Pascoal Ranieri Mazzilli

politico, avvocato e giornalista brasiliano
Pascoal Ranieri Mazzilli
Pascoal Ranieri Mazzilli, presidente da República..tif

23° e 25° Presidente del Brasile
Durata mandato 25 agosto 1961 –
8 settembre 1961
Predecessore Jânio Quadros
Successore João Goulart

Durata mandato 2 aprile 1964 –
15 aprile 1964
Predecessore João Goulart
Successore Humberto de Alencar Castelo Branco

Presidente della Camera dei deputati del Brasile
Durata mandato 11 marzo 1958 –
24 febbraio 1965
Predecessore Ulysses Guimarães
Successore Olavo Bilac Pinto

Dati generali
Partito politico Partito Social Democratico
Università Università federale Fluminense
Firma Firma di Pascoal Ranieri Mazzilli

Pascoal Ranieri Mazzilli (Caconde, 27 aprile 1910San Paolo, 21 aprile 1975) è stato un politico, avvocato e giornalista brasiliano di origini italiane. Già presidente della Camera dei deputati, divenne poi presidente del Brasile ad interim due volte, dal 25 agosto al 7 settembre 1961 e dal 1º aprile al 15 aprile 1964. Suoi genitori erano Domenico Mazzilli e Angela Liuzzi, italiani di Montemurro.

Mazzilli occupò interinalmente per la prima volta la presidenza della Repubblica, resa vacante dalle dimissioni del presidente Jânio Quadros e dall'assenza del vicepresidente João Goulart (in viaggio ufficiale in Cina), dal 26 agosto all'8 settembre 1961. Il veto posto dai ministri militari (il generale Odílio Denis, l'ammiraglio Sílvio Heck e il brigadiere Grüm Moss) all'insediamento di Goulart fu respinto dal Congresso Nazionale in cambio di una modifica costituzionale che sostituì il presidenzialismo col parlamentarismo.

Mazzilli fu richiamato dal Congresso Nazionale a presiedere temporaneamente la Repubblica in seguito alla destituzione del presidente Goulart da parte del maresciallo Humberto de Alencar Castelo Branco (1-15 aprile 1964), quindi cedette il potere al primo governo militare, presieduto da Castelo Branco.

OnorificenzeModifica

Onorificenze brasilianeModifica

  Gran Maestro dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud

Onorificenze straniereModifica

  Gran Croce dell'Ordine al Merito di Germania (Germania)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN53523850 · LCCN (ENn2003044927 · GND (DE1119621143 · WorldCat Identities (ENlccn-n2003044927