Paolo De Ioanna

funzionario e docente italiano

Paolo De Ioanna (Lucera, 30 novembre 1944Roma, 27 agosto 2018) è stato un funzionario e docente italiano.

BiografiaModifica

Appassionato di sport, ha svolto anche attività agonistica, dilettantistica e semi professionistica, di calciatore, militando nella Salernitana, nel Parma e nella Reggiana tra gli anni 1958 e 1966[1].

Dopo la laurea in giurisprudenza a Parma, vinse alcuni concorsi pubblici, prima al Ministero della pubblica istruzione e nel 1974 al Senato, dove resse per molti anni la segreteria della Commissione bilancio, concludendo la carriera come direttore prima del Servizio del bilancio (1989-1996) e poi della biblioteca (2000-2001): di lui si è detto che «apparteneva a quella lunga e importante tradizione dei consiglieri parlamentari "prestati" alle altre amministrazioni dello Stato»[2].

È stato infatti capo gabinetto dei Ministri del tesoro Ciampi (1996-1998) e dell'economia e delle finanze Padoa Schioppa (2006-2008); consigliere di Stato[3]; segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri (D'Alema 1 e 2: 1998-2000); presidente dell'Organismo indipendente di valutazione del MEF (maggio 2015-maggio 2018).

De Ioanna ha svolto l'attività di docente al Master di Management Politico de Il Sole 24 ORE[4] e editorialista de la Repubblica.

OpereModifica

  • La decisione di bilancio in Italia: una riflessione su istituzioni e procedure, Il Mulino, 2008.
  • A nostre spese. Crescere di più tagliando meglio, Castelvecchi, 2013.
  • Franco Bassanini e Andrea Manzella (a cura di), La decisione di bilancio, un cantiere che si riapre, in Per far funzionare il bicameralismo, Passigli, 2017.

OnorificenzeModifica

  Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— Roma, 5 aprile 2000[5]

NoteModifica

  1. ^ Paolo De Ioanna, su la Repubblica, 30 agosto 2018. URL consultato il 2 novembre 2018.
  2. ^ Andrea Razza, Paolo De Ioanna, il grand commis dei conti pubblici, su HuffPost, 25 settembre 2018. URL consultato il 2 novembre 2018.
  3. ^ Patroni Griffi, Ricordo di Paolo De Ioanna, su Svimez, 3 ottobre 2018. URL consultato il 2 novembre 2018.
  4. ^ Dino Pesole, Addio a Paolo De Ioanna, civil servant e stratega delle politiche di bilancio, su Il Sole 24 ORE, 28 agosto 2018. URL consultato il 2 novembre 2018.
  5. ^ De Ioanna Dott. Paolo, su Presidenza della Repubblica. URL consultato il 2 novembre 2018.
Controllo di autoritàVIAF (EN236978797 · SBN IT\ICCU\CFIV\077164 · WorldCat Identities (ENlccn-nr91011823