Apri il menu principale
Pesca alla passata su un fiume toscano

La passata è una tecnica di pesca sportiva con la canna.

AttrezzaturaModifica

Per la pesca a passata si può usare sia la canna fissa che la bolognese a cui è attaccata una lenza munita di galleggiante, piombini e terminante con un amo.

Ambiente e predeModifica

È una tecnica maggiormente utilizzata nelle acque dolci correnti per insidiare pesci quali cavedano, barbo, carpa ma può essere utilizzata anche in acque salmastre per la pesca del cefalo e della spigola soprattutto. L'ambiente più adatto per praticare questa tecnica di pesca è quello del fiume del fondovalle o dell'alta pianura, con acque piuttosto correnti senza essere vorticose e fondo sassoso con poche piante ed ostacoli vari.

EscheModifica

Le esche più utilizzate vanno dal bigattino al lombrico ad altre larve ed esche animali soprattutto per la cattura di cavedani, barbi, ed altri ciprinidi più o meno predatori, per le carpe e le tinche sono più usate esche vegetali come mais, legumi e semi vari. Vengono usate anche esche come pane o formaggio Emmenthal, efficaci per molte specie di pesci.