Partito Colorado (Paraguay)

Associazione Nazionale Repubblicana - Partito Colorado
(ES) Asociación Nacional Republicana – Partido Colorado
Emblema Partido Colorado Paraguay.png
LeaderLilian Samaniego
StatoParaguay Paraguay
Sede25 de Mayo N° 842 c/ Tacuary - Asunción
AbbreviazioneANR-PC
Fondazione11 settembre 1887
IdeologiaConservatorismo nazionale
Conservatorismo liberale
CollocazioneDestra
Affiliazione internazionaleUnione Democratica Internazionale
Seggi Camera
42 / 80
Seggi Senato
17 / 45
Sito webwww.anr.org.py/
Bandera Partido Colorado de Paraguay.svg
Bandiera del partito

Il Partito Colorado (nome completo: Associazione Nazionale Repubblicana - Partito Colorado; in spagnolo Asociación Nacional Republicana – Partido Colorado, ANR-PC), è un partito politico del Paraguay, fondato nel 1887 da Bernardino Caballero. Dopo 61 anni di potere, il suo candidato è stato sconfitto nelle elezioni del 2008, riconquistando il potere nelle elezioni dell'agosto 2013.

StoriaModifica

1887-1989Modifica

Il Partito Colorado ha governato il Paese fin dalla fondazione nel 1887 fino al 1904, come partito di stampo liberale orientato a centro-sinistra. Tornò al governo nel 1946, con il Partito Rivoluzionario Febrerista, partito d'ispirazione socialista.

Dal 1947 al 1962, tuttavia, il partito instaurò un regime dittatoriale mono-partitico, abbandonando i principi liberali e sviluppando un'ideologia nazionalista e anticomunista. Nel 1962, appunto, permise la legalizzazione di altri partiti politici, tranne il Partito Comunista Paraguaiano, poiché troppo legato alle politiche dell'URSS e non riconosciuto dagli USA.

Nonostante il riconoscimento di altri partiti, rimase comunque al potere in forma dittatoriale, crollando definitivamente nel 1989, con la caduta del populista Alfredo Stroessner, che era presidente del Paraguay ininterrottamente da 35 anni. Stroessner, figlio di un emigrato tedesco, durante la sua dittatura aveva ospitato diversi connazionali ex-nazisti e governò con la polizia segreta e l'esercito, inoltre era anche un esponente dell'Operazione Condor.

Fatto decadere da esponenti del suo stesso partito, Stroessner fuggì in Brasile, lasciando che il suo Paese ed il suo partito ritornassero sulla via democratica.

1989 e anni recentiModifica

Con una scissione nel 2002 della sua costola più "nostalgica" di destra, che formerà l'Unione Nazionale dei Cittadini Etici, il Partito Colorado subirà la sua prima divisione interna.

Attualmente, è un partito conservatore, opposto alle sinistre e all'ideologia liberale.

Risultati elettoraliModifica

Elezione Voti % Seggi
2003 Camera 520 761 34,57
37 / 80
Senato 508 506 34,44
16 / 45
2008 Camera 582 932 32,96
30 / 80
Senato 509 907 28,83
15 / 45
2013 Camera 919 625 40,99
44 / 80
Senato 865 206 38,50
19 / 45
2018 Camera 927 183 39,10
42 / 80
Senato 766 841 32,52
17 / 45

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN133384515 · LCCN (ENn82142253 · GND (DE5251314-2 · BNF (FRcb12037165m (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n82142253