Apri il menu principale

Paris Saint-Germain Football Club (femminile)

società calcistica francese
Paris Saint-Germain
Calcio Football pictogram.svg
Paris Saint-Germain 2013.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blue HEX-0E1B4F with vertical White and Red HEX-C70000 stripe.svg Blu, rosso, bianco
Dati societari
Città Parigi
Nazione Francia Francia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of France.svg FFF
Campionato Division 1 Féminine
Fondazione 1971
Presidente Qatar Nasser Al-Khelaïfi
Allenatore Francia Olivier Echouafni
Stadio Stadio Jean Bouin
(20 000 posti)
Sito web www.psg.fr
Palmarès
Trofei nazionali 2 Coppe di Francia
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Dati aggiornati al 22 settembre 2019
Si invita a seguire il modello di voce

Il Paris Saint-Germain Football Club féminine, noto anche come Paris Saint-Germain, è una società calcistica femminile francese con sede nella città di Parigi, sezione dell'omonimo club maschile.

Fondato nel 1971, dal 2001 milita nella Division 1 Féminine, la massima divisione del campionato francese di calcio femminile. Disputa le proprie partite casalinghe allo Stadio Jean Bouin, impianto da 20 000 posti a sedere.

StoriaModifica

Fondato nell'estate del 1971 in seguito all'apertura della federazione francese verso il calcio femminile, nel 1979 il club approda alla Division 1 Féminine, il massimo livello del campionato francese di calcio femminile, mantenendo la categoria per tre anni. Retrocesso in Division 2, secondo livello del campionato, dopo quattro anni nella categoria riesce, nel 1986, a ritornare nella massima serie femminile francese, rimanendoci fino al 1992, anno della seconda retrocessione.

Da quell'anno il campionato francese viene interessato da una riforma interna, mutando struttura ed acquisendo un livello intermedio; la Division 1 viene trasformata in National 1A mentre il secondo livello, passato da due gruppi da 6 squadre a tre gruppi da 10 squadre, viene rinominato in National 1B.

Dopo due anni in National 1B ottiene, nuovamente, nel 1994 la promozione in National 1A, ma non riuscirà a mantenere la categoria, retrocedendo subito al termine della stagione. IL club ricomincia quindi nel 1995 dalla National 1B e, dopo sei anni di militanza, nel 2001 raggiunge, per la quarta volta nella sua storia la promozione nella massima categoria, che dal campionato 2002-2003 ritornata alla denominazione Division 1, riuscendo a mantenerla negli anni successivi.

Ha conquistato il primo trofeo della sua storia nel 2010, vincendo la Coppa di Francia e, nella stagione 2010-2011 e nella stagione 2015-2016, raggiunge il secondo posto in campionato, migliori piazzamenti di sempre, che le consentono di prendere parte alla UEFA Women's Champions League. Nell'edizione 2014-2015 della Champions League il PSG raggiunse la finale del torneo, eliminando sul suo cammino anche l'Olympique Lione e il Wolfsburg campione in carica. Nella finale disputata allo stadio Friedrich-Ludwig-Jahn-Sportpark di Berlino, il PSG venne sconfitto dall'1. FFC Francoforte con una rete segnata al primo minuto di recupero[1]. Nell'edizione 2015-2016 il cammino delle parigine si fermò in semifinale per mano delle connazionali dell'Olympique Lione, che inflissero al PSG una sconfitta per 0-7 all'andata[2]. Nell'edizione 2016-2017 il PSG raggiunse nuovamente la finale della UEFA Women's Champions League, dove trovò l'Olympique Lione: la finale, disputata al City Stadium di Cardiff, si concluse a reti inviolate dopo i tempi supplementari, ma vide le lionesi prevalere dopo i tiri di rigore[3].

Dopo quattro secondi posti consecutivi dietro all'Olympique Lione, il PSG mancò il secondo posto e la conseguente qualificazione alla UEFA Women's Champions League al termine della Division 1 Féminine 2016-2017, conclusa al terzo posto dietro alle lionesi e al Montpellier. Nella stagione 2017-2018 tornò a concludere al secondo posto e, il 31 maggio 2018, si aggiudicò la sua seconda Coppa di Francia, battendo in finale per 1-0 l'Olympique Lione con la rete decisiva di Marie-Antoinette Katoto[4].

CronistoriaModifica

Cronistoria del Paris Saint-Germain Football Club femminile
  • 1971 - Fondazione del Paris Saint-Germain Football Club féminine.
  • 1971-1972 - 2º nella Division d'Honneur.
  • 1972-1973 - ?
  • 1973-1974 - ?
  • 1974-1975 - 4º nella Division d'Honneur.
  • 1975-1976 - 6º nella Division d'Honneur.
  • 1976-1977 - 5º nella Division d'Honneur.
  • 1977-1978 - ?
  • 1978-1979 - ?
  • 1979-1980 - 3º nel gruppo centro della Division 1.
  • 1980-1981 - 3º nel gruppo centro della Division 1.
  • 1981-1982 - 5º nel gruppo centro della Division 1.
  • 1982-1983 - 4º nel gruppo H del girone preliminare della Division 1. 1º nel gruppo B della Division 2. Perde la finale dei play-off.
  • 1983-1984 - 4º nel gruppo E del girone preliminare della Division 1. 4º nel gruppo C della Division 2.
  • 1984-1985 - 4º nel gruppo G del girone preliminare della Division 1. 1º nel gruppo C della Division 2. Perde la finale dei play-off.
  • 1985-1986 - 4º nel gruppo E del girone preliminare della Division 1. 1º nel gruppo B della Division 2. Perde la semifinale dei play-off.
  • 1986-1987 - 3º nel gruppo A della Division 1.
  • 1987-1988 - 6º nel gruppo A della Division 1.
  • 1988-1989 - 4º nel gruppo A della Division 1.
  • 1989-1990 - 6º nel gruppo B della Division 1.
  • 1990-1991 - 5º nel gruppo B della Division 1.
  • 1991-1992 - 5º nel gruppo B della Division 1. Retrocesso in National 1B.
  • 1992-1993 - 5º nel gruppo B della National 1B.
  • 1993-1994 - 1º nel gruppo A della National 1B. Promosso in National 1A.
  • 1994-1995 - 12º in National 1A. Retrocesso in National 1B.
  • 1995-1996 - 4º nel gruppo A della National 1B.
  • 1996-1997 - 7º nel gruppo A della National 1B.
  • 1997-1998 - 5º nel gruppo A della National 1B.
  • 1998-1999 - 3º nel gruppo A della National 1B.
  • 1999-2000 - 2º nel gruppo A della National 1B.
  • 2000-2001 - 1º nel gruppo A della National 1B. Campione di National 1B. Promosso in National 1A.
  • 2001-2002 - 5º in National 1A. La National 1A è rinominata Division 1 Féminine.
Quarti di finale di Challenge de France.
Ottavi di finale di Challenge de France.
Quarti di finale di Challenge de France.
Semifinale di Challenge de France.
Ottavi di finale di Challenge de France.
Sedicesimi di finale di Challenge de France.
Finale di Challenge de France.
Sedicesimi di finale di Challenge de France.
Vince la Challenge de France. (1º titolo)
Sedicesimi di finale di Challenge de France.
Semifinale di Coppa di Francia.
Ottavi di finale di Champions League.
Semifinale di Coppa di Francia.
Finale di Coppa di Francia.
Sedicesimi di finale di UEFA Champions League.
Ottavi di finale di Coppa di Francia.
Finalista di Champions League.
Semifinale di Coppa di Francia.
Semifinale di Champions League.
Finalista di Coppa di Francia.
Finalista di Champions League.
Vince la Coppa di Francia. (2º titolo)
Quarti di finale di Coppa di Francia.
Quarti di finale di Champions League.
in Coppa di Francia.
in UEFA Champions League.
Finale del Trophée des Championnes.

AllenatoriModifica

  Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori del Paris Saint-Germain F.C. (femminile)

CalciatriciModifica

PalmarèsModifica

StatisticheModifica

Risultati nella Women's Champions LeagueModifica

Stagione Fase Avversario Risultato
Andata Ritorno Tot.
2011-2012 Sedicesimi di finale   Peamount United 2-0 (T) 3-0 (C) 5-0
Ottavi di finale   1. FFC Francoforte 0-3 (T) 2-1 (C) 2-4
2013-2014 Sedicesimi di finale   Tyresö 1-2 (T) 0-0 (C) 1-2
2014-2015 Sedicesimi di finale   Twente 2-1 (T) 1-0 (C) 3-1
Ottavi di finale   Olympique Lione 1-1 (C) 1-0 (T) 2-1
Quarti di finale   Glasgow City 2-0 (T) 5-0 (C) 7-0
Semifinale   Wolfsburg 2-0 (T) 1-2 (C) 3-2
Finale   1. FFC Francoforte 1-2
2015-2016 Sedicesimi di finale   Olimpia Cluj 6-0 (T) 9-0 (C) 15-0
Ottavi di finale   KIF Örebro 1-1 (T) 0-0 (C) 1-1 (gfc)
Quarti di finale   Barcellona 0-0 (T) 1-0 (C) 1-0
Semifinale   Olympique Lione 0-7 (T) 0-1 (C) 0-8
2016-2017 Sedicesimi di finale   LSK Kvinner 1-3 (T) 4-1 (C) 5-4
Ottavi di finale   BIIK Kazygurt 3-0 (T) 4-1 (C) 7-1
Quarti di finale   Bayern Monaco 0-1 (T) 4-0 (C) 4-1
Semifinale   Barcellona 3-1 (T) 2-0 (C) 5-1
Finale   Olympique Lione 0-0 (6-7 dcr)
2018-2019 Sedicesimi di finale   Sankt Pölten 4-1 (T) 2-0 (C) 6-1
Ottavi di finale   Linköping 2-0 (T) 3-2 (C) 5-2
Quarti di finale   Chelsea 0-2 (T) 2-1 (C) 2-3
2019-2020 Sedicesimi di finale   Sporting Braga 7-0 (T) 0-0 (C) 7-0
Ottavi di finale   Breiðablik 4-0 (T) 3-1 (C) 7-1
Quarti di finale

OrganicoModifica

Rosa 2019-2020Modifica

Rosa aggiornata al 15 settembre 2019[5]

N. Ruolo Giocatore
1   P Katarzyna Kiedrzynek
2   D Hanna Glas
4   D Paulina Dudek
5   D Alana Cook
7   C Aminata Diallo
8   C Grace Geyoro
9   A Marie-Antoinette Katoto
10   A Nadia Nadim
11   A Kadidiatou Diani
12   D Ashley Lawrence
13   C Sara Däbritz
14   D Irene Paredes
N. Ruolo Giocatore
15   A Karina Sævik
16   P Christiane Endler
17   D Ève Périsset
18   C Lina Boussaha
19   A Annahita Zamanian
20   D Perle Morroni
21   C Sandy Baltimore
22   A Signe Bruun
23   A Jordyn Huitema
24   C Formiga (capitano)
27   C Léa Khelifi
30   P Arianna Criscione

Staff tecnicoModifica

Staff dell'area tecnica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Islacker strikes to give Frankfurt the crown, su uefa.com, 14 maggio 2015. URL consultato il 28 luglio 2018.
  2. ^ (FR) L'OL a écrasé le PSG (7-0) en demi-finales aller de la Ligue des champions, su lequipe.fr, 24 aprile 2016. URL consultato il 28 luglio 2018.
  3. ^ (EN) Lyon beat PSG on penalties to win women's Champions League final, su theguardian.com, 1º giugno 2017. URL consultato il 28 luglio 2018.
  4. ^ (FR) Le PSG s'offre la Coupe de France féminine devant Lyon au terme d'un scénario incroyable, su lequipe.fr, 1º giugno 2018. URL consultato il 1º giugno 2018.
  5. ^ (FR) Effectif, su psg.fr. URL consultato il 22 settembre 2019.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica