Partito Comunista di Slovacchia (1992)

Partito Comunista di Slovacchia
(SK) Komunistická strana Slovenska
Logo of the Communist Party of Slovakia.svg
StatoSlovacchia Slovacchia
SedeBratislava
AbbreviazioneKSS
Fondazione28 agosto 1992
IdeologiaComunismo
Marxismo-leninismo
CollocazioneEstrema sinistra
Partito europeoIniziativa dei Partiti Comunisti e Operai d'Europa
Partito della Sinistra Europea (osservatore)[1]
Seggi Consiglio nazionale
0 / 150
 (2016)
Seggi Europarlamento
0 / 21
 (2019)
Iscritti2 100 (2015)
Sito webwww.kss.sk/
Flag of the Communist Party of Slovakia.svg
Bandiera del partito

Il Partito Comunista di Slovacchia (in slovacco: Komunistická strana Slovenska - KSS) è un partito politico slovacco costituitosi nel 1992 dall'unione del Partito Comunista di Slovacchia - 91 e dalla Lega Comunista di Slovacchia.

StoriaModifica

Alle elezioni parlamentari del 2002 il KSS ricevette circa il 6% dei voti, ottenendo 11 seggi al Consiglio nazionale della Repubblica Slovacca, il Parlamento nazionale; fu la prima volta che ottenne un seggio al Parlamento.

Alle elezioni parlamentari del 2006 ottenne il 3,88% dei voti e, non avendo superato la soglia di sbarramento del 5%, perse tutta la rappresentanza parlamentare.

Il partito è un membro osservatore del Partito della Sinistra Europea.[2]

Risultati elettoraliModifica

Elezione Voti % Seggi
Parlamentari 1994 78.419 2,73
0 / 150
Parlamentari 1998 94.015 2,80
0 / 150
Parlamentari 2002 181.872 6,33
11 / 150
Europee 2004 31.908 4,55
0 / 14
Parlamentari 2006 89.418 3,88
0 / 150
Europee 2009 13.643 1,65
0 / 13
Parlamentari 2010 21.104 0,83
0 / 150
Parlamentari 2012 18.583 0,73
0 / 150
Europee 2014 8.510 1,52
0 / 13
Parlamentari 2016 16.278 0,62
0 / 150
Europee 2019[a] 6.199 0,62
0 / 13
  1. ^ Con VZDOR

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN142629827 · ISNI (EN0000 0000 9655 9212 · LCCN (ENn50062243 · WorldCat Identities (ENlccn-n50062243
  1. ^ (EN) Our Parties, su european-left.org. URL consultato il 17 gennaio 2022.
  2. ^ (EN) Our Parties, su european-left.org. URL consultato il 17 gennaio 2022.