Apri il menu principale

Pasquale Altavilla

attore teatrale e drammaturgo italiano
Pasquale Altavilla (1861)

Pasquale Altavilla (Napoli, 6 dicembre 1806Napoli, 2 agosto 1875) è stato un attore teatrale e drammaturgo italiano, dotato di grande versatilità artistica in quanto si cimentò anche con buoni esiti nelle attività di mimo, ballerino, musicista e paroliere. Fu attivo a Napoli, la sua città, e fu definito da Salvatore Di Giacomo come «l'ultimo signore della scena popolare partenopea».

Altavilla recitò a lungo, dal 1834 al Teatro San Carlino, impersonando principalmente personaggi dal "carattere sciocco" e suscitando oltretutto le invidie del più noto Antonio Petito (il più celebre dei Pulcinella napoletani) e dal quale fu spesso osteggiato.

Nel 1864 passò a lavorare in altri teatri napoletani come il Sebeto, la Fenice e il Nuovo e diventò uno degli autori drammatici e di commedie più rinomati dell'epoca arrivando a scrivere almeno una sessantina di commedie (alcune fonti parlano di centodieci) in lingua napoletana, quasi tutte ispirate a fatti di vita quotidiana, con effetti comici e di spontaneità che fecero molta presa sul pubblico.

Zi' Pascale, così come era chiamato amichevolmente da Eduardo Scarpetta si spense nella sua città, all'età di 69 anni dopo una rovinosa caduta dalle scale.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN88776896 · ISNI (EN0000 0001 0922 8843 · SBN IT\ICCU\SBLV\224970 · GND (DE121232263 · BAV ADV10106618 · CERL cnp00429114 · WorldCat Identities (EN88776896