Apri il menu principale

Paolo Cozzi (calciatore)

allenatore di calcio e calciatore italiano
Paolo Cozzi
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 2005 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1992-1994 Fiorentina 0 (0)
1994-1995 Cosenza 22 (0)
1995-1996 Avellino 35 (0)
1996-1997 Empoli 26 (0)
1997-1998 Foggia 30 (0)
1999 Marsala 14 (1)
1999-2002 Monza 91 (0)
2002-2004 Taranto 40 (0)
2004-2005 Cisco Roma 28 (0)
2005-2006 Varese 34 (0)
Carriera da allenatore
2010-2011 Varese (Collab. Prim.)
2011 Palermo (Collab. Prim.)
2011 Palermo (Collaboratore)
2012 Italia Italia U-21 (Vice)
2013-2014 Spezia (Vice)
2014 Bari (Vice)
2015-2016 Ascoli (Vice)
2016 Ascoli (Reggente)
2016-2018 Benevento (Vice)
2019- Venezia (Vice)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 maggio 2018

Paolo Cozzi (Rho, 11 gennaio 1974) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

CarrieraModifica

GiocatoreModifica

Cresciuto nella Fiorentina, non debutta nella prima squadra viola ma il suo esordio fra i professionisti avviene nella Serie B 1994-1995 quando gioca con il Cosenza. In seguito milita ancora in cadetteria nell'Avellino, nell'Empoli (dove conquista la promozione in Serie A) e nel Foggia.

Nelle file dei pugliesi inizia la stagione 1998-1999, la prima per lui nel campionato di Serie C1, senza raccogliere alcuna presenza prima di trasferirsi nel mese di gennaio al Marsala, dove segna il suo unico gol fra i professionisti. A fine stagione passa al Monza, dove gioca altri due tornei cadetti ed uno di terza serie.

In seguito prende parte ad altri due campionati di terzo livello con il Taranto, prima di chiudere col professionismo dopo un anno alla Cisco Roma in Serie C2. Nel 2005-2006 ha vinto il campionato di serie D col Varese.

In carriera ha totalizzato 172 presenze in Serie B.

AllenatoreModifica

Nel 2010 è entrato nello staff tecnico di Devis Mangia.[1] Con la Primavera del Varese arriva alla finale scudetto persa contro la Roma.

Nel 2011 passa al Palermo sempre come collaboratore di Mangia e sempre nella massima categoria giovanile,[1] seguendo il tecnico sulla panchina della prima squadra dopo l'esonero di Stefano Pioli.[1] L'intero staff viene esonerato a fine dicembre.[1] Nel 2012 viene ingaggiato nello staff tecnico della nazionale under-21 come Vice, sempre di Mangia.Continua nella stagione 2013-2014 a seguire Mangia come vice anche a Spezia, dopo l'esonero di Stroppa[2] avvenuto il 14 dicembre 2013: curioso che dopo 3 gare di campionato lo Spezia si ritrova a San Siro ad affrontare il Milan per gli ottavi di coppa Italia, e proprio causa la squalifica di Mangia è proprio Cozzi a tenere la squadra per i 90 minuti. Per la cronaca, lo Spezia ha perso 3-1.[3] Il 4 novembre 2015, contestualmente all'arrivo di Mangia sulla panchina dell'Ascoli in seguito all'esonero di Petrone, viene nuovamente assunto come allenatore in seconda per la società marchigiana.[4] Sul finire del campionato, a seguito delle dimissioni per motivi di salute di Mangia, regge transitoriamente la squadra.

A Settembre 2016 viene assunto dal Benevento Calcio, come vice di Marco Baroni (allenatore).

Nel luglio 2019 passa come vice allenatore al Venezia nello staff di Alessio Dionisi.

PalmarèsModifica

GiocatoreModifica

Competizioni nazionaliModifica

Varese: 2005-2006

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica