Apri il menu principale
Parc de Bagatelle
Jardin de Bagatelle-Mai 2010.JPG
Il castello del Parc de Bagatelle
Ubicazione
StatoFrancia Francia
LocalitàParigi
IndirizzoXVI arrondissement
Caratteristiche
Tipogiardino botanico
Realizzazione
ArchitettoFrançois-Joseph Bélanger
Thomas Blaikie
CostruttoreConte di Artois
ProprietarioComune di Parigi
Mappa di localizzazione

Coordinate: 48°52′17″N 2°14′50″E / 48.871389°N 2.247222°E48.871389; 2.247222

Il Parc de Bagatelle è un giardino botanico francese sito nel XVI arrondissement di Parigi, entro il bois de Boulogne. Esso confina con l'omonimo quartiere del comune di Neuilly-sur-Seine. È uno dei quattro poli botanici della città di Parigi, insieme al giardino delle serre d'Auteuil, al parc floral de Paris e all'Arboretum de l'école du Breuil, questi ultimi due siti nel Bois de Vincennes.

Il Parc de Bagatelle è servito dalla Linea 1 della Metropolitana di Parigi, con la stazione di Pont de Neuilly.

Indice

StoriaModifica

Venne chiamata così Bagatelle (cioè bazzecola, con l'allusione al suo costo, tra i tre ed i quattro milioni) la Folie d'Artois (cioè la casa per rilassamento e divertimento). Il parco ed il château de Bagatelle furono costruiti in soli sessantaquattro giorni a seguito di una scommessa fra Maria Antonietta ed il cognato, conte d'Artois, che aveva acquistato il territorio nel 1775.

Il progetti del sito furono disegnati in una sola notte dall'architetto Bélanger; più di novecento operai lavorarono alla sua realizzazione.

Bélanger concepì il parco e Thomas Blaikie ne ha consentito la realizzazione in uno stile anglo-cinese, molto in voga in quel periodo. Questa moda era arrivata in Europa dalle immagini delle pagode provenienti dalla Cina, ma rifletteva anche una reazione di fronte al rigorismo dei giardini alla francese.

(FR)

«Bélanger mit à l’intérieur des marbres, des glaces, des bains, des jets d’eau rafraîchissants, des meubles clairs et gais ; puis, autour, un jardin semi-anglais, semi-français ; et, dans le parc, tout l’assortiment rococo, sentimental du XVIIIème siècle: temple de la philosophie, pavillon hindou, ermitage, etc., etc.; beautés de la nature truquées: grottes, cascades, roches, lacs, ponts en bois, tout un Rousseau de clinquant, une fausse nature, en somme, contrastant, jurant avec l’ample paysage formé par le fleuve paisible - alors - qui bordait le parc à l’ouest, par le Mont-Valérien, par les belles collines de Saint-Cloud, de Meudon. Mais on était près de Paris, pas loin de Versailles, bien plus artificiel encore. Et le fleuve si lent, et le Bois si calme, et les collines, et le parc, et Bagatelle pouvaient passer pour un lieu champêtre, pour une véritable Arcadie.»

(IT)

«Bélanger mise all'interno marmi, vetri, bagni, getti d'acqua rinfrescanti, mobili chiari e allegri ; poi, intorno, un giardino semi-inglese e semi-francese e nel parco tutto l'assortimento rococò sentimentale del XVIII secolo : tempio della filosofia, padiglione indù, eremitaggio, ecc. ; bellezze della natura truccate : grotte, cascate, rocce, laghi, ponti in legno, tutto un Rousseau di orpelli, una falsa natura, insomma, in contrasto con l'ampio fiume paesaggio creato dal fiume tranquillo – allora- che costeggiava ad ovest il parco, dal Mont-Valérien, dalle belle colline di Saint-Cloud, de Meudon. Ma si era nei pressi di Parigi, non lontano da Versailles, ancor più artificiale. E il fiume così lento, e il bosco così calmo, e le colline, e il parco e Bagatelle potevano passare per una località campestre, per un'autentica Arcadia

(Adolphe-Louis Leroy)

Dopo aver corso il rischio di scomparire sotto la rivoluzione francese, il parco fu dotato di un giardino d'inverno, di un cancello d'onore e di scuderie nel 1835, poi di padiglioni per le guardie, del Trianon e di due terrazze nel 1870.

Divenuto di proprietà del mecenate inglese Sir Richard Wallace, la sua vedova, Julie Castelnau, vendette il tutto alla città di Parigi nel 1904.

Il 15 marzo 1907, Charles Voisin vi compì il primo volo meccanico su un aeroplano a motore a scoppio (un V8 Antoniette).

Dal 1907 il roseto del parco accoglie il più antico concorso internazionale dedicato alle rose[1]. Nel parco si trovano qualcosa come diecimila piante di rose rappresentanti mille e duecento diversi cultivar.

Galleria d'immaginiModifica

Esposizioni tematicheModifica

Esposizioni a tema vengono regolarmente organizzate nel parco di Bagatelle. Nel 2004 il tema era Les cabanes. Nel 2013 il titolo dell'esposizione-passeggiata è stato Paris Paysages[2].

NoteModifica

  1. ^ (FR) la Roseraie de l'Haÿ-les-Roses, su www.perso-jardins-bagatelle.net. URL consultato il 26 ottobre 2018.
  2. ^ (FR) Paysages au parc de Bagatelle

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN315530735