Apri il menu principale

Papà, ho trovato un amico

film del 1991 diretto da Howard Zieff
Papà, ho trovato un amico
My girl.png
Macaulay Culkin e Anna Chlumsky in una scena del film
Titolo originaleMy Girl
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1991
Durata98 min
Generecommedia, drammatico
RegiaHoward Zieff
SceneggiaturaLaurice Elehwany
Casa di produzioneColumbia Pictures
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Papà, ho trovato un amico (My Girl) è un film del 1991 diretto da Howard Zieff e interpretato da Dan Aykroyd, Jamie Lee Curtis, Anna Chlumsky e Macaulay Culkin.

Il film ha avuto un sequel nel 1994 intitolato Il mio primo bacio, sempre diretto da Zieff.

TramaModifica

Estate del 1972 a Madison in Pennsylvania: Vera è la figlia undicenne di Harry, titolare di un'impresa di pompe funebri; la piccola, orfana di madre dalla nascita, trova nella nonna una figura materna ma, dopo che l'anziana donna è stata colta da demenza senile, la piccola Vera comincia ad isolarsi in una sorta di ipocondria, tormentando il dottore della città, giorno dopo giorno, dicendo di essere affetta dalle stesse malattie da cui si presentavano affette le salme dei defunti che ospitava il padre nel suo ambulatorio, inoltre inizia a comportarsi da maschiaccio.

La piccola viene trattata con una certa freddezza dal padre e trova in Thomas, suo coetaneo e miglior amico, l'unica persona con cui confidarsi. Il comportamento distaccato del padre andrà ad accentuarsi quando questi s'innamorerà della sua nuova collaboratrice, Shelly, dapprima ben vista dalla piccola Vera. Vera trascorre le sue giornate estive col piccolo Thomas, al quale confessa l'odio per la nuova fiamma del padre e la cotta verso il proprio maestro di lingua inglese, che la spronerà ad esprimere le sue forti emozioni nelle poesie.

Un giorno però il piccolo Thomas, affetto da gravi forme di allergia, verrà assalito da uno sciame di api e subisce una reazione allergica che lo ucciderà; Vera soffre moltissimo per la scomparsa del proprio amico ed esplode in una forte reazione emotiva al suo funerale, dal quale fugge in lacrime, scappando di casa. Tornerà tra le mura domestiche solo a tarda sera. Superato lo shock per la perdita, compone una commovente poesia che presenta al corso estivo del suo maestro, colpendo i presenti per la sua forza espressiva.

Il film si conclude poco dopo la vittoria di Richard Nixon alle elezioni presidenziali.

Edizione italianaModifica

Il titolo italiano richiama Mamma, ho perso l'aereo, film di cui lo stesso Culkin era stato protagonista un anno prima, benché la trama di questa pellicola sia completamente diversa.

Il nome della protagonista, in originale Vada, è stato cambiato in Vera nella versione italiana. Nel sequel Il mio primo bacio verrà invece variato in Leda.

Collegamenti esterniModifica