Incontro Isner-Mahut del torneo di Wimbledon 2010

incontro professionistico più lungo della storia del tennis

L'incontro tra John Isner e Nicolas Mahut è stato giocato nel primo turno del torneo di Wimbledon 2010, dal 22 al 24 giugno.

John Isner
Nicolas Mahut

Durato 11 ore e 5 minuti, è stato il match professionistico più lungo della storia del tennis.[1][2]

Prima dell'incontroModifica

Nicolas Mahut nel giugno 2010 era classificato al centoquarantottesimo posto nel ranking ATP[3], una posizione troppo bassa per accedere al tabellone principale del torneo londinese. Partecipa quindi alle qualificazioni con la testa di serie numero ventisette. Nel secondo turno supera Alex Bogdanović con il punteggio 3-6, 6-3, 24-22 e nell'ultimo turno sconfigge Stefan Koubek in cinque set in rimonta, con il risultato finale di 68-7, 3-6, 6-3, 6-4, 6-4.

La partitaModifica

 
La placca appesa in onore dei due tennisti

Primo giornoModifica

I due protagonisti entrano sul campo 18 il 22 giugno alle 18:18.[4] I primi due set scorrono velocemente con una durata di circa mezz'ora l'uno, il primo vinto dall'americano 6-4 e il secondo dal francese 6-3. Il terzo set risulta più combattuto concludendosi al tie-break per 7-67 in favore di Mahut, che si porta in vantaggio per due set a uno. Nel quarto la durata aumenta ancora, superando l'ora, e per la seconda volta si decide tutto al tie-break, questa volta 7-63 in favore dello statunitense che pareggia i conti. A questo punto il match viene sospeso alle 21:03 per la troppa oscurità sul campo.[4]

Secondo giornoModifica

Il quinto set inizia il 23 giugno alle 14:07[4] e, dopo più di sette ore con i due avversari in parità per 59-59, viene sospeso nuovamente per oscurità alle 21:10.[4] Nella giornata hanno superato il record di match più lungo nella storia del tennis[5] sia per numero di game giocati che per tempo effettivo in campo. Si sono dati cambio sul campo ben cinque team diversi di raccattapalle[5] mentre il giudice di sedia, Mohamed Lahyani, è rimasto al suo posto per tutte le sette ore di gioco.[6]

Terzo giornoModifica

Visto il gran numero di record superati, diversi addetti ai lavori, tra i quali John McEnroe che segue il torneo quale commentatore, propongono di concedere ai due tennisti l'onore di giocare sul campo centrale.[7] La richiesta non viene accolta, e per il terzo giorno consecutivo Isner e Mahut si ritrovano sul campo 18. Il match riprende dal 59 pari alle 15:42[4] Dopo aver vinto il game del 60-59, John Isner raggiunge il centesimo ace nella partita e quindici minuti dopo, sul 62-62, lo fa anche il francese.[8] Superate undici ore in totale, al suo quinto match point Isner vince con il punteggio finale di 6-4, 3-6, 67-7, 7-63, 70-68.

Dopo l'incontroModifica

Al termine dell'incontro, Tim Henman e Ann Haydon-Jones hanno consegnato ad entrambi un riconoscimento speciale da parte dell'All England Club. Inoltre, il club ha posto una speciale placca commemorativa del match nel campo 18.

Mahut ha donato i ricordi del match al museo della International Tennis Hall of Fame.

In qualità di vincitore, Isner è avanzato al secondo round, dove ha incontrato Thiemo de Bakker il 25 giugno alle 12:00 sul campo 5. Il match era inizialmente programmato per il giorno prima. Anche de Bakker aveva avuto un primo round molto lungo, finito 16-14 al quinto set, ma aveva comunque avuto un giorno di riposo in più. Isner ha perso per 0-6, 3-6, 2-6 in soli 74 minuti; è stato il match più breve a Wimbledon fino a quel momento,[9] e Isner ha avuto più volte bisogno dell'intervento medico per problemi al collo e alle spalle.[10]

Doveva giocare anche il doppio insieme a Sam Querrey il 24 giugno, contro Michał Przysiężny e Dudi Sela, ma il match, inizialmente posticipato anch'esso al giorno dopo, non si è giocato in quanto Isner si è ritirato per problemi ai piedi.

Mahut ha invece giocato il suo incontro di doppio (con Arnaud Clément contro Colin Fleming e Ken Skupski) la sera del 24 giugno, sempre sul campo 18. Il match è stato sospeso dopo il primo set, vinto da Fleming/Skupski. Per problemi di incastri con altri match, l'incontro è ripreso solo il 26 giugno sul campo 14, e Fleming/Skupski hanno vinto 7-6, 6-4, 3-6, 7-6.

Isner e Mahut si sono reincontrati anche al primo turno del torneo di Wimbledon l'anno successivo; ha vinto ancora Isner, stavolta più rapidamente, in 2 ore e 3 minuti, con il punteggio di 7-6, 6-2, 7-6. Curiosamente tutti e quattro i precedenti tra Isner e Mahut si sono svolti su erba, con un bilancio di 3-1 per l'americano (statistiche aggiornate al 20 aprile 2020).

Il punteggioModifica

Primo giornoModifica

1 (32') 2 (29') 3 (49') 4 (64') 5 (-)
  Nicolas Mahut (Q) 4 6 79 63 -
  John Isner (23) 6 3 67 77 -

Secondo giornoModifica

1 (-) 2 (-) 3 (-) 4 (-) 5 (424')
  Nicolas Mahut (Q) - - - - 59
  John Isner (23) - - - - 59

Terzo giornoModifica

1 (-) 2 (-) 3 (-) 4 (-) 5 (67')
  Nicolas Mahut (Q) - - - - 9
  John Isner (23) - - - - 11

TotaleModifica

1 (32') 2 (29') 3 (49') 4 (64') 5 (491')
  Nicolas Mahut (Q) 4 6 79 63 68
  John Isner (23) 6 3 67 77 70

Statistiche della partitaModifica

22-24 giugno 2010
Durata:11h 5'

1º turno singolare maschile

  John Isner

 
3 – 2
6–4, 3–6, 6–7(7), 7–6(3), 70–68
  Nicolas Mahut

 
Court No. 18, Wimbledon
 

Giudice di sedia:   Mohamed Lahyani

 
74% Prime di servizio 67%
 
10 Doppi falli 21
 
52 Errori gratuiti 39
 
246 Vincenti 244
 
113 Aces 103
 
81% Vincenti 1ª di servizio 87%
 
63% Vincenti 2ª di servizio 61%
 


478 Punti totali 502
     
 

CronologiaModifica

Gli orari sono quelli dell'Europa centrale (UTC+1).

Martedì 22 giugno 2010Modifica

  • 18:18 – Il match comincia.
  • 21:07 – Il match viene sospeso per oscurità sul punteggio di 2 sets pari dopo il IV set.

Mercoledì 23 giugno 2010Modifica

  • 14:05 – Il match riprende
  • 17:45 – Il match batte il record del match più lungo della storia.
  • 21:13 – Il match viene sospeso per il secondo giorno consecutivo sul punteggio di 59–59 nel V e decisivo set.

Giovedì 24 giugno 2010Modifica

  • 15:40 – Il match riprende sul campo 18.
  • 16:48 – Il match termina con la vittoria di John Isner, che vince all'ultimo set 70-68. Il match è durato 11 ore e 5 minuti.

Record battutiModifica

[11]

Il black-out del tabelloneModifica

Durante la seconda giornata il tabellone dei punteggi è rimasto bloccato sul 47-47, dopodiché si è spento. I programmatori IBM hanno comunicato che era stato programmato per un massimo di 47-47, ma che avrebbero corretto il problema per il giorno successivo.[13] Il tabellone online del sito ufficiale è durato giusto un po' di più: sul 50-50 si è resettato a 0-0. Un messaggio rivolto agli utenti dalla pagina ufficiale del torneo di Wimbledon su Facebook recitava: "Please add 50 to the Isner/Mahut game score" (siete pregati di aggiungere 50 al punteggio di Isner e Mahut).[14] Un programmatore IBM ha lavorato sul sistema di punteggio computerizzato fino alle 23:45 per avere i punteggi corretti il giorno seguente, ma dopo altri 25 game si è avuto ugualmente un malfunzionamento.[15]

NoteModifica

  1. ^ Wimbledon, Isner vince dopo 11 ore, su ansa.it, 24 giugno 2010. URL consultato il 2 luglio 2016.
  2. ^ Wimbledon, 10 ore da record. È un Isner-Mahut senza fine., su gazzetta.it, La Gazzetta dello Sport, 23 giugno 2010. URL consultato il 4 luglio 2016.
  3. ^ (EN) ATP Rankings History, su atpworldtour.com. URL consultato il 13 giugno 2015.
  4. ^ a b c d e Tutte le statistiche di Mahut-Isner, su ubitennis.com, 24 giugno 2010. URL consultato il 2 giugno 2012.
  5. ^ a b (EN) History - 2010s, su wimbledon.com. URL consultato il 7 giugno 2019.
  6. ^ (EN) The Associated Press, Lahyani presides over longest match, su sports.espn.go.com, 24 giugno 2010. URL consultato il 2 giugno 2012.
  7. ^ John McEnroe: "Isner e Mahut sorprendenti, ma c'è un limite a tutto", su ubitennis.com, 24 giugno 2010. URL consultato il 2 giugno 2012.
  8. ^ (EN) John Isner v Nicolas Mahut - as it happened, su theguardian.com. URL consultato il 7 giugno 2019.
  9. ^ (EN) Marathon man John Isner loses short match in Wimbledon, su freep.com. URL consultato l'8 luglio 2013.
  10. ^ (EN) David Ornstein, Wimbledon 2010: John Isner thrashed by Thiemo De Bakker, BBC Sport, 25 giugno 2010. URL consultato il 25 giugno 2010.
  11. ^ (EN) Statistiche del match Archiviato il 26 giugno 2010 in Internet Archive.
  12. ^ Record assoluto individuale (precedente: Ivo Karlović con 78 nel 2009)
  13. ^ (EN) John Martin, Logistics Are Put to the Test at Wimbledon, in The New York Times, 23 giugno 2010.
  14. ^ (EN) Michael Hurley, John Isner and Nicolas Mahut Marathon Match Suspended for Darkness at Wimbledon, su NESN.com, New England Sports Network, 23 giugno 2010.
  15. ^ (EN) Martin, John. "Scoreboard tuneup" The New York Times, 24 June 2010.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Tennis: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di tennis