Pasquale Scimeca

regista italiano

Pasquale Scimeca (Aliminusa, 1º febbraio 1956) è un regista italiano.

BiografiaModifica

Pasquale Scimeca nasce il 1º febbraio 1956 ad Aliminusa, piccolo centro contadino in provincia di Palermo. Dopo il liceo si trasferisce a Firenze. Qui si laurea in lettere con specializzazione in storia contemporanea. Lavora come insegnante di letteratura e storia. Nel 1992 lascia l'insegnamento per dedicarsi all'attività cinematografica. Autore del cinema indipendente europeo, su Scimeca sono state scritte numerose tesi di laurea discusse nelle Università: La Sapienza di Roma, il DAMS di Bologna e l'Università di Catania.

Primo lungometraggioModifica

Nel 1989 fonda la cooperativa di produzione cinematografica indipendente Arbash Film. Scrive e dirige il primo lungometraggio in 16 mm, La donzelletta, che partecipa al Bellaria Film Festival.

Nel 1992 realizza Un sogno perso, che partecipa al Taormina Film Fest.

Nel 1993 dirige il primo film in 35 mm Il giorno di san Sebastiano presentato alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, nella sezione Vetrina del Cinema Italiano. Il film vince il Globo d'oro della stampa estera come Migliore opera prima.

Tra il 1994 e il 1995 realizza i documentari: Nella tana del lupo, che ottiene la menzione speciale alla 3ª Rassegna del documentario Premio Libero Bizzarri di San Benedetto del Tronto, L'altra Sicilia e Paolo Borsellino.

Nel 1997 I briganti di Zabut ottiene la menzione speciale al Taormina Film Fest e vince il gran premio della giuria al festival Storie di Cinema di Grosseto, rassegna dedicata alle sceneggiature di registi esordienti.

Placido RizzottoModifica

Nel 2000 Placido Rizzotto è presentato alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Cinema del presente[1], racconta la storia del sindacalista di Corleone Placido Rizzotto, ucciso dalla mafia. Il film è stato presentato al Toronto International Film Festival. Ottiene numerosi riconoscimenti tra cui il Premio Fedic al Festival di Venezia[2] e il premio come miglior sceneggiatura al Miami Latin Film Festival[3][4]. La Grolla d'Oro al festival di San Vincent 2000. ; Il Premio Internazionale alla Sceneggiatura "Sergio Amidei" 2001 ; Il Gran Prix al Festival Cinema Italien di Annesy 2000, e il Premio del Pubblico al Festival di Bastia 2001,

Nel 2001 aderisce alla Fondazione Cinema del Presente ideata da Francesco Maselli, e partecipa al film collettivo Un altro mondo è possibile sui fatti del G8 di Genova.

Nel 2002, come membro della Fondazione Cinema del Presente, partecipa al Forum sociale mondiale di Porto Alegre realizzando: il documentario Sem terra con Roberto Torelli, presentato al Festival internazionale del film di Locarno nella sezione Cineasti del presente, e Porto Alegre, film collettivo con Francesco Maselli, Mario Balsamo, Francesca Comencini, Roberto Torelli. Nello stesso anno partecipa al film collettivo La primavera del 2002. L'Italia protesta l'Italia si ferma.

Nel 2003 Gli indesiderabili è presentato al Festival internazionale del film di Locarno e al Festival Cinema italien di Annecy, dove vince il Premio Sergio Leone[5]. Produce il film Né terra né cielo di Giuseppe Ferlito. Partecipa al film collettivo Firenze, il nostro domani.

Nel 2004 l'opera cinematografica di Scimeca è omaggiata da una retrospettiva all'Infinity Festival di Alba.

Nel giugno 2005 contribuisce assieme all'Istituto Luce alla distribuzione del film iraniano Silenzio tra due pensieri di Babak Payami. L'8 settembre presenta alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Giornate degli autori-Venice Days La passione di Giosuè l'ebreo dove vince il Premio "UNESCO Award" 2005. Il film verrà presentato anche al Toronto International Film Festival

L'influenza del verismo di VergaModifica

Il 5 marzo 2007 in una conferenza stampa, presso la Federazione Nazionale della Stampa, presenta il film Rosso Malpelo, liberamente ispirato alla novella di Giovanni Verga, e il progetto umanitario Cento scuole adottano mille bambini. Scopo del progetto, elaborato dalla Ong MLAL, è devolvere gli incassi del film, depositati presso un conto della Banca etica, a favore di due comunità della Bolivia: Atocha e Cotagaita, nella regione di Potosí, per fornire un pasto completo quotidiano e il materiale didattico ai bambini, così da sottrarli allo sfruttamento del lavoro minorile nelle miniere locali; assicurare interventi sanitari sulla salubrità dell'acqua potabile; costruire un centro di salute pubblica; finanziare, tramite microcredito, piccole attività economiche. Il progetto umanitario è sostenuto dalla Cgil, dall'associazione Libera, dall'Arci, dall'Agis Scuola e da Bernardo Bertolucci. Rosso Malpelo è presentato al 6º Alba International Film Festival ed è proiettato nelle scuole che aderiscono al progetto di cooperazione. Il film vince il premio Amnesty International al Giffoni Film Festival (21 luglio 2007) e riceve la menzione speciale al Clorofilla Film Festival per il progetto umanitario (11 agosto). In ottobre l'ANAC (Associazione nazionale autori cinematografici), presenta il libro bianco Lo stato delle cose. Vizi privati, pubbliche virtù nel cinema italiano, scritto da Salvatore Pecoraro, Alessandro Rossetti, Nino Russo e Pasquale Scimeca. Nel testo sono esposti i risultati del finanziamento statale dal 1995 al 2004 alle opere cinematografiche. Il 19 novembre Rosso Malpelo è distribuito tramite canali alternativi e proiettato nei cineforum, nelle associazioni culturali, nelle sale d'essai.

Il 19 maggio 2008 inizia la lavorazione de Il cavaliere Sole, tratto dall'omonima opera teatrale di Franco Scaldati. Il libro Lo stato delle cose. Vizi privati, pubbliche virtù nel cinema italiano è distribuito in edicola a partire da lunedì 19 maggio fino al 25 maggio in allegato al quotidiano L'Unità. L'11 agosto presenta nel cartellone delle Manifestazioni Verghiane 2008 di cui è anche direttore artistico, l'adattamento teatrale de I Malavoglia. La versione di Scimeca mira a spogliare il racconto dell'intreccio narrativo facendo parlare i personaggi come in una vera confessione di sentimenti. Nel mese di settembre (dal 18 al 22) la prima rassegna del cinema siciliano contemporaneo di Johannesburg, proietta, nella Bedford Square di Bedfordview, una retrospettiva su Scimeca, con i film La passione di Giosuè l'ebreo, Placido Rizzotto e Rosso Malpelo. Partecipa al film collettivo no-profit All Human Rights for All - Sguardi del cinema italiano sui diritti umani realizzato in occasione del 60º anniversario dall'approvazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell'ONU. Il film è composto da trenta cortometraggi. Scimeca dirige il corto ispirato all'Articolo 26 - Diritto all'istruzione. Il 10 dicembre 2008 Il cavaliere Sole è proiettato in anteprima a Palermo nell'ambito della terza edizione degli Stati generali del Documentario - Cantieri del documentario, nella sezione Panorama.

 
Scimeca (primo da destra) al festival del cinema di Venezia nel 2010

Il 4 settembre 2009 Il cavaliere Sole partecipa alla 66ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Giornate degli Autori - Schermo sotto le Stelle. In questa occasione Scimeca annuncia il nuovo film: una rivisitazione contemporanea de I Malavoglia di Giovanni Verga. Il 16 novembre 2009 iniziano le riprese di Malavoglia in provincia di Siracusa, nei comuni di Marzamemi, Pachino, Portopalo di Capo Passero. Alla sceneggiatura del fim partecipa Tonino Guerra.

Il 3 settembre 2010 Malavoglia è presentato alla 67ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia nella sezione Orizzonti, al Toronto International Film Festival (2010) ; al London International film Festival (2010), al Busan International Film Festival (2010), e ottiene quattro candidature nelle cinquine finaliste ail Nastro d'argento 2011.

Nel 2012 realizza il cortometraggio Convitto Falcone che viene presentato alla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia nella sezione "Eventi speciali".

Nel 2014 realizza il film Biagio, presentato in concorso al Festival Internazionale del Cinema di Roma, dove ottiene la Menzione Speciale SIGNIS , il Premio di Critica Sociale Sorriso Diverso e il Green Movie Award , Il film partecipa anche al festival Popoli e Religioni - Umbria International Film Festival (2015): dove vince il Premio Migliore Film

Nel 2018 realizza il film Balon girato interamente in Africa (Sierra Leone) con il quale partecipa in concorso ai Festival Internazionali di Cinema di Tallinn (2018), Zanzibar, Cape Town (2019), Torino (2018) dove vince il Premio Gandhi; e Castellinaria Festival Internazionale del Cinema Giovane Bellinzona dove vince il Premio Unicef.

Nominato nel dicembre 2017 direttore didattico della sede di Palermo della Scuola Nazionale di cinema, dopo poco più di un anno, nel gennaio 2019, gli subentra la regista Costanza Quatriglio[6][7].

ControversieModifica

Dopo essere stato nominato nel dicembre 2017 direttore didattico della sede di Palermo della Scuola Nazionale di cinema[8], alla fine di febbraio 2018 Scimeca è al centro della denuncia fatta da sei allievi dimissionari della scuola, che lo citano a più riprese in una lettera aperta dove denunciano le problematiche e le resistenze sopraggiunte nell'istituto subito dopo la nomina del nuovo direttore didattico[9]. Il regista ha respinto le accuse, negando completamente quanto attribuitogli e dicendosi amareggiato per il danno all'immagine dell'istituto che la storia ha causato[10] ed ha scritto a sua volta una lettera aperta sulla questione.[11]

FilmografiaModifica

RegistaModifica

CortometraggiModifica

  • Echi e parole dal silenzio - documentario (1992)
  • Nella tana del lupo - documentario (1994)
  • Viaggiu dulurusu (1995)
  • Paolo Borsellino - documentario (1995)
  • Viale dell'Idroscalo (1998)
  • Convitto Falcone (2012)

DocumentariModifica

LungometraggiModifica

Direttore della fotografiaModifica

ProduttoreModifica

AttoreModifica

  • Appunti per un viaggio alle radici dell'emigrazione vista al cinema..., regia di Rocco Giurato - documentario (2010)
  • L'incantatore di serpenti - La vita senza freno di Gian Carlo Fusco, regia di Salvatore Allocca - documentario (2010)

RiconoscimentiModifica

  • 2012 Premio al*la Carriera all'Independent Media Fest di Vizzini
  • 2010 Premio "Bizzarri Cinema" a Malavoglia alla 17ª Rassegna del Documentario/Premio Libero Bizzarri (dicembre 2010)
  • 2010 Premio "Efebo d'Oro" -Premio Internazionale Cinema Narrativa- attribuito dal Centro di Ricerca per la Narrativa e il Cinema di Agrigento, per il film "Malavoglia", tratto dal romanzo di Giovanni Verga.
  • 2009 Premio "I Gattopardi Sicilia" per il cinema (4 agosto 2009)
  • 2009 Premio "Bufalino L'enfant du paradis" al Donnafugata Film Festival (1º agosto 2009)
  • 2009 Premio "I Diamanti del cinema" al Diamante Film Festival (11 luglio 2009)
  • 2009 Premio "Marco Melani" al Valdarno Cinema Fedic (26 aprile 2009)
  • 2008 Premio letterario "Nino Martoglio" per il settore artistico-cinematografico (5 ottobre 2008)
  • 2007 Premio "Luchino Visconti" a Rosso Malpelo al 1º Festival del Cinema del Reale di Aci Trezza
  • 2007 Menzione speciale a Rosso Malpelo al Clorofilla Film Festival
  • 2007 Premio Apac per la Legalità a Rosso Malpelo al Festival Internazionale del Cinema di Frontiera. Il 26 luglio 2007 l'Associazione Pachinese Anticrimine ha assegnato la somma di € 500, a sostegno del progetto Bolivia
  • 2007 Premio Amnesty International a Rosso Malpelo al 37º Giffoni Film Festival
  • 2005 Premio Cict UNESCO Prix "Enrico Fulchignoni" a La passione di Giosuè l'ebreo alla 62ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia
  • 2003 Prix "Sergio Leone" per Gli indesiderabili all'Annecy cinéma italien
  • 2002 Golden Egret Award per la sceneggiatura a Placido Rizzotto al Miami Latin Film Festival
  • 2001 Premio Ninfa d'Argento città di Vittoria
  • 2001 Prix du Public a Placido Rizzotto al Festival du Cinéma Italien de Bastia
  • 2001 Premio "Sergio Amidei" a Placido Rizzotto
  • 2001 Premio Film TV a Placido Rizzotto al Sannio FilmFest
  • 2000 Premio Grolla d'Oro per la migliore Sceneggiatura a Placido Rizzotto
  • 2000 Prix Grand Prix a Placido Rizzotto all'Annecy cinéma italien
  • 2000 Premio Fedic a Placido Rizzotto alla 57ª Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia
  • 1997 Menzione Speciale a I briganti di Zabut al Taormina Film Fest
  • 1997 Premio della giuria a I briganti di Zabut al festival Storie di Cinema di Grosseto
  • 1996 Menzione Speciale a Nella tana del lupo alla 3ª Rassegna del documentario Premio Libero Bizzarri di San Benedetto del Tronto
  • 1994 Globo d'oro per la miglior opera prima a Il giorno di san Sebastiano

Altri incarichiModifica

  • Curatore della sezione cinema nell'ambito della sesta edizione delle Manifestazioni Verghiane di Vizzini dell'agosto 2010
  • Direttore artistico della quinta edizione delle Manifestazioni Verghiane di Vizzini dell'agosto 2009
  • Direttore artistico della quarta edizione delle Manifestazioni Verghiane di Vizzini dell'agosto 2008
  • Giurato al 1º Calabria Film Festival - Festival Internazionale Cinema Ambiente & Paesaggio Cosenza 9-13 ottobre 2007
  • Giurato al 1º Salina Doc Fest 21-23 settembre 2007
  • Direttore artistico della terza edizione delle Manifestazioni Verghiane di Vizzini dell'agosto 2007
  • Presidente di giuria 2º Corto Moak Modica giugno 2007
  • Giurato al 12º MedFilm Festival 5-19 novembre 2006
  • Giurato al 2º Saturno International Film Festival 29 ottobre-4 novembre 2006
  • Presidente di giuria Little Big Short 2004/2005
  • Giurato all'(AnteprimaAnnoZero) Film Festival di Bellaria 7-10 giugno 2001
  • Giurato al 20º Festival du Court Métrage de Grenoble 8-12 luglio 1997
  • Membro consigliere dell'ANAC

PubblicazioniModifica

  • Salvatore Pecoraro, Alessandro Rossetti, Nino Russo, Pasquale Scimeca, Lo stato delle cose. Vizi privati, pubbliche virtù nel cinema italiano, Nuova Iniziativa Editoriale S.p.A, 2008[12]

NoteModifica

  1. ^ Rizzotto, l'eroe bello incontrò lo sciancato, su ricerca.repubblica.it. URL consultato il 27 settembre 2020.
  2. ^ Fedic | Notizie (PDF), su fedic.it. URL consultato il 27 ottobre 2020.
  3. ^ Miami Latin Film Festival (2020), su imdb.com. URL consultato il 27 ottobre 2020.
  4. ^ PLACIDO RIZZOTTO, su filmitalia.org. URL consultato il 27 ottobre 2020.
  5. ^ Da IMDb, la pagina dei premi vinti da Pasquale Scimeca, su imdb.com. URL consultato il 6 novembre 2020.
  6. ^ “Terminato il mandato di Roberto Andò, Pasquale Scimeca è il nuovo direttore didattico della Sede Sicilia del CSC”, su fondazionecsc.it. URL consultato il 6 novembre 2020.
  7. ^ Quatriglio direttrice Csc Palermo, su news.cinecitta.com. URL consultato il 6 novembre 2020.
  8. ^ Cinema, Pasquale Scimeca il nuovo direttore didattico del Centro sperimentale di Palermo, in Giornale di Sicilia, 22 dicembre 2017.
  9. ^ Perché e come si lascia una scuola di cinema, in 100autori.it, 1º marzo 2018.
  10. ^ Paola Nicita, Palermo, sei allievi lasciano in polemica la scuola di cinema. "Budget dimezzato". La replica: " Falso", in la Repubblica, 3 marzo 2018. URL consultato il 20 settembre 2018.
  11. ^ Centro Sperimentale di Cinematografia. Una replica alla lettera degli studenti, su minimaetmoralia.it, 10 marzo 2018. URL consultato il 20 settembre 2018.
  12. ^ LIBRO BIANCO sul cinema italiano in pdf, in ANAC, 4 ottobre 2008. URL consultato il 13 ottobre 2018.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90385332 · ISNI (EN0000 0001 1937 4393 · SBN IT\ICCU\UBOV\574396 · LCCN (ENno2008110067 · WorldCat Identities (ENlccn-no2008110067