Partito Indipendente Americano

partito politico statunitense
Partito Indipendente Americano
(EN) American Independent Party
PresidenteMarkham Robinson[1]
VicepresidenteMark Seidenberg
StatoStati Uniti Stati Uniti
Sede476 Deodara St., Vacaville, California
Fondazione8 luglio 1967
IdeologiaPaleoconservatorismo[2]
CollocazioneEstrema destra[3][4]
Colori     Viola
Sito webaipca.org

Il Partito Indipendente Americano (in inglese: American Independent Party, acronimo: AIP) è un partito politico di estrema destra degli Stati Uniti fondato nel 1967. L'AIP è noto principalmente per la sua candidatura nel 1968 dell'ex governatore democratico George Wallace dell'Alabama, che ha vinto in 5 Stati, arrivando terzo a livello nazionale, nelle elezioni presidenziali di quell'anno con un programma di stampo segregazionista di "legge e ordine" contro i due principali candidati Richard M. Nixon e Hubert H. Humphrey. Nel 1976, il partito si è diviso tra il moderno Partito Indipendente Americano ed il Partito Americano. Dal 1992 al 2008, il partito è stato affiliato californiano del Partito della Costituzione. La sua uscita dal Partito della Costituzione ha portato a una disputa sulla leadership durante le elezioni del 2016.

StoriaModifica

Campagna di WallaceModifica

 
Tessera del partito del 1969 del suo candidato George Wallace

Nel 1967, l'AIP venne fondato da Bill Shearer e sua moglie, Eileen Knowland Shearer. Scelse George Wallace (ex democratico) come suo candidato presidenziale e il generale in pensione dell'aeronautica americana Curtis E. LeMay come candidato vicepresidente. Wallace si candidò a tutte le votazioni statali alle elezioni, sebbene non rappresentasse l'American Independent Party in tutti i cinquanta Stati: nel Connecticut, ad esempio, venne indicato sulla scheda elettorale come candidato del "George Wallace Party". Il duo Wallace/LeMay ricevette il 13,5% dei voti popolari e 46 voti elettorali dagli stati di Arkansas, Louisiana, Mississippi, Georgia ed Alabama. Nessun candidato di un terzo partito ha vinto più di un voto elettorale dalle elezioni del 1968.[5][6]

Nel 1969, i rappresentanti di quaranta Stati istituirono il Partito Americano come successore dell'AIP. In alcuni luoghi, come il Connecticut, il Partito Americano è stato costituito come "Partito Conservatore Americano" (il moderno Partito Conservatore Americano, fondato nel 2008, non è legato al partito dell'era Wallace). Nel marzo 1969, il partito si candidò a un'elezione speciale nell'8º distretto del Congresso nel Tennessee nord-occidentale, per sostituire il membro del Congresso Robert "Fats" Everett, che era morto in carica. Il suo candidato, William J. Davis, ebbe un ottimo risultato per un piccolo partito, superando il repubblicano Leonard Dunavant, con 16.375 voti contro i 15.773 di Dunavant; sebbene vinse il democratico moderato Ed Jones, con 33.028 voti (47%).

La bandiera del partito, adottata il 30 agosto 1970, raffigura un'aquila che tiene un gruppo di frecce negli artigli sinistri, sopra una rosa dei venti, con uno striscione che recita "The American Independent Party" alla base dell'aquila.

Il "Partito Americano", come veniva comunemente chiamato e legalmente definito in diversi Stati, occasionalmente continuò a candidarsi al Congresso e al governo, ma pochi candidati ebbero un impatto reale sulle elezioni. Nel 1970, l'AIP candidò a governatore della Carolina del Sud Alfred W. Bethea, un ex membro democratico della Camera dei rappresentanti della Carolina del Sud della contea di Dillon. Bethea ottenne solo il 2% dei voti.[7] In un'altra elezione governatoriale del 1970, il Partito Americano dell'Arkansas candidò Walter L. Carruth (1931-2008), un giudice di pace dalla Phillips County nell'Arkansas orientale, ed egli ricevette 36.132 voti (5,9%), non abbastanza da influenzare il risultato in cui il democratico Bumpers sconfisse il repubblicano Rockefeller.[8] Il Partito Americano ottenne l'accesso al voto in Tennessee nel 1970, superando facilmente la soglia del 5% richiesta, e tenne un'elezione primaria che nominò una lista di candidati tra cui uomo d'affari Douglas Heinsohn per il governatore. Tuttavia, né Heinsohn né alcun altro candidato del Partito Americano superò la soglia del 5% nelle elezioni del Tennessee del 1970, e allo stesso modo non riuscì a farlo nel 1972, così il partito perse l'accesso al voto, non riuscendo, ad oggi, a riprenderlo.[9]

Nel 1972, il Partito Americano candidò il membro del Congresso repubblicano John G. Schmitz della California come presidente e l'autore del Tennessee Thomas Jefferson Anderson, entrambi membri della John Birch Society, come vice presidente (ricevettero oltre un milione di voti). In quelle elezioni, Hall Lyons, un dirigente dell'industria petrolifera di Lafayette, Louisiana, ed ex repubblicano, si candidò come candidato al Senato degli Stati Uniti per l'AIP, ma finì ultimo in una gara tra 4 candidati dominata dal candidato democratico, J. Bennett Johnston, Jr.

Dopo la scissione del 1976Modifica

Nel 1976, l'AIP si divise nel più moderato Partito Americano, che includeva più conservatori del nord e sostenitori di Schmitz, e l'omonimo American Independent Party, che si concentrava sul Profondo Sud. Entrambi i partiti hanno nominato candidati alla presidenza e ad altri incarichi. Né l'American Party né l'AIP hanno avuto successo nazionale e il Partito Americano non ha ottenuto l'accesso al voto in nessuno Stato dal 1996.

All'inizio degli anni '80, Bill Shearer guidò l'American Independent Party nel Partito Populista. Dal 1992 al 2008, l'American Independent Party è stato affiliato californiano del Constitution Party.

Controversia sulla leadership del 2007Modifica

Una scissione nell'American Independent Party si è verificata durante la campagna presidenziale del 2008, una fazione ha riconosciuto Jim King come presidente dell'AIP e l'altra ha riconosciuto Ed Noonan come presidente. La fazione di Noonan rivendica il vecchio sito web principale dell'AIP mentre l'organizzazione King rivendica il blog dell'AIP. Il gruppo di King si è riunito a Los Angeles il 28 e 29 giugno ed egli è stato eletto presidente del partito nello Stato.[10] La fazione di Ed Noonan, che comprendeva 8 dei 17 ufficiali dell'AIP, ha tenuto una convention a Sacramento il 5 luglio 2008. I temi della divisione erano la politica estera degli Stati Uniti e l'influenza del fondatore del Partito della Costituzione Howard Phillips sul partito.[11]

Il gruppo di King ha scelto di rimanere nel Constitution Party e ha sostenuto il suo candidato alla presidenza, Chuck Baldwin. Non è stato indicato come "partito politico qualificato" dal Segretario di Stato della California e il nome di Baldwin non è stato stampato sulle schede elettorali dello Stato.[12] Il gruppo di King ha citato in giudizio per l'accesso al voto[13] e il caso è stato archiviato.[14]

Il gruppo di Noonan ha votato per ritirarsi dal Constitution Party e unirsi a un nuovo partito chiamato America's Party, unito dal candidato perenne ed ex ambasciatore delle Nazioni Unite Alan Keyes come veicolo per la sua campagna presidenziale.[11] Poiché Noonan era registrato con il Segretario di Stato della California come presidente (uscente) del partito, Keyes è stato aggiunto alle urne statali come candidato dell'AIP.[15] Questo gruppo ha eletto Markham Robinson come suo nuovo presidente alla convention.

Risultati elettoraliModifica

Elezioni presidenzialiModifica

Anno Candidato presidente Stato Occupazioni precedenti Candidato vicepresidente Stato Occupazioni precedenti Voti Note
1968  

George Wallace

ex Democratico
  Alabama  

Curtis LeMay
  California
Generale dell'United States Air Force
(1951-1965)
Comandante in capo dello Strategic Air Command
(1948-1957)
Vice-capo dello staff dell'Air Force
(1957-1961)
Capo dello staff dell'Air Force
(1961-1965)
9.906.473 (13.5%)

46 EV (voti elettorali)
1972  

John G. Schmitz
  California
Membro della United States House of Representatives dal 35º distretto del Congresso della California
(1970-1973)
 

Thomas J. Anderson
  Tennessee
Editore di riviste
1.099.482 (1.4%)

0 EV
1976  

Lester Maddox
  Georgia
Governatore della Georgia
(1967-1971)
Vice-governatore della Georgia
(1971-1975)
 

William Dyke
  Wisconsin
Sindaco di Madison
(1969-1973)
Candidato governatore del Wisconsin
(1974)
170.531 (0.2%)

0 EV
1980  

John Rarick
  Louisiana
Membro della U.S. House of Representatives dal 6º distretto del Congresso della Louisiana
(1967-1975)
Eileen Shearer   California
Cofondatrice dell'American Independent Party
41.268 (<0.1%)

0 EV
1984  

Appoggio a Bob Richards

(Partito Populista)
  Texas
Atleta olimpico ritirato
 

Maureen Kennedy Salaman
  California
Scrittrice, nutrizionista
66.336 (0.1%)

0 EV
1988 James C. Griffin   Texas
Candidato senatore in California
(1980)
Candidato governatore della California
(1982)
Candidato vice-governatore della California
(1986)
Charles Morsa 27.818 (<0.1%)

0 EV
1992  

Appoggio a Howard Phillips

(U.S. Taxpayers')
  Virginia
Presidente del The Conservative Caucus
Candidato senatore per il Massachusetts
(1978)
Albion W. Knight   Florida 43.369 (<0.1%)

0 EV
1996  

Appoggio a Howard Phillips

(U.S. Taxpayers')
Herbert Titus   Oregon
Avvocato, scrittore
184.656 (0.2%)

0 EV
2000  

Appoggio a Howard Phillips

(Constitution)
Curtis Frazier   Missouri
Candidato senatore per il Missouri
(1998)
98.020 (0.1%)

0 EV
2004 Appoggio a Michael Peroutka

(Constitution)
  Maryland
Avvocato
Fondatore dell'Institute on the Constitution
 

Chuck Baldwin
  Florida
Pastore, conduttore radiofonico
143.630 (0.1%)

0 EV
2008  

Appoggio ad Alan Keyes

(America's Independent)
  New York
Assistant Secretary of State for International Organization Affairs
(1985–1987)
Candidato senatore per il Maryland
(1988,1992)
Candidato presidente
(1996, 2000)
Candidato senatore per l'Illinois
(2004)
Wiley Drake   California
Ministro, conduttore radiofonico
47.694 (<0.1%)

0 EV
2012 Appoggio a Tom Hoefling

(America's)
  Iowa
Attivista
Robert Ornelas   California
Attivista
40.641 (<0.1%)

0 EV
2016  

Appoggio a Donald Trump

(Repubblicano)
  New York
Uomo d'affari
Presidente della The Trump Organization
(1971-2017)
 

Mike Pence
  Indiana
Membro della U.S. House of Representatives dal 2º distretto dell'Indiana
(2001-2003)
Membro della U.S. House of Representatives dal 6º distretto del Congresso dell'Indiana
(2003-2013)
Governatore dell'Indiana
(2013-2017)
62.984.825 (46.1%)

304 EV
[16]
2020  

Rocky De La Fuente

(Alliance; Reform)

  California Uomo d'affari e candidato perenne  

Kanye West

(Candidato independente; Birthday)
  Wyoming Rapper 60.160 (0.34%)

0 EV

[17]

Candidati governatori della CaliforniaModifica

Risultati elettorali dei candidati del Partito Indipendente Americano alle elezioni governative della California
Anno Candidato Voti % Voti
1970 Bill Shearer 65.847 1.01
1974 Edmon V. Kaiser 83.869 1.34
1978 Theresa F. Dietrich 67.103 0.97
1982 James C. Griffin 56.249 0.71
1986 Gary V. Miller 50.547 0.68
1990 Jerome McCready 139.661 1.81
1994 Jerome McCready 133.888 1.55
1998 Nathan Johnson 37.964 0.45
2002 Reinhold Gulke 128.035 1.71
2003 Charles Pineda, Jr. 1.104 0,01
2003 Diane Beall Templin 1.067 0,01
2006 Edward C. Noonan 61.901 0.71
2010 Chelene Nightingale 166.312 1.65

NoteModifica

  1. ^ American Independent Party Leadership, State Central Committee for Term Ending 09/03/2020, su aipca.org.
  2. ^ John Myers, Would-be independents joining the American Independent Party could blame California's voter registration card, Los Angeles Times (19 aprile 2016).
  3. ^ James Aho, Far-Right Fantasy: A Sociology of American Religion and Politics (Routledge, 2015), pag. 15.
  4. ^ George Michael, Willis Carto and the American Far Right (University Press of Florida, 2008), pag. 160.
  5. ^ Chrostopher D. Rodkey, "Third Parties" in Culture Wars: An Encyclopedia of Issues, Viewpoints and Voices (eds. Roger Chapman & James Ciment: 2d ed: Routledge, 2015), p. 665.
  6. ^ ""Conservative third parties since the New Deal" in The Princeton Encyclopedia of American Political History (Vol. 1) (eds. Michael Kazin, Rebecca Edwards & Adam Rothman: Princeton University Press, 2010), p. 195.
  7. ^ Billy Hathorn, "The Changing Politics of Race: Congressman Albert William Watson and the South Carolina Republican Party, 1965-1970", South Carolina Historical Magazine Vol. 89 (October 1988), pp. 233, 238
  8. ^ findagrave.com, https://www.findagrave.com/memorial/26965725. URL consultato il 2 maggio 2014.
  9. ^ Tennessee Blue Book, Tennessee Secretary of State, 1971, 1973 "Elections"
  10. ^ Quirk, Cody. "AIP holds its State Convention, endorses Chuck Baldwin and reaffirms CP affiliation", Third Party Watch, June 30, 2008.
  11. ^ a b Bock, Alan. "American-Independent split Archiviato il October 3, 2008 Data nell'URL non combaciante: 3 ottobre 2008 in Internet Archive.". Orange County Register Horserace '08. Wednesday, July 2, 2008.
  12. ^ California Secretary of State - Elections & Voter Information - Qualified Political Parties Archiviato il July 17, 2008 Data nell'URL non combaciante: 17 luglio 2008 in Internet Archive.
  13. ^ Quirk, Cody. "Statement from Jim King, AIP Chairman", Third Party Watch, July 22, 2008.
  14. ^ Winger, Richard. "Keyes Wins California Lawsuit on Procedural Issue", Ballot Access News, August 26, 2008.
  15. ^ Garris, Eric. "California Ballot: Alan Keyes Replaces Chuck Baldwin on American Independent Party Ticket[collegamento interrotto]", Third Party Watch, July 22, 2008.
  16. ^ CNN, https://edition.cnn.com/2016/11/02/politics/trump-american-independent-party-california/index.html. URL consultato il 29 ottobre 2020.
  17. ^ Ballot Access News, http://ballot-access.org/2020/08/15/american-independent-party-nominates-rocky-de-la-fuente-for-president-and-kanye-west-for-vice-president/.

Collegamenti esterniModifica