Partito Popolare Socialista del Montenegro

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il partito fuoriuscito nel 2001, vedi Partito Socialista Popolare del Montenegro.
Partito Popolare Socialista del Montenegro
Социјалистичка Народна Партија Црне Горе
Socijalistička Narodna Partija Crne Gore
SNP cirilica.jpg
LeaderSrđan Milić
StatoMontenegro Montenegro
SedePodgorica,Vaka Đurovića 5
Fondazione1998
IdeologiaSocialdemocrazia,
Conservatorismo sociale
Europeismo
CollocazioneCentro-sinistra (economico)
Centro-destra (sociale)
Seggi Assemblea del Montenegro
5 / 81
(2020)
Sito webwww.snp.co.me

Il Partito Popolare Socialista del Montenegro (in serbo: Социјалистичка Народна Партија Црне Горе - СНП; Socijalistička Narodna Partija Crne Gore - SNP) è un partito politico montenegrino di orientamento socialdemocratico e unionista guidato da Srđan Milić.

StoriaModifica

Il partito nacque nel 1998 da una scissione dal Partito Democratico dei Socialisti del Montenegro di Milo Đukanović per via della nuova politica indipendentista adottata da quest'ultimo.

Infatti SNP appoggia l'unionismo serbo-montenegrino e nel 2006 in occasione del Referendum sull'indipendenza, fu fra i più decisi sostenitori per il mantenimento della Confederazione serbo-montenegrina.

Nel 2001 il suo fondatore Momir Bulatović in occasione delle elezioni federali jugoslave lasciò il partito dopo una scissione con la dirigenza poiché quest'ultima decise contrariamente alla volontà di Bulatović di ritirare la candidatura di questo, giungendo a un accordo con il governo serbo per la formazione del governo federale. Pertanto Bulatović fondò il Partito Socialista Popolare del Montenegro, senza però alcun successo.

Dopo la sconfitta al referendum il SNP si presentò autonomamente alle elezioni del 2009 recuperando molti voti e diventando il maggior partito opposizionario al regime di Đukanović e conquistando 16 seggi in Parlamento.

Alle elezioni del 2012, SNP ha perso parte dell'elettorato ed è calato all'11% circa dei voti, perdendo 7 seggi e conquistando il terzo posto con 9 seggi.

Collegamenti esterniModifica