Apri il menu principale

Papiro Ossirinco 1007 (P.Oxy.1007, vh5, LDAB 3113, Rahlfs 907 [1]) è manoscritto della Septuaginta datata alla III secolo CE.

DescrizioneModifica

Il testo contiene il Libro della Genesi: 2,7-9.16-19.23 - 3,1.6-8. Contiene il Tetragramma biblico scritto in caratteri ebraici in Genesi 2:8,18 il con una doppia jodh. [2] Questo è manoscritto conosciuto che contiene il testo dei Settanta con il nome di Dio scritto in forma di codice. Questo manoscritto è un pergamena. Il manoscritto è indicato con il numero 907 nella lista dei manoscritti dei Settanta come valutato da Alfred Rahlfs.

StoriaModifica

Il testo è stato pubblicato nel 1910 di Artur S. Hunt con il titolo: The Oxyrhynchus Papyri.[3]

Posizione attualeModifica

Attualmente il manoscritto è conservato nella British Library con sede a Londra (Inv. 2047).

NoteModifica

  1. ^ Larry W. Hurtado (2006). The Earliest Christian Artifacts: Manuscripts and Christian Origins. Sheffield: Wm. B. Eerdmans Publishing Co. p. 210. ISBN 0-8028-2895-7.
  2. ^ Robert James Victor Hiebert, Claude E. Cox, Peter John Gentry (2001). The Old Greek Psalter: Studies in Honour of Albert Pietersma. Sheffield: Sheffield Acad. Press. p. 129. ISBN 1-84127-209-4.
  3. ^ Artur S. Hunt, The Oxyrhynchus Papyri, vol VII, Londra, pp 1-2
  Portale Bibbia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di bibbia