Paolo III Antonio Esterházy di Galantha

diplomatico ungherese
Paolo III Antonio Esterházy
PaulIIIAnton.jpg
Principe di Galanta
Stemma
In carica 1833 - 1866
Predecessore Nicola II
Successore Nicola III
Nascita Vienna, 10 maggio 1786
Morte Ratisbona, 21 maggio 1866
Dinastia Esterházy
Padre Nicola II Esterházy
Madre Maria Giuseppa Ermenegilda del Liechtenstein
Consorte Maria Teresa di Thurn und Taxis
Religione cattolicesimo

Paolo III Antonio Esterházy di Galantha (Vienna, 10 maggio 1786Ratisbona, 21 maggio 1866) è stato un nobile, politico e diplomatico ungherese, al servizio della famiglia degli Asburgo.

BiografiaModifica

 
Il principe Paolo III Antonio Esterházy in una litografia d'epoca

Paolo III Antonio nacque a Vienna il 10 maggio 1786, figlio del principe Nicola II Esterházy e di sua moglie, la principessa Maria Giuseppa Ermenegilda del Liechtenstein. Egli era pertanto nipote del principe regnante Francesco Giuseppe I del Liechtenstein.

Iniziò la sua carriera presso la corte austriaca, a cui era tra l'altro sottoposta all'epoca anche l'Ungheria, patria dei suoi avi. Come Tesoriere imperiale riuscì a tessere legami fondamentali con le personalità più importanti del suo tempo. Tra questi, strinse ottimi rapporti con il principe Klemens von Metternich e con il Primo Ministro, il principe Felix Schwarzenberg. Ambasciatore imperiale nei Paesi Bassi e poi in Gran Bretagna, egli acquisì una notevole esperienza in materia di diplomazia internazionale.

Nel 1833, alla morte del padre Nicola II, Paolo III Antonio gli succedette alla guida della famiglia dei principi Esterházy di Galantha. Illuse i suoi compatrioti ungheresi, millantando che sarebbe divenuto inviato imperiale in Ungheria e che avrebbe risollevato le sorti dell'indipendenza dello stato, ma sino al 1842 rimase ambasciatore a Londra.

Ritornato a Vienna e divenuto ministro ungherese, si fece finalmente promotore della causa nazionale, ma il clima antiasburgico si fece via via sempre maggiore ed incontrollabile anche da parte dello stesso Principe Esterházy. Quando scoppiarono i moti del 1848 anche in Ungheria, il principe si trovava di fronte a un grande dilemma: aiutare gli ungheresi o schierarsi con l'Imperatore?

Era chiaro che non risultava possibile abbracciare entrambe le cause allo stesso tempo e per questo decise, come del resto avevano fatto molti dei suoi predecessori, di schierarsi con la fazione imperiale contro la politica della sua madrepatria. Per questo motivo, e per ragioni di sicurezza, venne sollevato dall'incarico di ministro ungherese e negli anni successivi venne costretto a vivere fuori dall'Ungheria.

La riconciliazione austro-ungherese del 1867 non sortì ad ogni modo l'effetto voluto e Paolo III Antonio rimase a Vienna.

Poco prima della sua morte, la situazione finanziaria della famiglia era divenuta gravissima in quanto egli stesso non era stato in grado di pagare i debiti lasciati dai suoi predecessori. Francesco Giuseppe ottenne nel 1865 il sequestro di tutte le sue proprietà sino al 1898, quando la famiglia riuscì a pagare il proprio debito con lo stato.

Alla sua morte, gli succedette il figlio Nicola III.

Matrimonio e figliModifica

Paolo III Antonio, sposò la principessa Maria Teresa di Thurn und Taxis, dalla quale ebbe i seguenti eredi:

  • Maria Teresa (1813-1894), sposò il conte Federico Chorinsky, barone di Ledske
  • Teresa (1815-?)
  • Nicola Paolo (1817-1894), sposò la contessa Sara Frederica Child Villiers

OnorificenzeModifica

Onorificenze austriacheModifica

  Cavaliere dell'Ordine del Toson d'oro
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine reale di Santo Stefano d'Ungheria
  Croce al merito civile del 1813/1814 in argento

Onorificenze straniereModifica

  Cavaliere dell'Ordine di Sant'Andrea (Impero di Russia)
  Cavaliere dell'Ordine Imperiale di Sant'Aleksandr Nevskij (Impero di Russia)
  Cavaliere di I Classe dell'Ordine di Sant'Anna (Impero di Russia)
  Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila nera (Regno di Prussia)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine del Bagno (Regno Unito)
  Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine reale guelfo (Regno di Hannover)
  Cavaliere di Gran Croce del Reale ordine di San Ferdinando e del merito (Regno delle Due Sicilie)

Albero genealogicoModifica

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Nicola I Esterházy Giuseppe Esterházy  
 
Maria Oktavia von Gilleis  
Antonio I Esterházy  
Maria Elisabetta Ungnad von Weissenwolff Ferdinand Bonaventura von Weissenwolff  
 
Maria Theresia von Starhemberg  
Nicola II Esterházy  
Jozef Erdődy von Monyorókerek und Monoszló Jan Nepomuk Erdödy  
 
Terézia Pálfiová  
Maria Teresa Erdődy von Monyorókerek und Monoszló  
Maria Antonia von Batthyány-Strattmann Adam Wenzel von Batthyány-Strattmann  
 
Mária Terézia Illésházy de Illésháza  
Paolo III Antonio Esterházy  
Emanuele del Liechtenstein Filippo Erasmo del Liechtenstein  
 
Cristina di Löwenstein-Wertheim-Rochefort  
Francesco Giuseppe I del Liechtenstein  
Antonia di Dietrichstein-Weichselstädt Carlo Ludovico di Dietrichstein  
 
Maria Teresa Anna di Trauttmansdorff  
Maria Giuseppa Ermenegilda del Liechtenstein  
Francesco Filippo di Sternberg Francesco Damiano di Sternberg  
 
Marie Josefa von Trauttmansdorff-Weinsberg  
Leopoldina di Sternberg  
Maria Leopoldina di Starhemberg Konrad Sigismund Anton von Starhemberg  
 
Maria Leopoldine Elisabeth Renate zu Löwenstein-Wertheim-Rochefort  
 

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN13120008 · GND (DE119526743 · CERL cnp00558298 · WorldCat Identities (ENviaf-13120008