Apri il menu principale

Paolo Dellafiore

calciatore italiano
(Reindirizzamento da Paolo Hernán Dellafiore)
Paolo Dellafiore
Nazionalità Italia Italia
Altezza 190 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Flag of None.svg svincolato
Carriera
Giovanili
2002-2004 Inter
Squadre di club1
2004-2005 Inter0 (0)
2005 Spezia13 (0)
2005-2006 Treviso22 (1)
2006-2007 Palermo7 (0)
2007-2008 Torino28 (1)
2008-2009 Palermo4 (0)
2009 Torino12 (2)
2009-2011 Parma24 (0)
2011 Cesena7 (0)
2011-2012 Novara17 (0)
2012-2013 Siena2 (0)
2013 Padova12 (0)
2013-2014 Siena35 (1)
2014-2017 Latina112 (5)
2018 Perugia10 (0)
2019 Paganese11 (0)
Nazionale
2001 Italia Italia U-16-153 (0)
2004 Italia Italia U-190 (0)
2004-2006 Italia Italia U-203 (0)
2005-2006 Italia Italia U-211 (0)
2008 Italia Italia Olimpica3 (0)
Palmarès
Transparent.png Torneo di Tolone
Oro Tolone 2008
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 1º giugno 2019

Paolo Hernán Dellafiore (Buenos Aires, 2 febbraio 1985) è un calciatore italiano, difensore svincolato.

Caratteristiche tecnicheModifica

È un difensore centrale che può giocare all'occorrenza anche come terzino destro.

CarrieraModifica

ClubModifica

Inter e prestiti a Spezia e TrevisoModifica

Cresciuto nelle giovanili dell'Inter, debutta in Champions League con la prima squadra nel 2004.[1] Nel gennaio 2005 viene ceduto allo Spezia, giocando in C1.[2] In estate passa, ancora in prestito, al Treviso con cui debutta in A proprio contro i nerazzurri (nella gara persa 3-0).[3] Il 15 gennaio 2006 realizza la sua prima rete, nel 2-2 contro l'Udinese.[4]

Palermo e TorinoModifica

Ceduto al Palermo nell'ambito dell'affare che ha portato all'Inter il neocampione del mondo Fabio Grosso:[5] nel 2006-2007 gioca 7 partite in campionato, debuttando anche in Coppa UEFA. Nella stagione 2007-2008 viene ceduto in prestito al Torino, nel quale si guadagna i gradi di titolare giocando 28 partite e segnando anche una rete. Durante l'incontro con la Roma (perso per 4-1) viene ammonito dall'arbitro Domenico Celi per due volte senza essere però espulso. La prima ammonizione scaturisce per un fallo in area di rigore (e conseguente penalty) su Simone Perrotta, la seconda per atterramento, al limite dell'area granata, di Cicinho. L'arbitro si giustificherà, alla fine della partita, dicendo che la prima ammonizione era stata verso il compagno granata Pisano, anche se, come si può ben vedere dalle riprese televisive, quando il signor Celi di Campobasso caccia il primo cartellino giallo, Pisano è ancora ben lontano dall'arbitro, il quale va a sventolare il cartellino a Dellafiore

Al termine della stagione in maglia granata, il Torino tenta di trattenerlo esercitando il diritto di riscatto, ma rientra al Palermo per il conseguente controriscatto operato dai siciliani. Nella stagione 2008-2009 gioca solo 4 partite di campionato più una di Coppa Italia, e, visto lo scarso impiego, nella finestra di calciomercato invernale decide di tornare al Torino. L'ufficializzazione del trasferimento avviene il 14 gennaio 2009 con la formula del prestito con diritto di opzione della metà del cartellino[6][7] per 2 milioni di euro. In granata colleziona 12 presenze e 2 reti, ma a fine anno la società decide di non esercitare il diritto di riscatto anche a causa della retrocessione in Serie B 2009-2010 della società torinese[8].

Parma e CesenaModifica

Il giocatore ritorna al Palermo, ma solo di passaggio poiché il 3 luglio 2009 viene ceduto al Parma in prestito con diritto di riscatto della metà del cartellino.[9][10] Iniziale riserva, con la rescissione di contratto di Christian Panucci a stagione in corso Dellafiore diventa uno dei titolari della difesa crociata. A fine stagione il diritto di riscatto non viene esercitato ma il 20 agosto 2010 il Parma comunica di aver raggiunto un nuovo accordo con il Palermo con la stessa formula della stagione precedente[11]. L'esordio nella stagione 2010-2011 arriva alla 13ª giornata di campionato il 21 novembre 2010, entrando in campo all'88' di Parma-Lazio (1-1).[12] Con il tecnico Pasquale Marino gioca quest'unica partita in campionato più, da titolare, l'ottavo di finale di Coppa Italia vinto per 2-1 ai supplementari contro la Fiorentina il 14 dicembre,[13] e nel mercato di riparazione di gennaio passa in prestito al Cesena.[14] Il 16 gennaio esordisce in maglia bianconera giocando da titolare in Cesena-Roma (0-1).[15] Conclude la stagione con 7 presenze, con l'ultima apparizione all'ultima giornata di campionato che arriva a tre mesi di distanza dalla sesta.

Novara, Siena, Padova e LatinaModifica

Riscattato interamente dal Parma, il 5 agosto 2011 viene ceduto in compartecipazione al Novara, neopromosso in Serie A.[16] Con gli azzurri gioca 17 partite in campionato, retrocedendo a fine stagione. A fine stagione si aggrega all'Inter, sua ex squadra, per una tournée in Indonesia.[17] Il 22 giugno 2012 il Parma risolve a proprio favore la compartecipazione con il Novara.[18][19] Il 6 luglio seguente passa in compartecipazione al Siena,[20] con cui gioca 2 partite in campionato e una in Coppa Italia.

Il 25 gennaio 2013 passa al Padova, in Serie B, in prestito dal Siena e Parma che ne detengono in compartecipazione il cartellino.[21] Debutta il 2 febbraio nella sfida contro il Grosseto pareggiata (0-0).

Il 26 giugno 2014 la compartecipazione fra Siena e Parma viene rinnovata.[22] Il 22 luglio seguente, dopo la mancata iscrizione del Siena al campionato di Serie B, si svincola dalla società bianconera[23] restando un tesserato del Parma.[senza fonte]

Il giorno successivo viene ingaggiato a titolo definitivo dal Latina, con cui firma un contratto triennale.[24] Il 13 agosto 2016 prolunga fino al 2019.[25] Il 17 maggio 2017 subisce un grave infortunio al ginocchio destro, procurandosi la rottura del legamento crociato anteriore in seguito ad uno scontro di gioco in allenamento.[26] Il 29 maggio viene svincolato d'ufficio in seguito al fallimento della società pontina.[27]

PerugiaModifica

Il 16 gennaio 2018 viene tesserato dal Perugia, con cui firma fino al termine della stagione con opzione per un altro anno.[28]

NazionaleModifica

In possesso del doppio passaporto per via dei natali argentini, a livello internazionale ha scelto di rappresentare l'Italia. Ha giocato alcune partite con le nazionali giovanili, fino alla nazionale Under-21 e a quella Olimpica.

StatisticheModifica

Presenze e reti nei clubModifica

Statistiche aggiornate al 20 aprile 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-gen. 2005   Inter A 0 0 CI 0 0 UCL 1 0 - - - 1 0
gen.-giu. 2005   Spezia C1 13 0 CI-C 8 0 - - - - - - 21 0
2005-2006   Treviso A 22 1 CI 0 0 - - - - - - 22 1
2006-2007   Palermo A 7 0 CI 2 0 CU 4 0 - - - 13 0
2007-2008   Torino A 28 1 CI 2 0 - - - - - - 30 1
2008-gen. 2009   Palermo A 4 0 CI 1 0 - - - - - - 5 0
Totale Palermo 11 0 3 0 4 0 - - 18 0
gen.-giu. 2009   Torino A 12 2 CI 1 0 - - - - - - 13 2
Totale Torino 40 3 3 0 - - - - 43 3
2009-2010   Parma A 23 0 CI 0 0 - - - - - - 23 0
2010-gen. 2011 A 1 0 CI 1 0 - - - - - - 2 0
Totale Parma 24 0 1 0 - - - - 25 0
gen.-giu. 2011   Cesena A 7 0 CI 0 0 - - - - - - 7 0
2011-2012   Novara A 17 0 CI 1 0 - - - - - - 18 0
2012-gen. 2013   Siena A 2 0 CI 1 0 - - - - - - 3 0
gen.-giu. 2013   Padova B 12 0 CI 0 0 - - - - - - 12 0
2013-2014   Siena B 35 1 CI 5 0 - - - - - - 40 1
Totale Siena 37 1 6 0 - - - - 43 1
2014-2015   Latina B 36 2 CI 2 0 - - - - - - 38 2
2015-2016 B 40 1 CI 0 0 - - - - - - 40 1
2016-2017 B 36 2 CI 2 0 - - - - - - 38 2
Totale Latina 112 5 4 0 - - - - 116 5
gen.-giu. 2018   Perugia B 10 0 CI - - - - - - - - 10 0
gen.-giu. 2019   Paganese C 11 0 CI+CI-C - - - - - - - - 11 0
Totale carriera 316 10 26 0 5 0 - - 347 10

PalmarèsModifica

NoteModifica

  1. ^ Gianni Piva, Champions League, in la Repubblica, 8 dicembre 2004, p. 44.
  2. ^ Cremonese e Spezia fanno la spesa, in La Nuova Sardegna, 31 gennaio 2005.
  3. ^ Livia Taglioli, Adriano batte il Treviso 3-0, gazzetta.it, 28 agosto 2005.
  4. ^ Il Treviso meglio dell'Udinese ma finisce con due gol per parte, repubblica.it, 15 gennaio 2006.
  5. ^ Grosso ceduto all'Inter, al Palermo il difensore Dellafiore Ilpalermocalcio.it
  6. ^ Dellafiore ceduto al Torino Ilpalermocalcio.it
  7. ^ DELLAFIORE AL TORINO Archiviato il 30 settembre 2011 in Internet Archive. Torinofc.it
  8. ^ CAIRO A SN: "Non riscattiamo Dellafiore" Stadionews.it
  9. ^ Dellafiore dal Palermo al Parma (in prestito)[collegamento interrotto] Fcparma.com
  10. ^ Dellafiore ceduto al Parma Ilpalermocalcio.it
  11. ^ Dellafiore al Parma / Domani, 21 agosto la presentazione ufficiale, Fcparma.com, 20 agosto 2010. URL consultato il 20 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2010).
  12. ^ Parma-Lazio 1-1 Legaseriea.it
  13. ^ Coppa Italia, il Parma ai quarti sportmediaset.mediaset.it
  14. ^ Paolo Hernan Dellafiore è un giocatore del Cesena Archiviato il 28 marzo 2012 in WebCite. Cesenacalcio.it
  15. ^ Cesena-Roma 0-1 Legaseriea.it
  16. ^ Ufficialità per Dellafiore in azzurro Novaracalcio.com
  17. ^ Indonesia 2012: Inter, 20 convocati Inter.it
  18. ^ Comproprietà: tutto il quadro completo Archiviato il 26 giugno 2012 in Internet Archive. Fcparma.com
  19. ^ Paolo Hernan Dellafiore al Parma Novaracalcio.com
  20. ^ Dal Parma arriva Dellafiore Archiviato l'8 gennaio 2013 in Archive.is. Acsiena.it
  21. ^ Paolo Hernán Dellafiore in biancoscudato, Rolf Feltscher al Grosseto Archiviato il 27 gennaio 2013 in Internet Archive. Padovacalcio.it
  22. ^ Ufficiale: rinnovata la comproprietà di Dellafiore Tuttomercatoweb.com
  23. ^ COMUNICATO UFFICIALE N. 33/A Archiviato il 27 luglio 2014 in Internet Archive. Figc.it
  24. ^ Un italo-argentino per la difesa Archiviato il 27 luglio 2014 in Archive.is. Uslatinacalcio.it
  25. ^ UFFICIALE: Latina, Dellafiore nerazzurro fino al 2019 tuttomercatoweb.com
  26. ^ Latina, rottura del crociato per Dellafiore tuttomercatoweb.com
  27. ^ UFFICIALE: Latina fallito, i calciatori tesserati svincolati d’autorità Archiviato il 4 ottobre 2017 in Internet Archive. tuttolegapro.com
  28. ^ DELLAFIORE È DEL PERUGIA acperugiacalcio.com

Collegamenti esterniModifica