni con i paesi dell'Asia del Sud e l'Associazione per la cooperazione regionale dell'Asia del Sud (SAARC); della Delegazione per le relazioni con il Mercosur; della Delegazione all'Assemblea parlamentare euromediterranea.

Dal 13 luglio 2007 ricopre la carica di "commissario straordinario per l'ampliamento dell'insediamento militare americano all'interno dell'aeroporto “Dal Molin” di Vicenza".

Dal luglio 2008 è presidente dell'Autorità portuale di Venezia, ente gestore del porto di Venezia. È inoltre membro del consiglio direttivo di Assoporti, associazione che rappresenta le autorità portuali e i maggiori porti italiani. Dal 14 luglio 2011 ricopre la carica di presidente del consiglio di amministrazione della SPEA - Ingegneria Europea.

Collegamenti esterniModifica